Chiang Mai – giardini pubblici e parchi nazionali

Parco nazionale Doi Suthep-Doi Pui

Si estende su una superficie di 262 chilometri quadrati in Amphoe Mae Rim, Amphoe Hang Dong, e Amphoe Mueang Chiang Mai. Il parco è costituito da boschi verdeggianti e catene montuose. I monti principali includono Doi Suthep, Doi Buak Ha, e Doi Pui. Questa è la zona dove si trovano i principali corsi d’acqua a Chiang Mai. Nell’area del parco si trovano luoghi sacri, attrattive religiose e siti storici.Per raggiungere l’ufficio del parco, guidare da Chiang Mai per 5 chilometri sulla Huai Kaeo-Chiang Mai University-Chiang Mai Zoo la strada che porta verso Wat Phra That Doi Suthep, all’incrocio sulla destra,si potra’ vedere il cartello del Doi Suthep-Pui National Park. Per quanto riguarda le attrattive in questo parco la cascata Huai Kaeo si trova a 6 km dalla città di Chiang Mai. La cascata e’ alta 10 metri offre un bell’ambiente naturale, punti di vista panoramici e piante varie. Per ulteriori informazioni, tel.: 0 5329 5117-8, 0 5321 0244.

Parco nazionale Doi Inthanon

(Vedi i video “Doi Inthanon”  di Willi Etges parte 01parte 02parte 03parte 04). Doi Inthanon è la montagna più alta della Thailandia, 2.599 metri slm. Doi Inthanon è una parte della catena dell’Himalaya, che spazia tra Nepal, Bhutan, Myanmar, e termina a nord della Thailandia. Complesse catene montuose e un clima mite caratterizzano una zona con una foresta umida e densa sulla cima. che e’ fonte di importanti affluenti del fiume Mae Ping. La zona e’ abitata da tribu’ delle colline. Questa zona e’ molto importante per gli ornitologi.
Visitare Doi Inthanon è possibile tutto l’anno, ma il periodo migliore per vedere le cascate è da maggio a novembre mentre il periodo migliore per la visualizzazione di fiori selvatici è dicembre a febbraio e il periodo migliore per gli ornitologi è da novembre a marzo.
Questo parco si trova 58 chilometri a ovest di Chiang Mai, occorre prendere la highway No. 108 a Chom Thong, poi girare a destra sulla highway 1009 e continuare per 48 km fino ad arrivare alla cima. Una buona strada asfaltata trasporta i visitatori, ma è piuttosto ripida, per cui il veicolo deve essere in buone condizioni, la tassa d’ingresso deve essere pagata al km. 8. Doi Inthanon può essere raggiunto da un songtaew locale da Phra That Chom Thong o dalla cascata Mae Klang. I songtaew correrrono fino all’ufficio del parco nazionale Doi Inthanon, a 31 chilometri, e ai villaggi vicini. Un songtaew a noleggio costa circa 800 baht e si ferma a tutte le attrattive della zona.
Alloggi, ristoranti, e campeggi sono disponibili presso la sede del parco, al km. 31. Per ulteriori informazioni tel: 0 5335 5728, 0 5326 8550, Bangkok tel: 0 2562 0760 o visitare il sito www.dnp.go.th.
Le attrattive nel parco sono:
– La cascata Mae Ya è una delle cascate più belle di Chiang Mai. L’acqua scorre da una ripida scogliera di 280 metri di altezza su differenti formazioni rocciose in un bacino inferiore. Le vicinanze della cascata pullolano di boschi verdeggianti e il luogo e’ ideale per la ricreazione. La cascata si trova a 1 km dalla congiunzione della highway 1009, svoltare a sinistra per 14 chilometri e poi proseguire per 200 metri a piedi.
– Namtok (cascata) Mae Klang è una cascata a un livello di 100 metri che si trova a 8 chilometri sul bivio della highway 1009, svoltando a sinistra per una strada asfaltata e proseguendo per 500 metri.
– Tham Bori Chinda è invece una grande grotta situata vicino Namtok Mae Klang al km. 8,5 della highway 1009. Il segnale che indica la strada per Tham Bori Chinda si vedrà al bivio sulla destra. La grotta è profonda con formazioni di stalattiti e stalagmiti, immagini di Buddha e un torrente roccioso. La superficie dell’acqua brilla come i diamanti quando la luce si riflette nel torrente. La luce del sole che entra permette ai visitatori di vedere l’intera grotta.
– Il centro turistico al km. 9 ha mostre sulla natura e gli animali che popolano la zona.
– Namtok Wachirathan è una grande cascata che precipita dal bordo di una scogliera in una profonda pozza sottostante. Quando c’è una grande quantità di acqua, ci sono grandi spruzzi nel bacino, creano un ambiente fresco e rinfrescante. L’ambiente incantevole può essere gustato camminando su un ponte scivoloso che porta alla cascata. Per arrivarci, svoltare a destra fuori dalla Highway 1009 al km. 21, quindi seguire la segnaletica fino alla cascata per altri 350 metri a piedi. Al Km. 20 una nuova strada è stata costruita per ridurre la distanza fino alla cascata.
– Namtok Siriphum è una splendida cascata che cade da una ripida scogliera in due linee e può essere vista dalla strada verso Doi Inthanon. Al km. 31 della Highway No. 1009, girare a destra per 2 km e proseguire a piedi fino alla base della cascata.
– Progetto reale Doi Inthanon si trova nel villaggio di Khun Klang vicino al quartier generale del parco. Il progetto è stato avviato nel 1979 per aiutare le tribù delle colline a coltivare colture diverse dall’oppio e addestrarli sulle moderne pratiche agricole, per la maggior parte sono piante prodotte che crescono in zone temperate, piantagioni di fiori, allevamenti di laboratorio con varie strutture di ricerca. Il tutto e’ aperto ai visitatori.
– Phra Mahathat Napha Methanidon e Phra Mahathat Naphaphon Phumisiri sono due pagode gemelle che si trovano al km. 41,5, sono state costruiei per commemorare il quinto ciclo di compleanni di re Bhumibol Adulyadej e della regina Sirikit. Entrambe le pagode condividono basi analoghe, nonché un sentiero a due livelli percorribile a piedi che le circonda. Le pagode ospitano ceneri e immagini di Buddha e si affacciano sul magnifico scenario di Doi Inthanon.
– La cima del Doi Inthanon ha un clima fresco tutto l’anno, qui si trovano la stazione radar dell’aeronautica e lo stupa di re Inthawichayanon, l’ultimo re di Chiang Mai, che era consapevole dell’importanza delle foreste e voleva preservarle per le generazioni future. Egli era un profondo conoscitore ed amante di questa zona e chiese che una parte delle sue ceneri fossero conservate qui. Il Centro Informazioni Turistiche, vicino alla parte superiore del Doi Inthanon, presenta tutte le informazioni utili su questa mongna compresa la sua geografia, biologia, piante e animali.
– Namtok Mae Pan è la più alta cascata di Chiang Mai, che cade da un’altezza di 100 metri. Il suo fascino può essere goduto osservandola da una certa distanza, in questo modo l’acqua bianca che cade e il verde dei boschi formanop un fantastico quadro. Dal km. 38 dell’highway 1009, prendere la strada Doi Inthanon-Mae Chaem, highway 1192, e su questa andare avanti per 6 chilometri, fino a che non si vede il cartello per la cascata, da qui proseguire su una strada sterrata per 9 chilometri. La bella cascata può essere raggiunta in dieci minuti a piedi dal parcheggio. Nella stagione delle piogge, la strada per Namtok Mae Phan è in cattive condizioni, solo un veicolo a quattro ruote puo’ fare il viaggio.
– Namtok Huai Sai Lueang è al di là di Namtok Mae Pan, circa 21 chilometri sulla Doi Inthanon-Mae Chaem Road, svoltare a sinistra per una strada sterrata che solo un veicolo a quattro ruote puo’ percorrere nella stagione delle piogge. La cascata e’ di medie dimensioni, dispone di acqua tutto l’anno e scorre da una rupe ad ogni livello.
– I trekking di studio della natura nel Doi Inthanon comprendono:
Kiu Mae Pan inizia dal km. 42. Questo breve sentiero si snoda attraverso una foresta intatta per circa 2,5 chilometri, 3 ore di cammino, e permette all’escursionista di sperimentare di propria mano la bellezza naturale del bosco. I rododendri, che si trovano comunemente in Himalaya, si trovano lungo il sentiero e sono in piena fioritura nel mese di dicembre-febbraio. Per motivi di sicurezza i trekkers su questa rotta devono chiedere il permesso al quartier generale del parco al km. 31. Un gruppo di non più di 15 persone è raccomandato. Il consumo di cibo non è consentito durante il trekking. Questo sentiero è chiuso per rimboschimento dal 1 giugno al 30 ottobre di ogni anno.
Sentiero naturale Ang Ka Luang e’ stato studiato, progettato e realizzato da Michael Walls MacMillan, un biologo volontario canadese che ha dedicato a questa zona il suo lavoro ed è morto per un attacco di cuore su questa montagna. Questo sentiero e’ di 360 metri di lunghezza, passa per zone umide e fredde in una valle rigogliosa. La foresta sopra i 2000 metri è coperta di licheni e orchidee selvatiche, piante autoctone che necessitano un alto livello di nutrizione, depositi organici, e rare specie di uccelli si possono vedere lungo il percorso.
Ci sono diversi altri percorsi naturalistici sul Doi Inthanon, ognuno dei quali fornisce diversi punti di osservazione per quanto riguarda piante, riforestazione, importanza di affluenti, origine delle grotte, agricoltura praticata dalle tribu’ delle colline e osservazione di uccelli. Questi sentieri vanno da 1 a 8 chilometri. Ogni viaggio ha bisogno di approvazione da parte del Direttore del Parco Nazionale ed e’ necessaria una guida, il tutto si ottiene presso l’ufficio del parco al km. 31.

