Come ottenere la residenza permanente in Thailandia

La vita in Thailandia è molto più divertente e facile rispetto alla maggior parte degli altri paesi del mondo, ma una delle poche cose che rappresentano una sfida per molti stranieri è la situazione dei visti. Se sei stanco di spendere tempo e denaro partecipando a regolari viaggi di estensione del visto e riferendo all’immigrazione locale ogni tre mesi, puoi fare tutto lo sforzo necessario per ottenere una residenza permanente.

Per poter ottenere un permesso di soggiorno, il richiedente deve essere in possesso di un visto di non immigrazione per 3 anni consecutivi in Thailandia. I titolari di più visti per non immigranti non sono presi in considerazione. (Deve essere Non B o Non O per gli interi 3 anni. Pertanto non può essere Non O per 1 anno e quindi Non B per altri 2 anni). In sostanza, per qualificarti devi avere 3 estensioni annuali non interrotte dello stesso tipo di visto.

Molti dei documenti necessari per questa domanda sono relativi al datore di lavoro, al lavoro e alla documentazione fiscale degli ultimi 3 anni e devono essere stati firmati (o emessi) entro 3 mesi dalla presentazione della domanda. Alcuni documenti devono essere tradotti in tailandese e certificati dalla propria ambasciata. I certificati di istruzione devono essere tradotti in tailandese e certificati dal ministero degli Esteri.

L’elenco comprende:

  1. Modulo di domanda (TM. 9)
  2. Un certificato medico secondo il campione ufficiale (quello che ti dichiara privo di sifilide ed elefantiasi) rilasciato da un ospedale nei 3 mesi precedenti la data della domanda.
  3. Certificato senza precedenti penali del tuo paese di origine e certificato dalla tua ambasciata. Ciò significa il Paese di cui stai attualmente utilizzando il passaporto e per questo devi presentare domanda direttamente alla polizia del tuo Paese. Se il tuo Paese ha controlli sui precedenti penali con e senza impronte digitali, probabilmente avrai bisogno di quello con controllo delle impronte digitali.
  4. Mappe in lingua tailandese del luogo di residenza e di lavoro.
  5. Le foto richieste riguardano l’esterno e l’interno della casa e del luogo di lavoro. Potrebbe essere una buona idea essere presenti nelle foto.
  6. Copie di moduli annuali di imposta sul reddito delle persone fisiche con ricevute degli ultimi 3 anni.
  7. Copia dei moduli di imposta sul reddito personale di ogni mese con ricevute (PND 1) da gennaio dell’anno di applicazione fino al mese precedente l’applicazione. Certificato di registrazione della società o certificato di persona giuridica.
  8. Copia della registrazione dell’imposta sul valore aggiunto (IVA) dell’azienda.
  9. Elenco degli azionisti dell’azienda.
  10. Mappa di residenza e luogo di lavoro.
  11. Bilanci delle società e imposta sul reddito con entrate (PND 50) per i 3 anni precedenti.
  12. Copia del passaporto (deve mostrare un totale di 3 anni di storia di viaggio in Thailandia).
  13. Copia del permesso di lavoro.
  14. Scheda di informazioni personali e portfolio del candidato, che include informazioni dettagliate su background familiare, conoscenze e abilità, esperienza di lavoro, abilità speciali, lavoro sociale, luogo di lavoro, residenza insieme alla foto (usando la cartella documenti A4).

Il portafoglio dipende da ciò che hai a disposizione. Lo scopo del portafoglio è quello di stabilire che sei un cittadino in gamba che difficilmente si troverà in problemi finanziari o di altro tipo in futuro. Tutto ciò che ti ritrae come qualcuno che è al di sopra del resto o come finanziariamente sicuro vale la pena presentare.

Alcuni suggerimenti:

  • Curriculum completo di ritorno a scuola.
  • Lettera all’Immigrazione scritta da te stesso con i dettagli del tuo contributo alla società thailandese.
  • Documenti a supporto del tuo contributo alla società.
  • Lettere di riferimento da parte di thailandesi senior che descrivano e approvano il tuo buon carattere e la tua disponibilita’. Ovviamente, più senior o noto, meglio è. Consiglio: Consegna ai tuoi testimoni una lettera modello precompilata, in tailandese, per renderle più facile la procudura.
  • Iscrizione ad organizzazioni di beneficenza.
  • Iscrizione a organizzazioni senza scopo di lucro, come le camere di commercio.
  • Ritagli di giornale che ti citano o scritti da te. Qualsiasi pubblicazione scritta da te va bene.
  • Certificati o diplomi.
  • Copie di libri bancari, certificati di trasferimento di denaro in Thailandia, certificati azionari, registri pensionistici, registri previdenziali, proprietà condominiali e altri beni.
  • Esistono due tipi di tasse governative per la domanda di residenza permanente. In primo luogo, è prevista una tassa di iscrizione di 7600 THB non rimborsabile, che deve essere pagata indipendentemente dal fatto che la domanda venga approvata o respinta. Vi è anche una tassa governativa di 191.400 THB che deve essere pagata al ricevimento del libretto di residenza. Questo è per le categorie in Applicazioni aziendali e di investimento. Questo deve essere pagato solo dopo che la domanda è stata accettata perche’ compilata in maniera corretta..

La Thailandia consente solo a un certo numero di candidati provenienti da determinati paesi di ottenere lo status di residente permanente ogni anno. Al momento, la quota attuale del Paese è di cento candidati per Paese.