Logo di sawadee

Come un’eclissi solare vista da una spiaggia a Prachuap ha cambiato per sempre la Thailandia

Battaglie, colpi di stato, elezioni e rivoluzioni sono ciò che di solito mi viene in mente quando penso a momenti cruciali nelle storie nazionali. Crederesti che un evento chiave nella storia del Siam/Thailandia sia stata un’eclissi solare completa osservata su una spiaggia in quella che oggi è la provincia di Prachuap Khiri Khan ? In più di un modo, l’osservazione dell’eclissi del 1868 a Hat Waghor ha alterato il corso della storia thailandese.

Immagina il Siam nel 1860. Senza ferrovie o autostrade, i viaggi a lungo raggio erano per lo più fatti dal mare e dai fiumi che raggiungevano le risaie e la giungla. L’abbigliamento ampio era tipico, con uomini e donne che spesso andavano in topless in pubblico. Una schiera di re minori e raja inviarono tributi da territori semi-autonomi, come Nakhon Si Thammarat e Chiang Mai , alla potente monarchia di Bangkok . I confini lungo tutte le frontiere del Siam sono rimasti ambigui. Gli inglesi imperiali dovevano ancora prendere il pieno controllo della vicina Birmania e della Malesia; e allo stesso modo i francesi imperiali su Vietnam, Cambogia e Laos. Si profilavano grandi cambiamenti.

Il re scientifico

Al timone del Siam durante questo periodo c’era il re Mongkut (Rama IV), che trascorse 27 anni come monaco buddista prima di salire al trono nel 1851. Aveva una mente acuta con interessi in religione, matematica, geografia, astrologia e astronomia. Guardò profondamente all’interno spiritualmente e il più possibile all’esterno intellettualmente.

Considerato un progressista ai suoi tempi, Mongkut aveva anche un vivo interesse per le scienze così come venivano insegnate in Occidente. Come spiegato da Thongchai Winichakul nel suo libro, Siam Mapped , da cui ho tratto tutte le citazioni incluse in questo articolo, l’abbraccio di Mongkut di una visione geografica influenzata dall’Occidente era evidente nel modo in cui indirizzò una lettera a un amico americano in 1849:

“La lettera è stata scritta da ‘un luogo di superficie del mare 13°26 N’ di latitudine e 101°3 E’ di longitudine nel Golfo del Siam.'” (Nel caso ve lo stiate chiedendo, deve essere stato a sud-est di Bangkok vicino a Ko Si Chang in quel momento.)

Formatosi sia nella tradizione thailandese dell’astrologia che in “astronomia e matematica da testi in inglese”, Mongkut era abile nel calcolare le traiettorie dei pianeti nel cielo notturno. Gli piaceva anche guardare comete, macchie solari e altri fenomeni celesti che erano visibili in quel momento. La sua passione per l’astronomia è testimoniata dalle cupole per osservare le stelle nel suo palazzo estivo in cima al monte Khao Wang a Phetchaburi , ora noto come Parco storico di Phra Nakhon Khiri

A differenza di Mongkut, molti siamesi della metà del XIX secolo non credevano ancora che la terra fosse rotonda. La visione del mondo siamese prevalente era in gran parte basata sul Traiphum , un antico diagramma della cosmologia buddista che, sebbene ancora utile per comprendere le concezioni buddiste dell’esistenza senziente, deriva da un contesto spirituale piuttosto che geografico. Convincere i siamesi – compresa l’aristocrazia – ad abbracciare la “scienza occidentale” non era un compito facile, nemmeno per un monarca.

Quando esaminava sia le credenze siamesi radicate che le idee importate dall’Occidente, Mongkut sembra aver tenuto a mente un sutta buddista che istruisce le persone a “conoscere da soli” prima di accettare la verità di qualsiasi punto di vista. La sua genialità non era tanto il suo intelletto acuto quanto la sua capacità di pensiero critico indipendente in un momento in cui Siam era in bilico tra il vecchio e il nuovo. Il suo pragmatismo deviò sia le credenze occidentali/cristiane che quelle siamesi che riteneva errate.

“(Mongkut) ha lottato per tutta la vita per il suo ibrido ideologico che ha favorito le scienze occidentali ma allo stesso tempo ha difeso il buddismo”.

Se c’è un singolo evento storico che è stato il punto di svolta nella lotta decennale di Mongkut per rendere la scienza moderna basata sull’evidenza ampiamente accettata in Siam, è l’osservazione di un’eclissi solare totale a Waghor Beach il 18 agosto 1868. si è scoperto che questo viaggio ha portato anche a un cambiamento fondamentale nella leadership siamese.

La spedizione Waghor

Durante il suo regno, Mongkut “ripudò i suoi compagni d’élite – monaci anziani, il patriarca, persino suo cugino, il re precedente, per la loro ignoranza riguardo alla terra e al cielo”. Sebbene impegnato nelle credenze religiose buddiste/indù, cercò di separare il calcolo celeste dalla superstizione che era stata data per scontata in Siam per secoli. A metà del 1800, questo era molto controverso.

“Secondo lui, i fenomeni celesti non hanno avuto alcun effetto sulle vicende umane. Questa idea era certamente diversa dalle nozioni nutrite dai suoi astrologi contemporanei. Due volte nel 1858 e nel 1862, quando arrivarono le comete, mise in guardia contro le voci di epidemie, disastri, guerre o cattivi presagi. La stessa cometa, ha affermato, era già stata vista in Europa e quindi non era un presagio specifico per Bangkok ”.