– Osservazione di uccelli a Doi Inthanon.

Inthanon Bird Watching Information Centre, o come e’ piu’ familiarmente conosciuto Uncle Daeng’s Shop “Il negozio di zio Daeng”, si trova al Km. 31. Si tratta di un centro di scambio d’informazioni tra amanti del bird watching, gli studenti interessati alla natura e il pubblico in generale. I dettagli informativi riguardano habitat e cibo di uccelli e animali che vivono sul Doi Inthanon. L’obiettivo è quello di trasmettere questa conoscenza alle generazioni successive. Esso offre anche il diario per osservare gli uccelli nel Doi Inthanon, osservazioni da parte di esperti di uccelli, foto e diapositive di uccelli.
L’inverno è il momento migliore per il bird watching quando fra gli uccelli indigeni e migratori si trovano anche le beccacce Eurasiatiche, Ballerina bianca, Ballerina gialla, Cutrettola, Ballerina Citrina, Ballerina della Foresta, Turdus rubrocanus, Haematospiza sipahi, Emberiza pusilla, e Melophus lathami dell’ordine dei passeri.

Parco nazionale Ob Luang

E’ un’attrattiva comprendente sia splendide bellezze naturali, che misteriosi scenari. Un fiume scorre a zig-zag davanti a una pittoresca gola, la zona è un’alta, ripida scogliera con uno stretto passaggio dove si creano forti correnti e echi potenti. Una zona a nord del fiume è piena di vari tipi di piante che forniscono un ambiente piacevole tutto l’anno. Una magnifica vista del parco nazionale di Ob Luang si può avere dal ponte che si collega con la gola. Un interessante sito archeologico si trova nel parco. Il Parco Nazionale Ob Luang si trova a 105 km dalla città di Chiang Mai lungo la highway 108, Chiang Mai-Hot-Mae Sariang, al km. 17 sulla destra. La strada si estende lungo il fiume Mae Chaem e zig-zag lungo le catene montuose. I bus da Chiang Mai partono dalla porta di Chiang Mai e seguono il percorso Chiang Mai-Hot-Omkoi. Oppure da Amphoe Hot, ci sono 3 linee di autobus: Hot-Mae Sariang, Hot-Mae Chaem, Hot-Omkoi, tutti fermano al parco nazionale Ob Luang.

Parco nazionale Huai Nam Dang

Si estende su una superficie di 180 chilometri quadrati in Amphoe Mae Taeng, Chiang Mai, e Amphoe Pai, Mae Hong Son. La maggior parte dell’area e’ formata da catene di altopiani. La montagna ha una foresta verde, che è la fonte di affluenti e corsi d’acqua diversi. Le attrattive includono:
– Punto panoramico di Huai Nam Dang o Doi Kiu Lom che si affaccia sul Doi Chiang Dao ed è un luogo stupendo per vedere sorgere del sole al mattino presto tra valli coperte da nuvole. Per arrivarci, guidare lungo Mae Malai-Pai Road e tra i km. 65-66 prendere una strada di 6 km che porta all’ufficio del parco.
– Punto panoramico di Doi Chang si trova 20 chilometri oltre il punto panoramico di Huai Nam Dang. Solo un veicolo a quattro ruote può fare il viaggio. Le viste panoramiche sulle catene montuose e il mare di nebbia la mattina presto sono fantastici visti da qui. Il campeggio è possibile, ma i visitatori devono portare le proprie tende e il cibo. Per ulteriori informazioni, tel: 0 5324 8491, 0 5322 9636, 0 2562 0760 o visitare il sito www.dnp.go.th. Le attrattive nella vicina provincia di Mae Hong Son, sono le fonti calde di Pong Nam Ron Tha Pai e la cascata Namtok Yen Mae.

Fonti calde di San Kamphaeng

Si trovano a 36 chilometri dalla città in un ambiente naturale di alberi e colline verdeggianti. L’acqua ha un alto contenuto di zolfo e possiede proprietà curative e di ripristino. Alloggio, una piscina, ristorante e camere separate in base ai minerali delle acque di balneazione sono disponibili. Nelle vicinanze si trova il resort Roong Arun Hot Spring Resort che offre bungalow, bagni minerali e una sontuosa sistemazione in un parco. Per arrivare qui dal terminal degli autobus Phuak Chang, scendere a San Kamphaeng, e poi noleggiare un songtaew locale. (vedi anche san Kamphaeng)

