Logo di sawadee
I thai del centro famiglia

I thai del centro

I thai del centro

La popolazione siamese propriamente dette e’ il prodotto dell;unione fra gli antichi immigranti dello Yunnan e le genti mon-khmer della pianura del Chao Phraya. La loro lingua, lo “standard thai” o “siamese reale”, e’ la lingua ufficiale del paese e lingua madre delle popolazioni comprese fra Sukhothai e Petchaburi. L’integrazione fra i tai e i mon-khmer fu totale, i thai assorbirono l’enorme bagaglio culturale e religioso di entrambi i popoli. L’elemento aggregante principale fu il buddhismo. La religione che avrebbe rappresentato l’elemento aggregante della societa’ thailandese per tutto il II millennio. Benche’ sia impossibile risalire al momento in cui i thai aderirono al buddhismo, gia largamente diffuso in Cina prima che si trasferissero nel Sudest asiatico, e’ certo che i mon furono elemento decisivo nell’accettazione della religione. I mon di Dvaravati divennero tutt’uno con i thai.
I thai del centro del bacino del Chao Phraya compongono circa il 36% della popolazione etnica thai e sono il gruppo socialmente e politicamente dominante.
Nel nord del paese si vedono thai con una carnagione piu’ bianca e la piega degli occhi e’ piu’ simile a quella dei cinesi. i thai del profondo sud, quelli vicino alla Malesia tendono ad avere pelle piu’ scura, grandi, liquidi occhi neri e qualche volta la piu’ piccola corporatura tipica dei malesi. Se si va nelle grandi citta’ come Bangkok, si vedono thai piu’ alti di quelli delle zone rurali, questo puo’ dipendere sia da un cambiamemto nell’alimentazione, sia dal fatto che lo sfondo razziale e’ differente. Le nuove generazioni tendono ad essere piu’ alte e piu’ grosse dei loro nonni. Questo e’ dovuto sicuramente a un miglioramento nella nutrizione ma oggi specie nelle citta’ e’ il risultato del cibo spazzatura occidentale con cui molti figli dei ricchi sono cresciuti.