Il confronto tra Mongkut e l’establishment astrologico siamese si intensificò con l’avvicinarsi dell’eclissi del 1868. Nella documentazione astrologica tradizionale del Siam era mai stata registrata solo un’eclissi solare totale e gli astrologi della corte reale non erano d’accordo con i calcoli di Mongkut. Basandosi su vecchi testi astrologici piuttosto che sulla metodologia più recentemente introdotta dall’Occidente, hanno previsto solo un’eclissi parziale e hanno sfidato Mongkut sui dettagli.

Mongkut era così fiducioso nelle sue previsioni che invitò entourage di funzionari britannici e francesi a unirsi al suo grande seguito nella spedizione di Waghor . Padiglioni e cabine sono stati assemblati lungo la spiaggia. Lastre di ghiaccio, una novità per l’epoca, venivano portate per rinfrescare Mongkut ei suoi ospiti nell’umidità della stagione delle piogge. Thongchai lo descrive come “un’osservazione astronomica internazionale, forse l’unica su una scala così maestosa mai organizzata in questa regione”.

Il cielo era coperto quando è arrivato il giorno dell’eclissi, il che non sorprenderà nessuno che abbia trascorso molto tempo a Prachuap ad agosto. Le nuvole hanno bloccato il sole tutto il giorno e nel pomeriggio sembrava che la spedizione non avrebbe fornito alcuna prova conclusiva di quale lato del dibattito fosse corretto.

“Ma all’improvviso, proprio quando l’eclissi è iniziata, il cielo si è rasserenato e tutti i presenti hanno assistito all’intera eclissi”.

L’eclissi solare totale si è svolta esattamente come aveva previsto Mongkut, fin nei minimi dettagli. In seguito, mentre gli osservatori europei giocherellavano con i loro strumenti, Mongkut ha mostrato il suo impegno per la spiritualità indigena facendo offerte alle divinità in segno di gratitudine per il “miracolo” di un cielo limpido al momento giusto.

Vittoria e sacrificio

Per gli astrologi di spicco e altri che dubitavano dei calcoli di Mongkut, l’ osservazione di Waghor “è stato un momento doloroso e dirompente del confronto della conoscenza”. Mongkut ha portato a casa la sua vittoria condannando alcuni di coloro che avevano sfidato le sue previsioni a un giorno di lavori forzati e otto giorni di prigione, una grave perdita della faccia per gli astrologi che avevano rivendicato per sé competenze celesti.

L’accuratezza di Mongkut è stata una vittoria decisiva e epocale per la scienza moderna e basata sull’evidenza in Siam, ma è arrivata al prezzo finale. Sia Mongkut che suo figlio ed erede di 15 anni, Chulalongkorn, contrassero la malaria durante la spedizione di Waghor , ed entrambi si ammalarono gravemente dopo essere tornati a Bangkok . Mongkut morì solo sei settimane dopo il giorno dell’eclissi, il 1° ottobre 1868, all’età di 64 anni.

Tuttavia, il viaggio di Waghor potrebbe valere questo sacrificio.

Chulalongkorn si riprese e fece affidamento sulla saggezza tramandata da suo padre durante i suoi 42 anni di regno come re, un periodo in cui il Siam abolì la schiavitù, costruì le sue prime ferrovie, fece progressi nella medicina e in altre scienze e conservò la sua sovranità al culmine del colonialismo in Sud-est asiatico. Chulalongkorn ha il merito di aver modernizzato il paese, ma Mongkut ha aperto la strada.

Il rispetto per la scienza nella moderna società thailandese è l’eredità di Mongkut – ed è tornato utile quando la cooperazione del pubblico è stata fondamentale per schiacciare i focolai del virus Covid-19 all’inizio di quest’anno. Gli astrologi thailandesi sono ancora in circolazione e sono ancora molto popolari, ma si affidano a calcoli astronomici accurati sin da quando l’ osservazione di Waghor ha fatto vergognare la vecchia scuola astrologica.

Per quanto riguarda Waghor Beach , i padiglioni con il tetto di paglia costruiti per l’osservazione del 1868 caddero in rovina e il sito divenne solo un’altra distesa di sabbia costiera per più di un secolo. Nel 1994, le autorità hanno rivitalizzato il sito aprendo un acquario e un museo di astronomia come parte del King Mongkut Science Park . Ora attrae gite scolastiche e viaggiatori interessati sia alla storia che alla scienza.

Al centro del complesso si trova una statua di Mongkut rivolta in avanti verso il Golfo della Thailandia. Un telescopio è appoggiato al suo fianco. 🌴

Come arrivare : Situato a 12 km a sud-ovest della città di Prachuap Khiri Khan , Hat Waghor è ancora un luogo tranquillo senza sviluppo a parte i musei e una stazione ferroviaria che viene utilizzata solo in occasioni speciali. Prendi l’autostrada 1041 a sud della città di Prachuap e vedrai le indicazioni per l’uscita sulla sinistra. L’acquario e i musei sono aperti tutti i giorni, dalle 9:00 alle 16:00

Fonte : Siam Mapped: A History of the Geo-body of a Nation di Thongchai Winichakul per la University of Hawai’i Press / Silkworm Books, pubblicato per la prima volta nel 1994.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.