Giardino Ratchaphruek

è situato 10 km a sud-ovest di Chiang Mai, nel sub distretto di Mae Hia. Immerso in un lussureggiante paesaggio di montagna, questo giardino di 240000 mtq. e’ un ambiente pittoresco, non solo per il giardino con molte piante e fiori – ma anche per la sua architettura che sicuramente stupira’ i visitatori con la sua seducente bellezza naturale. La zona e’ il luogo dove si e’ svolta la Royal Flora Expo 2006, la più bella esposizione internazionale di orticocultura al mondo. Questa mostra ha commemorato il 60° anniversario dell’incoronazione di Sua Maestà il Re Bhumibol Adulyadej. L’Associazione di produttori internazionali di prodotti agricoli le ha dato lo status di expo A1, la sua più alta onorificenza. Da allora il giardino Ratchaphruek è stato accuratamente mantenuto e sviluppato, ed è una splendida risorsa per l’agriturismo, oltre ad essere un centro di ricerca e di apprendimento per il pubblico e’ un luogo di incontro per gli agricoltori che voglioni condividere le loro conoscenze. Il giardino Ratchaphruek offre diverse attrattive:
– Padiglione reale Ho Kham questo padiglione è il simbolo del giardino, e’ fatto in architettura tradizionale in stile Lanna, lo stile della Thailandia del Nord. Il padiglione ha soffitti alti e ripidi, tetti a piu’ livelli, squisitamente dorati con un’antica tecnica. I visitatori saranno stupiti dalla bellezza esaltante data all’edificio dagli artigiani del Lanna. Gli interni mostrano dipinti del re Bhumibol e di numerose attività finalizzate al miglioramento della vita di tutti i thailandesi. Queste opere sono una giustapposizione innovativa di stili moderni e tradizionali. Gli artisti utilizzano toni sommessi di grigio, rosso e oro, infondendo al loro lavoro una strana caratteristica di sogno. Questi dipinti sono dotati di sfondi tratti dalla tradizione stilizzata delle pitture murali dei templi, sono nitidi, quasi fotografici e le forme sovrapposte su di loro, conferiscono ai dipinti un’area surreale, un tono da altro mondo. Il padiglione ospita anche l’albero delle dieci virtù regali, e’ composto di sfere stratificate di foglie d’oro dell’albero bhodi, e simboleggia il fatto che il re offre un giardino d’ombra spirituale per il suo popolo.
– Giardino delle corporazioni e’ stato costruito e viene gestito da varie organizzazioni e imprese statali. E’ dedicato alla sostenibilità e alle tecniche agricole eco-compatibili. L’idea è di diffondere la conoscenza e fornire un modello che può ispirare coloro che visitano i giardini.
– Giardini internazionali si tratta di una zona dove i visitatori possono godere di un paesaggio unico ed innovativo, mostra le produzioni orticole da 33 paesi in tutto il mondo, come Giappone, India, Bhutan, e Sud Africa. Questo giardino non mostra solo piante ma ogni paese presenta splendidamente la sua particolare identità attraverso l’architettura e l’arte.
– Mostra coperta è costituito da colture idroponiche, un vivaio con colture di tessuti, una cupola per le piante tropicali ed edifici per piante di zone desertiche e temperate.
– Mostra esterna comprende piante acquatiche, un giardino di loto, piante provenienti da ogni provincia in Thailandia, piante che si ritiene essere di buon auspicio, piante dalla storia buddista, e piante accuratamente elaborate in forme incredibilmente belle. C’è anche un edificio che presenta informazioni sulla storia dell’orticoltura thai. L’enorme giardino esterno mette in mostra la diversità dell’orticoltura tropicale.
– Piante Rare, il giardino Ratchaphruek mostra diverse piante rare tra cui la palma reale e la doppia noce di cocco che stanno all’ingresso del giardino e pini secolari, una specie che risale al 250 milioni di anni fa. La palma reale e’ una pianta con tronco liscio grigio, che si gonfia alla base quando è giovane e al centro quando è matura, fenomeno che scolpisce la palma e le conferisce una forma simile a una bottiglia. Il suo tronco sorprendentemente alto può arrivare fino a 20 metri di altezza, e le sue foglie verde scuro le danno un look accattivante e tropicale. La doppia noce di cocco o ‘Coco de Mer’ e’ una pianta nativa delle Isole Seychelle nell’Oceano Indiano, questa palma è in gran parte coltivata per motivi ornamentali, da frutti che assomigliano a una doppia noce di cocco e che contengono i semi più grandi nel regno vegetale, possono arrivare fino a 30 centimetri di diametro, 45 cm di lunghezza e possono pesare fino a 14 kg. Negli anni passati, si credeva che queste noci avessero qualità afrodisiache, probabilmente a causa della loro somiglianza, in apparenza, alla regione pelvica femminile. Per questo motivo i frutti erano venduti in alcune parti d’Europa per un prezzo molto alto. Una volta si pensava anche che questa pianta fosse l’Albero del Bene e del Male nel giardino biblico dell’Eden.
Ci sono autobus che portano a questo giardino e costano 20 baht per gli adulti, 10 baht per i bambini. Attualmente il giardino e’ aperto solo ai gruppi e deve essere prenotato in anticipo. Guide esperte conducono tutte le escursioni. L’ingresso al giardino è gratuito. Porte aperte tutti i giorni tranne lunedi, dalle 10:00 alle 18:00. Per ulteriori informazioni: 0 5311 4110-5 fax. 0 5311 4116.

Parco nazionale Doi Fa Hom Pok

Questo è uno dei più bei parchi nazionali a Chiang Mai, con spettacolari sorgenti termali, cascate e grotte. Precedentemente noto come Mae Fang, il arco prende il nome dalla montagna Doi Fa Hom Pok. Per maggiori informazioni contattare il parco nazionale di Doi Fa Hom Pok n 0 5345 3517-8 ext. 104, 0 2562 0760 o o consultare www.dnp.go.th.

Grotta Chiang Dao

è una grotta situata ad Amphoe Chiang Dao. Si trova a 72 chilometri dalla città di Chiang Mai, svoltare a sinistra sulla via di entrata e proseguire per 5 chilometri su una strada asfaltata. È disponibile un comodo parcheggio. Salite le scale con un tetto di zinco per raggiungere la grotta. La bella grotta accoglie i visitatori con vari tipi di pesce che nuotano in un torrente di fronte alla grotta. Si consiglia di visitare i dintorni di Tham Chiang Dao con una guida locale, che si puo’ contattare di fronte alla grotta.
Doi Luang Chiang Dao 
è una montagna calcarea nella zona di riserva per la fauna selvatica di Chiang Dao, in Amphoe Chiang Dao. E’ una montagna a forma di cono, alta 2.195 metri sml, il che la rende la terza montagna più alta della Thailandia, dopo Doi Inthanon e Doi Pha Hom Pok. Pianure strette sulla cima della montagna si affacciano su panorami spettacolari che includono un mare di nebbia sul lato di Amphoe Chiang Dao, Doi Sam Phi Nong, la catena montuosa del Chiang Dao e l’estremità del Doi Inthanon. Il picco è fresco e ventilato. La zona e’ piena di fiori rari che crescono sugli altipiani, uccelli e farfalle. Chi vuole visitare Doi Chiang Dao ha bisogno di una lettera di approvazione del direttore della Divisione Riserve per la Fauna Selvatica, Reparto Reale delle Foreste. Il viaggio deve essere organizzato con almeno 2 settimane di anticipo. Contattare 0 2561 2947 per ulteriori informazioni.
La vetta è raggiungibile a piedi. Alla grotta di Chiang Dao, sono disponibili portatori e noleggiare un mezzo per i trasferimenti verso il punto di partenza del percorso. Affittare un camion locale costa circa 900 baht, un portiere 300 baht. Non ci sono strutture turistiche su Mountain Chiang Dao. I visitatori devono portare i loro sacchi a pelo, cibo e acqua. Scendendo la montagna è possibile prendere un sentiero nei pressi Ban Tham, che si trova vicino alla grotta Chiang Dao. Il sentiero è piuttosto ripido e difficile da salire, tuttavia, accorcia la distanza a piedi.
Giardino botanico Tweechol 
è un luogo da visitare, rilassarsi, e sperimentare la bellezza della natura. Il giardino è stata fondata nel 1997 e ha una delle collezioni di piante più grande in Thailandia. Lo scopo del giardino è la visualizzazione, l’istruzione, la ricerca, la conservazione e la fruizione di cio’ che riguarda le piante. E’ composto da 44800 mtq di esposizioni esterne a giardino e aree ricreative. Si trova a 10 km a NE di Chiang Mai vicino al villaggio di Doi Saket in provincia di Chiang Mai.
– Museo Huen Chaiharn, ci sono 4 stanze nell’edificio. La sala Buddha espone immagini del Buddha. I visitatori possono anche rendere omaggio alla defunta moglie del re Rama V nella stanza Chaodara. La sala Chaiham espone una collezione di antiche armi Lanna. Nella sala Tamsin sono un gran numero di artefatti dalla collezione personale di Mr. Sesaweech.
– Punto centrale Questo è uno dei punti più interessanti del giardino botanico. Il visitatore dovrebbe venire qui prima di visitare il giardino. Ci sono 4 cupole che mostrano vari tipi di piante come le orchidee, bromelie, anthurium, colocasia, monotera, cactus e succulente. C’è anche una cascata d’acqua e varie altre piante tropicali che dipendono da un ecosistema umido. Di fronte alle cupole sono due topiarie drago che misurano 130 metri di lunghezza.
– Giardino delle palme, ci sono circa 58 tipi di palme in questo giardino, comprendono Cocothrinax crinata, Coppercinia macrogalossa, Bismarckia, Latania Loddigesi e molti altre. Alcune specie vengono da Cuba, Sud America e Giappone.
– Horizon Village-Family Hotel, l’hotel in stile Lanna, posto in un luogo tranquillo come il giardino botanico, è sicuramente un luogo ideale per chi ama prendersi una pausa e intenda rilassarsi, divertirsi e riposare in atmosfera naturale.
Il giardino e’ aperto tutti i giorni dalle 08.00 alle 16.30 Ingresso a pagamento è di 100 baht per adulti e 50 baht per i bambini. Per maggiori informazioni contattare 0 5386 7151, fax. 0 5386 7151, E-mail: [email protected], website www.tweecholbotanicgarden.com.

