Logo di sawadee
Wat Phra That Doi Suthep

Chiang Mai wat e stupa

Chiang Mai wat e stupa

Wat Chiang Man 

Wat Chiang Man
Wat Chiang Man

 

 

>

 

 

 

 

e’ il primo e più antico tempio della città di Chiang Mai, e’ stato costruito nel 1296 da re Mengrai, il fondatore della citta’, che lo uso’ come residenza, cosi porta iscritto una lastra in pietra conservata nel tempio e risalente al 1581 Si pensa si si trovi nel luogo usato come accampamento durante la costruzione della citta’. Il vihan piu’ piccolo contiene statue venerate: un piccolo bassorilievo indiano alto da 20 a 30 centimetri che la leggenda vuole venuto da Sri Lanka o dall’India circa 2500 anni fa ma che nella realta’ gli scienziati collocano intorno all’VIII secolo anche in considerazione del fatto che nessuna immagine del Buddha fu mai costruita nei 500 anni successivi alla sua morte. E’ il Buddha Phra Sila e sopratutto il minuscolo, 10 centimetri, Phra Buddha Setang Khamanai del VII secolo, intagliato nel cristallo, in posizione seduta, al quale si attribuisce il potere di far piovere. Si pensa sia originaria di Lavo, Lopburi, ma la sua storia ricorda quella del Buddha di Smeraldo dato che fu spostato piu’ volte fra Laos e Thailandia. I murali alle pareti sono stati fatti nel 1996 per celebrare i 700 anni della citta’, rappresentano scene dalla vita del fondatore, Mengrai. Questa cappella e’ aperta dalle 09:00 alle 17:00.
Nel tempio interessante e’ anche il chedi in stile Lanna sostenuto da file di elefanti a forma di contrafforti e massicce colonne in teak all’interno. E’ del XIX secolo e ospita una magnifica raccolta di bronzi. ll tempio ospita anche un’immagine antica e preziosa di Buddha chiamata Khao Phra Kaeo e una lastra in pietra con iscrizioni criptiche in lettere thai che dicono che la lastra segna il luogo dove mori’ re Mengrai. Nessun edificio e’ originario, anche il chedi attuale e’ probabilmente una replica di quello costruito nel XV secolo con questo non si intende assolutamente dire che il wat non abbia importanza architettonica anzi esso si presenta con tutte le caratteristiche di un tempio thai del nord. Wat Chiang Man si trova fuori Ratchapakhinai Road, nell’angolo nord-est della città vecchia.

Wat Phra Sing 

Wat-Phra-Singh
Wat-Phra-Singh
Si trova sulla Sam Lan Road, In precedenza, fino a 1345, in questa zona si trovava il mercato di Wat Chiang Li, il re Pa Yu, il quinto re della dinastia Mengrai comando’ di costruire questo tempio e un chedi di 24 metri contenente le ceneri di suo padre, il vihan che ospita la sacra immagine Phra Singh fu completato fra il 1385 e il 1400.
Il wat ospita il piu’ completo esempio di cappella, vihan, in stile Lanna e la venerata immagine del Buddha Phra Phutthasihing, il Buddha Leone, nell’atteggiamento di sottomettere Mara. Questa immagine e’ considerata la piu’ importante e sacra di Chiang Mai e si pensa che sia stata portata qui da Ceylon durante il periodo di Sukhothai, cio’ anche se lo stile dell’immagine poco ha di cingalese mentre assomiglia di piu’, per non dire e’ identica, a due immagini che si trovano in Nakhon Si Thammarat e Bangkok. Seguendo la regola che la maggior parte delle principali immagini immagini sacre thailandesi deve aver molto viaggiato, anche questa lo ha fatto. E’ stata a Sukhothai, Ayutthaya, Chiang Rai, Luang Prabang. Quel che e’ certo e’ che di questa immagine nessuno sa e puo’ stabilirne l’origine, fatto che in se stesso la avvolge di un’area di mistero. Durante il festival Songkran, ogni anno dal 13 al 15 aprile, la gente porta la sacra immagine di Buddha in processione per la città di Chiang Mai per la tradizionale balneazione. Nel 1922 la testa originale della statua fu rubata e fu sostituita da una replica.
Lo stupa principale di wat Phra Singh e’ circolare, a forma di campana, in classico stile Lanna con base ottogonale. Viharn Lai Kham e’ una piccola cappella, dopo lo stupa. Quest’edificio e’ sicuramente uno dei piu’ eleganti di Chiang Mai, ed e’ preceduto da una scala fiancheggiata da Naga. Le sculture in legno e gli stucchi del tempio sono stati restaurati nel 1927. Contiene meravigliosi murali che risalgono al XVIII secolo, 1870, e che sono molto famosi. I dipinti alla parete nord disegnati da artisti di etnia cinese probabilmente addestrati in Bangkok mostrano un alto livello di abilita’, una figura che si trova sopra una delle finestre si pensa sia un autoritratto dell’artista. Nel muro a sud e’ rappresentata la famosa storia thai del divino cigno dorato, Phra Suwannahong
Il complesso del tempio comprende ancora una bella biblioteca in legno scolpito che poggia su una base in stucco con un sorprendente bassorilievo raffigurante divinita’, e uno stupa circolare a forma di campana in stile Lanna.

