Dieci attrazioni da vedere a Bangkok

Siete a Bangkok e avete gia’ visto i centri commerciali, i templi e volete passare ancora alcune giornate ad ammirare questa splendida citta’?
Ecco per voi dieci attrattivita’ o cose da vedere assolutamente a Bangkok

01) Museo Nazionale.
02) Il Grand Palace.
03) Casa di Jim Thompson.
04) Escursione nei canali.
05) Museo delle Barche Reali.
06) Chinatown.
07) Palazzo Suan Pakkard.
08) Kukrit Pramoj Heritage House.
09) Santuario di Erawan.
10) Parco Dusit.

01) Museo Nazionale, dovrebbe essere il primo luogo delle attrattivita’ da visitare in Bangkok in quanto e’ quello che permettera’ di meglio comprendere quello che si vedra’ in seguito. Questo museo e’ considerato uno dei migliori del Sudest asiatico e i vari avvenimenti e personaggi thai sono ben sviluppati sia per quanto e riguarda la storia che l’arte, partendo dalla preistoria arrivando a Bangkok, attraverso Sukhothai e Ayutthaya. I veri tesori per quanto riguarda la storia sono la celebre iscrizione su pietra di re Ramkhamhaeng, il trono di re Taksin, la parte dedicata a re Chulalongkorn e per quanto riguarda l’arte stupefacente e’ la collezione di oggetti artistici del Sudest asiatico e i vari Buddha che vanno dal periodo Davaravati a quello di Bangkok e che qui permettono di capire le differenze fra le varie scuole. La restaurata cappella Buddhaisawan ospita uno dei Buddha piu’ sacri di Thailandia Phra Phutta Singh, che gli storici dell’arte attribuiscono al XIII solo e alla scuola di Sukhothai

02) Il Grand Palace, uno dei piu’ fantastici luoghi di tutta la Thailandia e anche uno dei piu’ visitati. Fu Rama I a costruire questa citta’ fortificata iniziando dal 1782 quando decise di spostare la capitale da Thonburi. Quasi ogni re della dinastia Chakri qui ha aggiunto qualcosa cosi’ che insieme hanno contribuito alla bellezza e allo splendore del luogo. L’area e’ aperta ai visitatori ma nessuno degli edifici e’ aperto, essi sono usati solo per occasioni di stato o cerimonie reali. Qualche volta le stanze del Chakri Maha Prasat sono aperte, questo edificio e’ ancora considerato il palazzo reale ma il re non vi abita e preferisce stare a Palazzo Chitlada, a nord di Bangkok. Il Dusit Mahha Prasat e’ il classico esempio di palazzo, mentre Amarin Vinichai Hall e’ la sala delle udienze ed e’ dove ancora oggi gli ambasciatori presentano le credenziali al sovrano.

03) Casa di Jim Thompson, Jim Thompson fu l’uomo che fece rivivere l’industria della seta in Thailandia e la cui scomparsa nel 1967 rimarra’ per sempre un mistero. Oltre che imprenditore Thompson fu un avido collezionista d’arte del Sudest asiatico e le sette case in teak che egli uni’ insieme sono diventate oggi un museo privato pieno di antichita’. Fra gli oggetti degni di nota la testa di Buddha del VI secolo che si trova in giardino, la collezione di porcellane del periodo Ming e i dipinti del XIX secolo che rappresentano storie dalle Jataka.

04) Escursione nei canali. Il fiume Chao Phraya che si smoda serpentino attraverso Bangkok e’ stato chiamato con molti appellativi nel corso degli anni: la Broadway di Bangkok, il Mississipi della Thailandia, il fiume dei re. Sebbene e’ difficile immaginare la citta’ galleggiante che una volta affascinava i visitatori il Chao Phraya ancora e’ l’emblema distintivo della citta’ e continua a giocare un importante ruolo nel commercio e nei trasporti.

05) Museo delle Barche Reali, e’ il luogo dove sono ospitate le famose barche, si trova in Thonburi. Queste barche sono una tradizione da lungo tempo in Thailandia, come tradizione esse predatano la fondazione della stessa Bangkok, europei gia’ ne parlavano durante il periodo di Ayutthaya. Le barche che si trovano qui, fantastiche con la loro imitazione di creature mitiche, risalgono agli inizi del XIX secolo. Il museo si trova nel canale (khlong) Bangkok Noi.

06) Non una singola attrattiva ma un quartiere che non dovete perdere Chinatown, a sud del Grand Palace. Un luogo che difficilmente e’ frequentato da turisti, sebbene, senza ombra di dubbio sia uno dei luoghi piu’ eccitanti di Bangkok. Una zona colorata, sempre indaffarata, con templi da cui escono monaci taoisti, farmacie che offrono medicine tradizionali cinesi, negozi che vendono oro e altri che vendono di tutto. Questo e’ uno dei piu’ antichi distretti della citta’ che data dal tardo XVIII secolo.

07) Palazzo Suan Pakkard, e’ una collezione di antiche case in teak, costruite in alto su colonne, intorno un prato ondulato e uno stagno con fiori di loto. All’interno il Padiglione Laccato, che si trova dietro il giardino, contiene pannelli dorati che raccontano la vita di Buddha. Altre case mostrano porcellane, teste di pietra, dipinti tradizionali. Si trova in Si Ayutthaya Road.

08) Kukrit Pramoj Heritage House, e’ la casa dove ha abitato lo scrittore e statista Kukrit Pramoj. Una casa affascinante che ora e’ aperta al publico essendo diventato un museo. Thailandese, educato in Europa MR Kukrit amava circondarsi del meglio di entrambi i continenti. In questo caso, anche se non in italiano, se capite l’inglese, una visita guidata e’ vivamente consigliata.

09) Santuario di Erawan, e’ un santuario molto piccolo ma e’ uno dei luoghi piu’ venerati di Bangkok. Si introva in un’intersezione che e’ sempre molto affollata, una delle piu’ frequentate della citta’, giusto fuori l’Erawan Grand Hyatt Hotel. E’ un luogo straordinario dedicato ai misteri e alle forze, sempre presenti, degli spiriti animisti e delle divinita’ induiste.

10) Parco Dusit, le principali attrattive che caratterizzano Dusit Park sono palazzo Vamanmek e il Dusit Zoo, oltre a queste ci sono attrattive minori come un museo degli orologi, un’esposizione di fotografie di re Bhumibol e il museo delle carrozze reali.