Cascata Mok Fa

e’ una cascata a un livello che si trova sulla strada Mae Malai-Pai. Per arrivarci, girare a sinistra al km. 20 su una strada sterrata e proseguire per 2 chilometri. La cascata, che è circondata da alberi lussureggianti, è pieno d’acqua tutto l’anno.
Giardino botanico della regina Sirikit 
si estende su una zona montuosa di 560 acri. Si trova a circa 12 km. lungo il percorso Samoeng-Mae Rim. Questo giardino botanico internazionale è stato istituito per onorare la regina Sirikit nel 1992. Ha una bella collezione di piante thailandesi e straniere. Il giardino è impostato per esibire le piante secondo la specie e il clima. I visitatori possono guidare intorno alla zona. Da vedere sono il Centro Informazioni Turistiche, il Centro Allevamento delle orchidee thailandesi il museo e il centro di ricerca. Il giardino offre 3 percorsi a piedi:
1) Giardino delle rocce – Serra delle orchidee thailandesi dura circa 30-60 minuti a piedi;
2) Sentiero di studio delle piante che mostra più di 10 specie di piante tra cui banana, palme, felce, e zenzero. Questo percorso dura circa 45-60 minuti;
3) la salita che prende 1-2 ore e si deve scalare una montagna.
E ‘aperto al publico tutti i giorni dalle ore 08.30 alle 17:00 Per ulteriori informazioni, contattare 0 5384 1000, fax: 0 5329 0 9754 o consultare www.qsbg.org.
Parco nazionale Doi Ang Khang
e’ sulla Highway No. 107, Chiang Mai-Fang. Girare a sinistra all’incrocio che si trova circa al Km. 137, mercato di Mae Kha, e procedere fino al Doi Ang Khang per una distanza di circa 25 chilometri. Si tratta di una ripida strada asfaltata a zig-zag. Pertanto, solo i veicoli in buono stato e piloti esperti possono fare il viaggio. I Songthaeo locali partono dal mercato di Mae Kha e offrono un servizio a noleggio che porta alla splendida montagna. La zona ha un clima fresco tutto l’anno, in particolare da dicembre a gennaio, quando gran parte della zona è gelida. Durante questo periodo, i visitatori dovrebbero essere preparati ad affrontare il freddo. L’alloggio è disponibile.
Le attrattive in Doi Ang Khang sono molteplici:
– Stazione agricola reale di Ang Khang è un sito dimostrativo per piantare ed effettuare ricerche di piante da fiore, alberi da frutta, verdura e colture temperate posto sotto il patronato di Sua Maestà il Re Bhumibol Adulyadej. Per ulteriori informazioni, visitare www.angkhangstation.com.
– Giardino dei Bonsai si trova di fronte alla stazione. Il giardino e’ composto da piante di zone temperate e invernali provenienti dalla Tailandia e dall’estero, che sono tutte decorate, tagliate e piantate con tecnica Bonsai. Visitando il giardino bonsai, i visitatori possono anche vedere piantagioni di erbe. Il periodo migliore per una visita è da novembre a gennaio.
– Ban Mu Khum è un villaggio situato vicino alla reale stazione agricola. Si tratta di una piccola comunità che comprende persone di razze diverse, quali birmani, Hwa, e Thai Yai che si sono stabiliti nella zona e gestiscono negozi di souvenir e ristoranti.
– Punto panoramico di Kiu Lom è un punto ideale per guardare l’alba e il tramonto, tra cui un mare di nuvole. Si affaccia sull’atmosfera deliziosa delle montagne. In una giornata limpida da qui si puo’ vedere l’Ang Khang Royal Agricultural Station.
– No Mu Ban Lae è sul confine tra Thailandia e Birmania. Il popolo dei No Lae migrarono qui dal Myanmar circa 15 anni fa. Essi parlano la loro lingua e sono buddisti. Il villaggio No Lae offre una magnifica vista del paesaggio naturale che si trova al confine tra Thailandia e Birmania.
– Mu Ban Khop Dong è casa dei Musoes. Gli appartenenti a questa tribù credono nei fantasmi e negli spiriti e si attengono a semplici stili di vita. Un progetto reale sostiene questo villaggio promuovendone l’agricoltura e l’artigianato. Il progetto delle giovani guide locali è in corso di sviluppo e servira’ a mostrare ai visitatori lo stile di vita e le credenze locali, nonché a creare una consapevolezza di non-migrazione nei giovani locali.
– Mu Ban Luang e’ un villaggio formato da cinesi immigrati dallo Yunnan durante la seconda guerra mondiale. Si guadagnano da vivere con l’agricoltura.
– Mu Ban Luang anche questo villaggio e’ abitato da cinesi emigrati dallo Yunnan durante la seconda guerra mondiale. Si guadagnano da vivere con l’agricoltura.
– Ang Khang Natural Resort, attualmente l’offre le seguenti attività:
Trekking di studio della natura, dura 2 km e mostra piccole ma belle cascate e rododendri.
Mountain bike: Ban Khum- No Lae, Ban Luang-Ban Pha Daeng.
Birdwatching – Da qui si possono osservare più di 1000 specie di uccelli. I migliori luoghi sono la stazione forestale di Mae Phoe e attorno al Ang Khang Natural Resort.
Guida di muli si fa meglio seduti dalla parte laterale perché la sella ampia, non consentirà uno stile equitazione. La prenotazione va effettuata con il villaggio almeno un giorno in anticipo dato che i muli sono normalmente utilizzati per il trasporto agricolo.
Stazione di ricerca botanica di Bo Kaeo 
questa stazione, che ha piante di pino e di eucalipto occupa un’area di 335 ettari gode di un clima fresco e umido tutto l’anno.

Parco nazionale di Mae Tho,

il parco si trova a circa 160 km dalla città di Chiang Mai. Per arrivarci, prendere la strada Hot-Mae Sariang a Mae Tho per 16 km, al km. 55, imboccare la strada sterrata che e’ ripida e curva. Solo i veicoli in buone condizioni sono raccomandati. L’Ufficio Nazionale Parco Mae Tho si affaccia su altipiani, abitati dai Karen, dove si trovano molte risaie. Camping e trekking sono possibili contattando l’ufficio del parco nazionale.