Wat Prasat

wat-prasat-interior
wat-prasat-interior
Si trova sulla Inthawarorot Road vicino a Wat Phra Sing. Il tempio mostra una cappella tradizionale in stile Lanna con leoni scolpiti in legno e il tetto decorato con vetri colorati. Wat Prasat ospita una rara immagine di Budha in stile Lanna. E’ uno fra i piu’ antichi templi di Chiang Mai
Wat Chedi Luang
Ospita il più grande chedi di Chiang Mai, oggi parzialmente in rovina. Il tempio è situato proprio nel centro della città ed è stato costruito nel 1411 durante regno di re Saen Mueang Mak, il settimo re della dinastia Mengrai. Il chedi che all’origine aveva un’altezza di 85 metri e’ precedente, risalirebbe al 1391, e’ stato ingrandito e rialzato durante il regno di Tilokkarat che lo porto’ a un’altezza di 90 metri. La costruzione fu completata nel 1481. Nel 1545 il chedi è crollato a causa di un terremoto, durante il regno di Re Jiraprapa. E’ stato completamente restaurato per iniziativa della principessa Sirindhorn e ha oggi un’altezza di 98 metri e 54 metri di larghezza. Il Phra Kaew, il Buddha di Smeraldo, adesso a Wat Phra Kaew in Bangkok, fu ospitato qui, in una nicchia che si trova nella parte est nel 1475. Oggi allo stesso posto c’e’ una copia, scolpita nel 1995 e donata dal re per celebrare i 600 anni dello stupa, testimoniati da alcune scritture e allo stesso tempo i 700 anni di Chiang Mai. Una ristrutturazione di questo grande stupa, finanziata dall’UNESCO e dal governo giapponese dovette interrompersi nella parte finale dato che al momento della creazione di una nuova sfera da porre sopra la struttura nessuno sapeva esattamente come fosse l’originale. Nuove immagini di Buddha sono state poste in tre delle quattro nicchie direzionali.
Fra le altre strutture degne di nota sono i resti di statue in stucco lungo le scale La cappella nella parte anteriore è stata costruita da Chao Khun Uba Lee Poramacharn (Sirichantathera) e Chao Kaeo Navarat nel 1928. Magnifici serpenti corrono dall’ingresso della cappella alla porta. Si ritiene che essi sono i più belli serpenti artificiali nella Thailandia del nord.

