Logo di sawadee

Benedici questo veicolo

Benedici questo veicolo

Fare qualsiasi viaggio in Thailandia può essere un’esperienza illuminante e non solo per l’ atteggiamento più ‘rilassato’ nei confronti della sicurezza rispetto all’Occidente . Entrare in un veicolo in Thailandia fornisce anche una visione intrigante delle superstizioni thailandesi con il suo mix di credenze buddiste, braminiche e animiste che aiutano a definire la vita quotidiana in Thailandia.

Bless this vehicle thai

La maggior parte dei visitatori in Thailandia a un certo punto salirà su un taxi, tuk-tuk , autobus o songthaew e le parti anteriori di questi veicoli sono spesso adornate con tutti i tipi di portafortuna e benedizioni. Ghirlande pendono dallo specchietto retrovisore proprio come le ghirlande pendono dalla prua di una barca a coda lunga . Questi fiori sono offerte a Mae Yanang, la dea dei viaggi, e sono una sorta di equivalente thailandese del portare un medaglione di San Cristoforo. Durante il traffico dell’ora di punta, quando i veicoli sono in attesa ai semafori o agli incroci, i bambini camminano tra le auto e gli autobus per vendere queste ghirlande ai conducenti per circa 20 baht alla volta.

Bless this vehicle thai 3Il cruscotto di qualsiasi taxi thailandese di solito ha almeno un amuleto o un’immagine di Buddha o di un monaco venerato. Potrebbero anche esserci banconote fortunate che riportano l’immagine del re di Thailandia o altri piccoli ritratti dell’attuale re o di uno dei suoi predecessori più venerati come il re Chulalongkorn (Rama V) . Se guardi il soffitto anteriore del veicolo potresti notare un motivo in foglia d’oro e pasta (foto a destra). Questa è una benedizione sacra imbrattata a mano da un monaco durante una cerimonia speciale che si tiene quando viene acquistato un nuovo veicolo. Anche la data e l’ora di tale cerimonia sono scelte con cura per garantire la massima protezione al veicolo e ai suoi occupanti. Queste benedizioni protettive, o Yant , sono talvolta usate anche nei tatuaggi thailandesi. Nonostante il potere protettivo dello Yant, gli incidenti possono ancora accadere. Come ti dirà qualsiasi buddista thailandese , non importa quale protezione il proprietario possa aver conferito al suo veicolo, non si tratta solo del suo karma, ma anche del karma di tutti i passeggeri che viaggiano nel veicolo.

 

La Thailandia è una terra di contraddizioni che fa parte del fascino del Paese. Il consiglio che di solito do ai viaggiatori nervosi che vanno in Thailandia per la prima volta è di seguire la corrente e cercare di non preoccuparsi troppo. Rilassati e goditi le differenze culturali che rendono il viaggio così interessante e gratificante. Anche quando noti che l’autista del tuo autobus o taxi ha improvvisamente tolto entrambe le mani dal volante per aspettare un importante santuario o tempio , ricorda che ha a cuore i tuoi migliori interessi. Come spesso dicono gli espatriati: TIT (Questa è la Thailandia).