Lago Doi Tao,

il lago si trova a circa 133 km dalla città di Chiang Mai lungo il percorso Chiang Mai-Hot-Doi Tao. Questo grande lago artificiale è in realtà situato sopra la diga di Bhumibol in provincia di Tak. Il lago offre molte opportunità ricreative durante le stagioni piovosa e quella fresca, tra cui rafting e servizi di crociera nella diga Bhumibol. Alloggi sono disponibili.
Parco nazionale Si Lanna,
è ricco di foreste verdeggianti piene di fauna selvatica che sono fonte di diversi affluenti del fiume Mae Ping. Il parco si estende su una zona montuosa di 105,519 ettari nei distretti di Phrao, Mae Taeng, e Chiang Dao. Il biglietto di ingresso e’ di 100 baht per gli adulti e 50 baht per i bambini. Per ulteriori informazioni, si prega di chiamare 0 2562 0760 o visitare il sito www.dnp.go.th.
Attrattive nel parco nazionale di Si Lanna sono:
– La cascata Lun Hin Lai a 9 livelli che si trova nella foresta Mae Ngat, in amphoe Phrao. E’ piena d’acqua tutto l’anno e cade verso il basso da una montagna. La cascata unica ha molti livelli, il livello superiore, in particolare, è un punto di vista ideale per osservare lo splendido paesaggio del distretto di Phrao. Per arrivarci, guidare sulla strada Chiang Mai-Phrao per 85 chilometri, girare a sinistra e continuare per 4 km su una strada sterrata. Solo i veicoli a quattro ruote possono fare il viaggio.
– Diga Mae Ngat Sombun Chon si trova al km. 41 sul Mai-Chiang Fang Road e poi girare a destra per 11 chilometri. L’area ha una foresta molto panoramico. Zattere a conduzione privata e ristoranti sono disponibili tutto l’anno. Altri siti di interesse nella zona includono le cascate Huai Mae Rangong e Huai Pa Phlu, la grotta Pha Daeng e il trekking di studio della natura di Doi Mae Wa Hang, che si trova a circa 4 chilometri dalla sede del Parco Nazionale.
Per raggiungere l’ufficio del parco: guidare lungo la Highway No. 107, rotta Chiang Mai-Fang, e poi girare a destra per il bacino idrico di Sombun Chon proseguendo lungo la strada per 12 chilometri, lungo questa strada, ci sono bancarelle che vendono lime profumato. Non ci sono alloggi disponibili ma si puo’ campeggiare nella zona di Huai Kum, che si trova vicino all’Unita’ di Conservazione 6 di So Ro. Huai Kum e’ circa al km. 260 lungo il percorso Chiang Mai-Fang.

Parco nazionale di Mae Ta-khrai,

Il parco copre un’area di 350 chilometri quadrati nelle provincie di Chiang Mai e Lamphun, con un paesaggio di aspre montagne che arrivano a fino a 2030 m. Ci sono diversi pinete, foreste sempreverdi e miste sui monti e nei pendii della valle, che sono la fonte di torrenti che alla fine danno origine al fiume Ping. L’area della foresta è l’habitat di uccelli diversi, cervi, gibboni, cinghiali, ecc Il clima è generalmente fresco e ventilato, anche se l’estate può diventare piuttosto caldo.
Attrattive:
– Diga Mae Ta-khrai qui si trova la sede del parco posta in mezzo a foreste miste e boschetti di bambù. un sentiero per lo studio della natura di 3 km circonda la diga.
– Cascata Tat Moei alta 15 metri è molto spettacolare, soprattutto nella stagione delle piogge quando il suo flusso è a pieno regime. La cascata si trova a circa 16 chilometri dalla sede del parco e raggiungibile con una passeggiata di 3 km attraverso i boschi.
– Cascata Mae Ta-khrai si tratta di una cascata a un unico livello, si trova a 6 km dalla sede centrale del parco. Lungo la strada, ci sono vari tipi di piante, funghi e fiori selvatici.
– 2 punti di vista panoramici si trovano sulla Mae Ta-khrai – Huai Kaeo Road. Il primo è al km 6, e offre viste panoramiche sulle montagne che segnano il confine tra la provincia di Chiang Mai e la provincia di Lampang. Il secondo è a 600 metri di distanza, ed è pure abbastanza impressionante. In particolare, possiede una visione mozzafiato della citta’ di Chiang Mai e del Doi Suthep. Di notte, le luci scintillanti della città che si vedono guardando in basso sembrano creare un mare di stelle sulla terra, immersa tra le braccia della valle.
– Doi Langka o Phu Langka Luang, con un’altitudine di 2030 m sul livello del mare, questa è la quinta montagna più alta del paese. Il clima è fresco e freddo tutto l’anno. Un’ampia aperta pianura erbosa attraversa la cima della montagna. La zona è particolarmente bella tra febbraio e marzo, quando l’Azelia (Rhododendron sp.) e’ in piena fioritura. Langka Phu Luang si trova 50 chilometri a nord della sede del Parco. Per arrivare qui partire dal villaggio di Kamphaeng Hin, poi con un’escursione di 12 chilometri raggiungere la cima della montagna. A piedi si puo’ anche fare un’escursione dal Doi Langka al parco nazionale di Khun Chae. Il viaggio dura 2 giorni. I visitatori possono fare l’escursione all’andata e il viaggio di ritorno in auto.
Per arrivare al parco nazionale di Mae Ta-khrai dalla città di Chiang Mai, prendere l’highway 1006 che porta all’amphoe reale Mae-on. All’incrocio di fronte alla scuola Pao Sam Kha svoltare a destra sull’highway 1229 e proseguire per 4 chilometri dal Check Point 1. Dopo altri 10 km svoltare a destra in direzione di Ban Huai Kaeo. Il quartier generale del parco e il luogo di controllo della diga sono circa 800 metri più avanti. Al punto di controllo della diga ci sono 2 campeggi.
Per maggiori informazioni contattare Mae Ta-khrai National Park, Tambon Tha Nuea, Amphoe Mae On, Chiang Mai 50130, o National Park Centre, Chiang Mai Forest Office 50000, tel. 0 5381 8348.
Parco nazionale Op Khan,
il parco vanta una rilevante varietà di piante e animali selvatici di rilevanza nazionale e con la sua tranquillità offre una via di fuga ideale per godere una bellezza naturale selvaggia e incontaminata. Si estende su aree di Samoeng, Hang Dong, Mae Wang, e San Pha Tong, con una superficie approssimativa di 484 kmq. Le caratteristiche geografiche del parco sono costituite da alte montagne ignee e calcare. Yod Khun Thian è la vetta più alta, con un’altitudine di 1.550 m. Nella zona ci sono pini sempreverdi e boschi misti. Op Khan è la fonte di molti fiumi e gole che sfociano nei fiumi Mae Wang, Win e Khan.
Inoltre, la bella e aromatica orchidea ‘Ward Dendrobium’ (Dendrobium Wardianum Warner) si trova solo in questa zona della Thailandia. Ogni anno in gennaio questa splendida orchidea lascia attoniti per la sue fioriture. Il suo nome thai Ueang Manee Tri Rong “gioiello tricolore’. I suoi petali sono per lo più bianchi, con bordi viola alle loro punte, le parti centrali sono di colore giallo, marrone al centro, l’insieme di questi colori da’ un aspetto unico e bellissimo.
Il Parco offre numerose attrazioni, fiumi, cascate, colline e pianure con villaggi tradizionali. Gli animali selvatici che si trovano nel parco nazionale includono gorals, i Muliacus Muntjak, orsi, gatti, cervi topo, zibetti palma, conigli selvatici, cinghiali, scimmie, loris lento, manguste, istrici, scoiattoli, toporagni, ratti, ecc…
Le attività nel parco comprendono: campeggio, trekking, percorsi naturalistici, caverne, turismo geologico.
– Op Khan Gorge è un posto strano e bello un’attrattiva naturale, che è a soli 450 metri dal quartier generale del parco, raggiungibile a piedi. Nasce dall’erosione delle rocce su entrambi i lati del fiume Mae Khan. Il fiume scorre attraverso 30 metri di alte scogliere da un lato e dall’altro.
– Huai Ya Si trova a circa 1 km dalla sede centrale. E’ una sezione curva del fiume Khan Mae, dove il fiume cambia direzione. La curva è di quasi 90 gradi, e quindi rallenta il flusso del fiume considerevolmente. Entrambe le rive del fiume sono coperte con Ya Si (Leersia hexandra SW), una pianta verde con fiori bellissimi. Huai Sai Ya è una piccola gola poco profonda adatta per il nuoto. La zona offre uno scenario mozzafiato, un’atmosfera tranquilla e il suono rilassante del sinuoso fiume Mae Khan che fluisce lungo le sue rive rocciose.
– Pha Toob e’ una piccola scogliera in piedi accanto a una collina, si trova a circa 500 metri dal Huay Ya Si. Alla base di Pha Toob, ci sono detriti che si estendono fino al fiume Mae Kham. le rocce sono state scolpite in forme interessanti.
– Il torrente Huai Pong dista circa 2 km dalla sede centrale, ed è adatto per il nuoto. I visitatori possono anche godere dei fiori selvatici lungo i sentieri.
– La cascata Mae Tian è a un singolo livello, le sue acque provgengono dal fiume Mae Tian. Vicino a questa cascata si trova una centrale elettrica che la sfrutta per produrre elettricità.
– Tham Takkatan o Grotta Cavalletta, e’ un’ampia grotta con molte stalattiti e stalagmiti. Ci sono anche antiche immagini scolpite che ornano le pareti della grotta.
– Oltre a queste attrattive il parco nazionale di Op Khan contiene Tham Doi Ton, e le fonti calde di Mae To, ci sono altre cascate che i visitatori possono esplorare come cascata Khun Puai, cascata Morakot, cascata Mae Mud, cascata Khun Win e cascata Mae Wang. Inoltre, il parco offre percorsi naturalistici per passeggiate a piedi.
Come alloggi e strutture ci sono bungalow e campeggi disponibili con prenotazione anticipata. Attrezzate per il campeggio con cibo e bevande sono disponibili dalle ore 08.00 alle ore 18.00. Per contatti: Op Khan National Park, Tambon Nam Phrae, Amphoe Hang Dong, Chiang Mai 50230 o Chiang Mai Regional Forest Office, tel. 0 5381 8348.
Per arrivare qui da Chiang Mai guidare lungo la Highway No.121 fino a Hang Dong per circa 15 km, una strada panoramica che abbraccia un canale di irrigazione. Poi girare a destra sulla Namprae – Op Khan Ro Pho Cho Road e andare avanti per circa 10 km. Si noti che la strada è ripida e sinuosa!
Montagna Doi Mon Chong 
e’ situata all’interno del santuario per la fauna selvatica di Omkoi che copre aree in Amphoe Omkoi, nella provincia di Chiang Mai, e Amphoe Sam Ngao nella provincia di Tak, Doi Mon Chong è un bellissimo rifugio di montagna nel nord della Thailandia. Le attrattive includono capre di montagna quasi estinte e quindi protette, nonché panorami alpini mozzafiato. Le Azelia (Rhododendron sp.), più grandi di Thailandia, che fiorisce da dicembre a gennaio e adorna le montagne con i fiori rossi, rosa e dai petali bianchi. Il paesaggio include pacifiche, ampie colline e larghe pianure erbose. Le foreste e le pianure sono la patria di molti uccelli rari e di altre creature. Escursioni fino al Doi Mon Chong possono essere fatte in un giorno, ma e’ un viaggio molto faticoso che non dovrebbe essere iniziato dopo le 6:30 del mattino. Gli escursionisti sono invitati a trascorrere almeno 2 giorni e 1 notte per una visita piacevole. Inoltre, un’autorizzazione preventiva deve essere richiesta all’Omkoi Wildlife Sanctuary all’Unità Musoe, dove si trova l’ufficio del Wildlife Sanctuary.
Per arrivare qui in macchina da Chiang Mai, prendere l’autostrada 108, quindi svoltare a sinistra ad Amphoe Hot entrando sulla highway 1099 e continuare per Amphoe Omkoi. L’Unità Musoe si trova sulla sinistra dopo 40 chilometri. Da l’unità all’inizio del trek occorre prendere una strada sterrata di 16 chilometri, la strada e’ panoramica ma ha molte curve, occorre una macchina 4×4 e un abile pilota.
Gli autobus partono dalla porta Chang Phueak in Chiang Mai, portando i passeggeri al centro Omkoi. Il servizio inizia alle 08:00. Mr. Det Soemmatiwong porta i passeggeri con un ferry da e per l’inizio del sentiero, chiamatelo al 0 5346 7109. I visitatori possono acquistare i materiali di consumo in Omkoi. Un portatore può essere noleggiato per 150 baht al giorno.