Wat Phan Tao

Si trova sulla Phra Pok Klao Road accanto a Wat Chedi Luang. Il tempio fu una sala del trono per re Mahotara Prateth, questo il motivo per cui furono costruite le porte a forma di pavone, il pavone è un simbolo del re. Presenta uno dei piu’ bei vihan in stile del Lanna, un vero tesoro per Chiang Mai. Le pareti sono formate da pannelli di legno teak uniti insieme, con il tetto sostenuto da gigantesche colonne dello stesso legno prezioso. Porte e finestre sono decorate con stucchi dorati di grande raffinatezza. Di interessante in mostra all’interno dell’area del wat campane, armadi antichi pieni di manoscritti su foglie di palma, ceramiche, alcuni Buddha dorati in legno in stile del nord. C’e’ un muro che divide Wat Phan Tao da Wat Chedi Luong, tuttavia e’ possibile passare da uno all’altro attraverso piccole porte. Si trova in Phra Pakklao Road.
Wat Ku Tao
Era chiamato in precedenza Wat Veru Vanaram. Il tempio si trova a Tambon Sri Phum vicino allo Stadio di Chiang Mai. È degno di nota per l’insolita pagoda. Il periodo preciso della sua fondazione e’ sconosciuto, si presume intorno al 1613 ma una leggenda dice che il chedi Ku Tao contiene le ceneri del principe birmano Saravadi, il figlio di re Bureng Nong che governò Chiang Mai dal 1579 al 1607. La pagoda e’ formata da cinque globi di dimensioni decrescenti e’ magnificamente decorata con porcellana colorata che rappresenta cinque Buddha. In ciascun piano si trova una nicchia che ospita un Buddha in meditazione. Strana forma per uno stupa in Thailandia questa forma e’ abbastanza comune nello Yunnan, in Cina. Si trova nei pressi della porta Suang Prung, in una perpendicolare di Samlan Road.

Wat Saen Fang

Si trova sulla strada Tha Phae. E’ un antico tempio, costruito secondo l’architettura birmana. Nel recinto del tempio la residenza dell’abate che risale ad oltre 100 anni fa è un’attrattiva interessante. Re Intavitchayanontha, il settimo re che governo’ Chiang Mai ordino’ di distruggere la residenza di Phra Chao Gavirorossurivongs, il sesto sovrano di Chiang Mai.nel 1877, poi la residenza è stata ricostruita. L’inaugurazione si è tenuta nel 1878.
Wiang Kum Kam 
è una città antica fondata da re Mengrai nel 1286. Dopo che Mengrai ebbe delegato la responsabilita’ amministrativa di Lamphun al suo ministro, Aey Fah, fondo’ questa città a nord-est di Chiang Mai e per 5 anni vi risiedette. La citta’ era vicino al fiume Mae Ping, era circondata da fossati in ogni angolo e questi erano usati come serbatoi. Nel 1287 Mengrai la ribattezzo’ “Wiang Kum Kam”. Nel 1288 lo stupa di Wat Jamthewi in Lamphun fu ricostruito in Wiang Kum Kam per dare ai locali un luogo di culto, gli fu dato il nome di Wat Chedi Liam o Chedi Ku Kham. La citta’ fu abbandonata nel XVIII secolo, il tempio fu abbandonato per centinaia di anni fino a che un ricco birmano lo restauro’ modificandolo in stile birmano e sostituendolo al precedente stile khmer, che tuttavia rimane in alcune parti.
Da quanto scoperto ci sono 20 siti antichi in ed intorno a Wiang Kum Kam, questi siti comprendono gli edifici e i templi di Wat Chedi Liam, Wat Chang Kham, Wat Noi, Wat Pu Pia, Wat Ku Khao, Wat E Kang, Wat Hua Nong, e Wat Pu Song. I resti risalgono al XVI-XVII secolo. Piu’ di 1300 iscrizioni su lastre di pietra, mattoni, campane e stupa sono stati scavati nella zona ma fra tutte queste la piu’ importante scoperta archeologica e’ stato il ritrovamento di una lastra in pietra in quattro pezzi, oggi in mostra al Museo nazionale di Chiang Mai. Le iscrizioni, sulla lastra, sono dei primi dell’XI secolo, e indicano che la scrittura thai predata la famosa iscrizione di Sukhothai di re Ramkhamhaeng che risale al 1293 di 100 e piu’ anni.
Wiang Kum Kam si trova a sud-est di Chiang Mai, tra i chilometri 3-4 lungo la Chiang Mai-Lamphun Road, in tambon Wang Tan, distretto Saraphi. Prendere la strada al box della polizia di Nong Hloi e dirigersi verso l’intersezione Ko Pa Kluai e lungo la strada per chedi Liam. Maggiori informazioni al 0 5327 7322.

