Doppio prezzo

Doppio prezzo in thailandia

Nel corso degli anni ci sono stati molti dibattiti sui pro e contro del sistema a due prezzi utilizzato in molte attrazioni turistiche in Thailandia. Alcuni lo difendono dicendo che qui in Thailandia tutto costa così poco e che gli occidentali “ricchi” dovrebbero fare la loro parte per sostenere il Paese.
Altri affermano di aver scelto la Thailandia in quanto pubblicizzata come una vacanza “economica” e che non sono disposti a pagare gli stessi prezzi del ritorno a casa per le attrazioni turistiche. Per quanto mi riguarda, non mi ha infastidito più di tanto. Di solito se sorrido e spiego educatamente che sono un insegnante e sono stato nel paese per molto tempo, di solito mi fanno entrare con “prezzo tailandese”. A volte hanno bisogno di un po ‘più di convincimento e poi mostro loro la mia patente di guida tailandese o la mia carta dei redditi.
Questi mostrano che vivo qui e pago le tasse. Al Mini Siam di Pattaya non importava che fossi un contribuente. Molti posti come questo insistono sul fatto che tu mostri un permesso di lavoro se vuoi pagare il prezzo tailandese. Ma quel documento non è sempre così facile da portare in giro. E se lo perdi, ci sono molte scartoffie da sbrigare. Non ho discusso il mio punto con le persone al Mini Siam. Non mi piace arrabbiarmi perché sono solo i venditori di biglietti e non i responsabili delle politiche. Tuttavia, prima che potessi andarmene mi hanno offerto un compromesso sul “prezzo del bambino straniero”.

fonte originale : https://2pricethailand.com/the-right-to-choose/

Mappa generale dei doppi prezzi