Parco nazionale Doi Wiang Pha

Questo parco copre aree nei distretti di Chai Prakan e Fang, nella provincia di Chiang Mai. Quest’area offre lo spartiacque per molti grandi fiumi, in particolare il fiume Fang, nonché rami di fiume Lao, come il Mae Fang Luang, il Mae Fang Noi, e il fiume Yang Min.
Le caratteristiche geografiche del parco nazionale sono costituite da alte montagne, che si estendono verso nord e formando un confine tra le provincie di Chiang Mai e Chiang Rai. Doi Wiang Pha è la montagna più alta del parco nazionale, con una elevazione di 1.834 metri sul livello del mare. I boschi della zona sono foreste sempreverdi e miste. Il tempo qui può essere diviso in 3 stagioni. La stagione delle piogge dura da maggio a ottobre, e di solito piove più pesantemente nel mese di settembre. L’inverno è da novembre a febbraio, quando il clima è fresco e invitante – ideale per i viaggi. Le mattine d’inverno tendono ad essere nebbiose. Marzo-aprile è la stagione estiva, quando il clima è piuttosto caldo.
Ci sono diverse varietà di foreste vergini nel parco nazionale, tra cui sempreverdi, pini, foreste di legname e boschi misti, a seconda dell’altitudine delle aree. I tipi di alberi principali sono teak, gomma, Leguminosae (Pradu), Michelia Alba, Pinus Merkusii Jungh, diversi tipi di Lithocarpus Cantleyanus (Ko), e inoltre molti tipi di muschi, felci, orchidee, ecc…
Grazie alla sua abbondanza di foreste, le varietà di piante, e altitudini diverse, il Parco Nazionale è diventato la fonte di cibo e l’abitazione per i diversi tipi di animali selvatici tra cui Muntiacus Muntjak, cinghiali, gorals, istrici, conigli selvatici, scimmie, civette della palma, scoiattoli, toporagni e diversi tipi di uccelli come il Copsychus malabaricus, tortore, falchi, galline, ecc…
Il Parco vanta grandi punti panoramici, dove i visitatori possono sperimentare il fascino naturale della catena montuosa dall’alba, al crepuscolo. Molte piante d’alta quota si trovano sulla cima della montagna, come Azelia (Rhododendron sp.) e ci sono anche molti tipi di erbe e fiori.
Il Parco contiene numerose cascate, ma la maggior parte di loro sono di difficile accesso perché il paesaggio del parco è ancora in fase di sviluppo. La cascata che è più accessibile è la Huai Sai Khao. Si trova nella zona della sede del parco. Huai Sai Khao è una cascata a tre livelli con una piscina adatto per nuotare. Il getto dell’acqua è più potente da maggio a novembre. Il livello più alto è di sabbia in quanto la roccia sopra la cascata è in pietra arenaria. L’ambiente intorno alla cascata è talmente umido che tutte le rocce sono ricoperte con muschio verde.
Altre cascate della zona sono Mae Fang Luang, Doi Wiang Pha e Huai Han, sono tutte piccole cascate.
Il Parco ha due bungalow, contattare Doi Wiang Pha National Park. P.O. Box 14, Amphoe Chai Prakan, Chiang Mai, Thailandia 50320. Tel.0 2562 0760.
Per arrivare qui in auto dalla città di Chiang Mai, prendere l’highway No.107 per circa 125 chilometri. 2 km prima di raggiungere al distretto di Prakan Chai avrete l’ingresso alla scuola Si Dong Yen di fronte e l’ingresso al parco dall’altra parte. Proseguire per altri 12 chilometri fino alla sede del Parco.