Wat Chedi Chet Yot o Wat Photaram Mahaviharn

Si trova sulla super strada Chiang Mai-Lampang, a 4 chilometri dalla città di Chiang Mai e vicino al Museo nazionale. Si tratta di uno dei più antichi templi di Chiang Mai ed è stato recentemente restaurato. Si pensa sia stato costruito nel 1455 per accogliere l’VIII concilio buddhista. L’attrattiva interessante di questo tempio è il chedi formato da sette sfere affusolate che rappresentano le sette settimane che il Buddha passo’ in Bodhgaya dopo l’illuminazione. Il chedi si innalza su una piattaforma in laterite che contiene una camera con volta a botte e che e’ animata da bassorilievi nei quali compaiono settanta divinita’ celesti. L’interessante stupa possiede le stesse caratteristiche architettoniche dello stupa del tempio Mahabodhi a Bodhgaya in India, dato pero’ che le proporzioni dei due stupa sono diverse e’ probabile che l’architetto non abbia visto lo stupa originale ma si sia basato su una rappresentazione distorta di questo come potrebbe trovarsi sulle tavolette votive, che rappresentavano il Mahabodhi in una differente prospettiva. Lo stupa contiene le ceneri del re Tilokkarat, della dinastia Mengrai, che lo costrui’. Si tratta di un tempio che vale la pena visitare.

Wat U-Mong

Sorge in fondo a una lunga stradina sinuosa perpendicolare a Suthep Road, il tempio e’ composto da edifici che rivelano influenze Mon e Birmane. Fu fondato nel regno di re Mengrai attorno al 1296 per ospitare quattro monaci cingalesi. E’ uno dei piu’ antichi wat di Chiang Mai. Delle decorazioni originarie in stucco rappresentanti naga e guardiani giganti, yaksa, rimangono solo frammenti. Le grandi mura, con un tunnel di connessione, circondano l’intera area del tempio e sono consdiderate un’opera d’arte. Un grande chedi si trova vicino a queste mura, l’edificio e’ recente ma nelle antiche celle di meditazione sotterranee sono stati scoperti resti di dipinti murali risalenti al XV secolo, che sarebbero stati eseguiti molto prima del periodo Lanna. Il tempio fu abbandonato in epoca piu’ tarda e tale rimase per lungo tempo, riprese vita quando un principe locale ne sponsorizzo’ il restauro alla fine degli anni ’40. Dopo cio’ Ajahn Buddhadasa, un ben conosciuto monaco e insegnante del sud Thailandia mando’ un certo numero di monaci a istituire una comunita’ monastica a U–Mong negli anni ’60. I nuovi edifici residenziali del monastero, disposti intorno a un laghetto artificiale, ospitano anche buddhisti occidentali che desiderano ritirarsi in meditazione. Una piccola libreria/museo contenente anche libri in inglese sul buddhismo si trova nell’area, un’altro edificio contiene lavori artistici di monaci residenti, compresi diversi stranieri inoltre i monaci stranieri residenti ricevono le persone di lingua inglese che vogliono visitarli il sabato verso le 15:00. Il vat e’ adornato da vari tipi di alberi che lo rendono un luogo ideale per la meditazione. Il wat potrebbe essere non proprio facile da trovare, cio’ che puo’ ingenerare confusione e’ il fatto che ci sono due Wat U Mong in Chiang Mai per arrivare proprio a questo tempio specificare: “Wat U-Mong Thera Jan”.

Wat Phra That Doi Suthep

è il simbolo più importante e visibile di Chiang Mai che dal suo panorama montano e boscoso si erge sopra la citta’. Questo tempio si trova a 15 chilometri dalla città, 1072 metri sul livello del mare, e risale al 1383. Il tempio è avvicinabile a piedi salendo una ripida scalinata Naga comprendente 290 gradini. I meno energici possono salire tramite una funivia. La pagoda del tempio contiene sante reliquie di Buddha, e attrae pellegrini buddisti provenienti da tutto il mondo durante tutto l’anno. Il complesso del tempio offre una vista esaltante di Chiang Mai città e della campagna circostante.
Stupa a re Naresuan

Si trova nel villaggio di Mueang Ngai. Gli abitanti costruirono la stupa in occasione del soggiorno del re Naresuan il Grande, che passo’ di qui guidando le sue truppe ad invadere Angwa in Myanmar nel 1604.

Wat Phra That Doi Kham

e’ il Tempio della Montagna d’Oro di Chiang Mai, si trova in Tambon Mae Hia. Si tratta di un bellissimo tempio situato su una lussureggiante montagna vicino alla città di Chiang Mai. ‘Wat Phra That’ si riferisce al fatto che questo tempio ospita reliquie del Buddha, e ‘Doi Kham’ significa ‘Montagna d’Oro’.

>

Tempio Phra That Si Chom Thong 

Si trova a circa 58 chilometri dalla città nel distretto di Thong Chom. Il tempio è databile alla metà del 1400 e ospita una collezione di immagini del Buddha in bronzo, mentre la cappella secondaria contiene una reliquia del Buddha.

Tempio di Tham Tap Tao

Questo tempio si trova nel subdistretto di Chai Prakan lungo il percorso Chiang Mai-Fang tra il Km.120 e 121. Le attrattive del tempio includono una sala delle scritture che si trova nel mezzo di un laghetto e la grotta Tap Tao, che ospita diverse immagini uniche del Buddha.

Tempio Phutha Oen 

Si trova nel sottodistretto di Chang Khoeng, nel distretto di Mae Chaem. Secondo la leggenda, fu costruita in epoca primo Ratanakosin. Una delle caratteristiche più interessanti in questo tempio e’ la Cappella nell’Acqua, una cappella circondata da merli d’acqua al posto dei bastioni di cemento ordinari.

Wat Buppharam

Si trova sulla Tha Phae Road, nel distretto Muang. Interessanti attrattivei includono il chedi costruito in stile architettonico birmano, il tetto in legno intagliato la cappella maggiore e la cappella in legno, sono costruite in stile locale.

Phra Borom That Saen Hai

questo tempio si trova in Wiang Haeng, nel distretto di San Pa Tong che può essere fatto risalire ai primi tempi buddisti e che è stato ristrutturato nel 1914. La pagoda è una miscela unica di architettura del Myanmar, Lanna e Thai. Secondo la leggenda, il re Naresuan il Grande fece riposare qui le sue truppe e costrui’ una piscina ai piedi della collina per il suo uso e quella dei suoi elefanti. Per arrivare qui percorrere la highway No.107, girare a sinistra al Mueang Ngai verso la highway 1322 per 72 km o prendere un locale songthaeo che faccia la rotta Wiang Haeng-Piang Luang da Chiang Mai. I songthaeo lasciano Chang Phueak Road, in Chaing Mai alle ore 08.00, 12.00 e 15.00. e il mercato di Wiang Haeng alle 07.00, 08.00 e 15.00. Il viaggio dura 4 ore.

Wat Thaton

occupa una superficie di oltre 64 ettari e si sviluppa su diverse colline. Il tempio è situato su riva del fiume Mae Kok e offre uno splendido scenario. Il ritiro è aperto sia ai principianti che ad esperti di meditazione Durante il ritiro, tutti i partecipanti sono invitati a mantenere il silenzio in ogni momento, tranne per quanto attiene ai rapporti di meditazione. Il tempio puo’ ospitare 20 partecipanti, a cui viene richiesto di prenotare con due settimane di anticipo e per le persone al loro primo ritiro un soggiorno minimo di sette giorni. Wat Thaton Centro di Meditazione Vipasana si trova in tambon Thaton, Amphoe Mae Ai, Chiang Mai, Thailandia 50280 Tel: 059 459-468. 053-459-309 Sito web: www.wat-thaton.org. E-mail: meditation@wat-thaton.org.

Wat Phra That Doi Koeng

Il tempio con il suo stupa dorato è in posizione suggestiva, su un’alta montagna, che domina il paesaggio come se si trovasse in paradiso. Da qui si gode di una vista panoramica su montagne aspre con le loro ampie fenditure in profonde valli verdeggianti.

Tempio di Phra That Doi Noi

Si trova in Doi Lo, nel distretto di Chom Thong lungo la highway No.108 tra i km. 43 e 44. Il tempio è stato costruito dalla regina Jamathewi nel 658 d.C. Durante gli scavi, numerose immagini di Buddha in marmo, contenitori per immagini di Buddha e una cappella sono stati scoperti. Il tempio sulla collina offre ai visitatori una vista panoramica della bellezza paesaggistica del fiume Mae Ping e delle colline e le valli circostanti. Il tempio può essere raggiunto a piedi salendo una scalinata di 241 gradini.