Centro conservazione e allevamento delle api

e’ fondamentalmente un centro di ricerca sulle api anche se tiene anche un allevamento di grilli. Prodotti derivanti dalle api sono prodotti qui mentre i grilli vengono allevati per l’alimentazione animale. I risultati della ricerca vengono diffusi agli agricoltori all’interno dell’area. I visitatori sono riuniti in gruppi e forniti di una guida, strutture turistiche sono disponibili, tuttavia, il centro non offre alloggio. Un contatto precedente e’ richiesto per visitare il centro che si trova in Mu 1, Ban Tong Kai, Nong Khwai sub-district, Hang Dong District, Chiang Mai 50230.

Centro reale di ricerche sull’agricoltura

è composto da 2 sub-stazioni. La prima stazione si compone di campi dimostrativi per la ricerca, la raccolta, e l’allevamento di varie piante, la seconda stazione, situata nel sottodistretto di Mae Win si occupa principalmente di ricerca di frutta e fiori di zone temperate e di caffe’, Arabica. Il centro funge anche da fonte di informazioni completo di guide per le visite di istruzione e formazione. Alloggi e servizi di base sono disponibili. sulla base di contratti precedenti. Il centro si trova a Mu 1, Ban Tong Kai, Nong Khwai sub-district, Hang Dong District, Chiang Mai 50230 e Mu 10, Tambon Mai Win, Amphoe Mae Wang, Chiang Mai,tel. 0 5343 2275, fax. 0 5343 2276.
Stazione sperimentale agricola di Mae Chon Luang,
immersa, nella bellissima valle di Amphoe Mae Chaem, la stazione sperimentale è situato in un luogo ideale per l’agriturismo. I suoi pendii collinari sono stati sistemati in piantagioni a gradini, che offrono sereni panorami di montagna. La stazione si occupa di ricerche su piante tipiche delle zone temperate che sono alternativamente in fiore e producono frutti tutto l’anno. La vista e’ particolarmente impressionante nella stagione fredda, in dicembre, quando i fiori di ciliegio sono in piena fioritura, e quando l’area è coperta in incantevoli petali rosa e bianchi. I visitatori potranno esplorare aiuole con fiori da clima fresco, piantagioni di vegetali organici, frutteti di vario tipo, come ad esempio pera, fragola, frutto della passione, castagno e maccadamia. Un altro punto interesante, in particolare per gli amanti del tè, sono le piantagioni di tè, che producono vari tipi di questa bevanda, qui i visitatori potranno dilettarsi nella degustazione di tè cinesi di qualità superiore e verde. Ultimo ma non meno importante è la degustazione del Yam Bai Cha, che e’ un piatto tradizionale tailandese piccante agrodolce fatto con un’insalata di foglie di tè, una specialità a disposizione dei visitatori solo in questa stazione agricola.
La stazione e’ in grado di fornire alloggio e servizi diversi, per l’alloggio e’ disponibile un grande bungalow per 40-50 persone, così come alloggio formato da 2 dormitori separati per uomini e donne, comprensivo di zone di cottura. Inoltre, ci sono due campeggi per circa 100 persone al belvedere, che si trova in mezzo a un fantastico paesaggio, tra montagne mozzafiato, circondato da fiori colorati e alberi di pino. Aggiungete i padiglioni per il relax, belle trattorie, e avrete a dispone un luogo ideale per trascorrere una vacanza. Gli alloggi e le strutture sono ben sviluppate e si fondono nel paesaggio naturale che continua ad offrire un ambiente intatto senza sacrificare il comfort per l’atmosfera, offrendo ai visitatori la possibilita’ di sentirsi veramente parte della natura. I pasti sono forniti dai membri dello staff con prenotazione anticipata, oppure i visitatori possono anche preparare il cibo da se stessi. La stazione stessa è una fonte di ingredienti freschi come ortaggi, frutta, etc. Per ulteriori informazioni, chiamare il 5343 0 2207.
Allo stato attuale, non ci sono trasporti pubblici per arrivare alla stazione, che si trova nella zona di Ban Hmong Khun Wang, un villaggio della tribu’ degli Hmong, L’indirizzo e’ Mu 6, Tambon Mae Na Chon, Amphoe Mae Chaem, Chiang Mai. Ai visitatori si consiglia di utilizzare un mezzo a 4 ruote motrici, oppure di affittare una songthaeo, un camioncino con due file di sedili lungo i lati, ai piedi del Doi Inthanon.
Ci sono due strade per arrivare alla stazione: La prima è di circa 120 chilometri di lunghezza e richiede circa 3 ore. Dalla città di Chiang Mai, prendere la Chiang Mai – Hot, via Amphoe Chom Thong, girare a destra verso il Doi Inthanon e proseguire fino ad arrivare al km 31. Girare a destra e oltrepassate il Centro reale per lo sviluppo del Doi Inthanon. Proseguendo per circa 16 chilometri i visitatori potranno arrivare al Centro Reale per Ricerche Agricole di Chiang Mai, in Khun Wang. Girare a sinistra e proseguire per altri 6 km.
Il secondo percorso è di circa 92 chilometri e necessita di circa 2 ore e mezzo. Si parte da Chiang Mai via Amphoe San Pa Tong, dove si svolta a destra sulla highway No.1013 che porta a Amphoe Mae Wang. Passata Mae Wang, girate a sinistra, e questa strada tortuosa proseguira’ attraverso le montagne, via Ban Nong Tao, Ban Pa Kluai e Ban Pong Lom Raeng. Girare a destra e proseguire per altri 9 chilometri.
Le vicine attrazioni interessanti sono:
– Mae Khun Wag, un villaggio della tribu’ degli Hmong, situato a nord del Stazione sperimentale agricola di Mae Chon Luang, a 20 minuti di guida. I visitatori possono visitare la tribu’ degli Hmong, osservarne lo stile di vita e ammirare le loro stoffe finemente cucite im modo intricato.
– Cascata Sirirat dalla stazione, proseguendo in direzione ovest, i visitatori troveranno una svolta che porta alla cascata, accessibile solo a piedi, con una passeggiata di 10 minuti dal parcheggio. Il pesante flusso d’acqua della cascata e’ perenne. Ai visitatori si consiglia di indossare scarpe adatte, perché il sentiero è scivoloso e ripido.
Parco nazionale Pha Daeng 
in precedenza chiamato Parco nazionale di Chiang Dao. E’ situato nel nord della Thailandia, vicino alla città di Chiang Mai, copre un”area di Amphoe Chiang Dao, Amphoe Wiang Haeng e Amphoe Chai Prakan. Il parco di 1,155 chilometri quadrati comprende alte montagne e valli profonde dove crescono foreste verdeggianti. Sono le montagne calcaree di questo settore che alimentano i torrenti spumeggianti che alla fine danno origine al grande fiume Mae Ping.
La piu’ alta vetta del parco è Doi Puk Phak Ka, che si alza per 1.794 metri sul livello del mare e offre fantastiche viste panoramiche della zona, tempo permettendo, comunque anche in tempi nebbiosi, il panorama può essere abbastanza sorprendente. Il luogo offre clima fresco tutto l’anno.
Le attrattive del parco sono:
– La cascata Si Sangwan, una bella cascata calcarea che e’ solo a 150 metri dal l’ufficio del parco. La cascata è alta circa 20 metri e ha una bellezza idilliaca, e’ immersa in una lussureggiante foresta verde, con una zona circostante adatta al relax.
– Cascata Huai Hok, perfetta per gli amanti dell’avventura, 8 ore di cammino dall’ufficio del parco sono necessarie per raggiungere questo gioiello immerso in una profonda foresta. E ‘accessibile solo a piedi. E’ una cascata a un livello, alta circa 20 metri che si getta giu’, con schizzi spettacolari, un grande bacino di acqua cristallina circondato dal verde.
– L’origine del fiume Ping, il Mae Ping è uno dei quattro grandi fiumi del Nord della Thailandia. Nasce da una piccola sorgente che scorre dalle rocce della montagna, ed è accessibile solo a piedi, il viaggio dura circa 2 ore dall’ufficio del parco. Gli abitanti dei villaggi locali venerano questa fonte come un luogo sacro. Ogni anno all’inizio della raccolta del riso, gli abitanti tengono riti speciali per rendere omaggio allo spirito del fiume, ringraziandolo per la sua benevolenza e chiedendo scusa per eventuali possibili insulti. Con questi riti si pensa di inaugurare una buona stagione per il raccolto. Gli abitanti sono gentili e hanno un profondo rispetto per la natura che venerano in tutte le sue manifestazioni. Questi riti annuali servono anche per purificare le persone, e per garantire un ambiente naturale caldo e sereno.
– Fonte calda di Pong Ang, la temperatura di questa sorgente naturale di acqua calda è di 70 – 80 gradi Celsius. Si trova 3 chilometri a sud dell’ufficio del parco. E’ una piccola piscina naturale di acqua calda con l’acqua che scorre tutto l’anno ed è anche un luogo ideale per l’osservazione degli uccelli.
– Doi Pha Tang e’ un’alta montagna rocciosa con una gigantesca pietra rotonda in piedi su di essa. Si trova nei pressi del km 93 sulla Strada Statale 107, Chiang Mai – Fang. Da dicembre-gennaio, la fioritura dei Sakura fornisce uno scenario pittoresco. Questa zona ospita cinesi Haw, Hmong e Yao. Dalla cima della montagna, i visitatori possono godere di viste panoramiche di aree rurali Thai e Lao. La montagna è più frequentata durante l’inverno quando i fiori di ciliegio sono in piena fioritura e un mare di nebbia copre l’intera area.
– Cascata Pang Tong, questa bella cascata è nascosta tra la lussureggiante verde foresta verde del parco nazionale. Originata dalle acque del fiume Khun Mae Ngai, la cascata è noto per una caratteristica interessante: l’acqua scorre attraverso canali sotterranei per 60 m prima di uscire attraverso fori sulla superficie della scogliera e diventare una cascata abbagliante con 3 livelli e 2 sezioni.
Oltre alle sue numerose cascate, nam tok, e ruscelli gorgoglianti, il parco nazionale Pha Daeng offre attrattive come grotte, tham, che sono gioielli esotici con stalattiti e stalagmiti, come Tham Pha Chan, Tham Doi Klang Mueang, e Tham Huai Cha Khan. Ci sono comunque molte altre belle cascate dove i visitatori potranno godere della bellezza paesaggistica che si mescola con i rilassanti suoni provenienti dalla giungla come Namtok Thung Kaeo e Op Ping.
Il parco vanta uno splendido sentiero della natura, di 2,5 km che si snoda attraverso un mix di foresta decidua e degrada dolcemente Il percorso dovrebbe richiedere all’escursionista medio 2-3 ore per essere completato, informazioni sono disponibili presso il Centro visitatori, che è aperto tutti i giorni dalle 08.30 alle 16.30. Il parco nazionale è abbellito da una grande varietà di flora ed è sede di fauna di molti tipi.
Gli uffici del parco offrono campeggi e due bungalow. La prenotazione anticipata è necessaria, si puo’ attraverso fare http://www.dnp.go.th, o telefonando al 0 5381 8348 oppure al 08 1883 7371.
Per arrivare qui prendere l’highway 107, Chiang Mai – Fang fino al km 79, poi girare a sinistra e proseguire lungo l’highway 1178 per circa 24 chilometri fino a Ban Na Wai. Girare a sinistra e proseguire per altri 150 metri fino all’ufficio del parco.
Centro reale del progetto di sviluppo di Huai Luek,
il centro funge da modello di sviluppo dimostrativo per la gente delle tribù della colline e si basa sulla filosofia di promuovere la tecnologia agricola fra gli agricoltori delle tribù. Il sito è aperto al pubblico che puo’ vedere progetti pilota per verdure, fiori, piante da frutta, le piantagioni degli Hmong e il fiume Poi. Inoltre, la fondazione ha il suo negozio di vendita di prodotti freschi. Tours completi con guida possono essere organizzati su prenotazione, la prenotazione e’ anche consigliata per le visite di gruppo. Servizi igienici e aree di parcheggio sono disponibili.Si trova a Ban Huai Luek, Bueng Khong sub-district, Chiang Dao District, Chiang Mai. Tel. 0 5345 1116, fax. 0 5322 9635

Stazione di ricerca agricola Pa Kia Doi Chiang Dao,

questa stazione di ricerca è amministrata dalla Facoltà di Agraria, dell’Università di Chiang Mai. E ‘situata in una bellissima zona da cui i visitatori possono vedere chiaramente il Doi Luang Chiang Dao. La zona è piena di uccelli, il che la rende un luogo ideale per il bird watching. Nella stagione fredda le montagne sono ricoperte da un mare di nebbia al mattino, e il cielo di sera e’ scuro, pulito e pieno di stelle. Le luci della citta’ di Chiang Dao scintillano molto al di sotto.
Per arrivare qui prendere l’highway 107 da Chiang Mai via Mae Rim e Mae Malai, i visitatori possono acquistare cibo e altro al mercato di Mae Malai, e Mae Taeng. Continuare fino a raggiungere Ban Mae Na, dove occorre girare a sinistra quando si incontra il segnale stradale indicante “Mae Taman Watershed Management Unit”. Dopo circa 21 km c’è un incrocio, girare a destra, questa strada è ripida e sterrata e porta ai villaggi di Pang Hong e Pang Hang. La strada continua e si fa più ripida. Proseguire dritto passare il bivio per il Den Pa Ya Khat Ranger Station. Girare a destra verso la scuola San Ban Pa Kia. Da qui, continuano per Mae Taman Watershed Management Unit. La stazione di ricerca è a circa 500 m lungo una strada, che è molto ripida.
Dalla stazione, i visitatori possono tornare indietro con la highway 107 passando per il villaggio di Kaeng Phan Tao. Circa 12 km dalla stazione, i visitatori troveranno un incrocio. Girare a destra o a sinistra vi porterà alla strada principale. Andando a destra, la strada passa per il villaggio di Pak Iak, dove ci sono piantagioni di te’ e una tribu’ delle colline. La strada è asfaltata, ma è ancora piuttosto ripida. Essa conduce al villaggio di Kaeng Phan Tao Village e alla Highway 107.
Dormitori per gli studenti della Facoltà di Agraria sono disponibili, così come bagni e cucine attrezzate con utensili, ma i visitatori devono portare il proprio cibo. La quota è di 50 baht a persona per notte. I visitatori sono invitati a richiedere l’autorizzazione presso la Facoltà in anticipo contattando il Pa Kia Doi Chiang Dao Agricultural Research Station, Faculty of Agriculture, Chiang Mai University, almeno con 10 giorni di anticipo. Tel. 0 5322 2014 o 0 5394 4052.

Cascata Mae Sa

e’ una famosa cascata a 8 livelli che si trova al Km. 7 lungo la Mae Rim-Samoeng si trova in un ambiente naturale tra alberi altissimi e ha una bella brezza tutto l’anno.

Parco nazionale Khun Khan

Ci sono vari tipi di foreste vergini all’interno di questo parco nazionale, tra cui sempreverdi, foreste di pini, foreste miste. I principali tipi di alberi sono gomma, Malabar Ironwood, Teak e Redwood. Gli animali presenti nel Parco Nazionale comprende cinghiali, uccelli della giungla, istrici, volpi, scoiattoli volanti, pipistrelli, manguste, gibboni e l’hornbill.

Sorgenti calde di Fang

sono sorgenti termali situate in Ban Pin, che si trova circa 8 chilometri a nordovest della città di Fang. Le acque termali provengono da granito bollente con una temperature da 90 a 100 gradi Celsius. Degna di nota è la fonte più grande che costantemente fa uscire getti di vapore di zolfo fortemente profumato.