Infothai

Info thailandia

Diamo un’occhiata veloce alla Thailandia Thailandia: anche ufficiale Regno di Thailandia,  Ratcha Anachat Thai, precedente Siam. Nazione. Capitale: Bangkok. Prefisso telefonico: +66. Locazione: Sudest Asia, fra il Tropico del Cancro e l’Equatore. Coordinate geografiche:da 5.30 a 20.30 latitudine Nord, da 97.2 a 105.3 longitudine est. La parte centrale si trova a una latitudine paragonabile con quella di Manila nelle Filippine,, Madras in India, Kartoum in Sudan e l’Honduras in America Centrale. Tempo: orario su Greenwich +7 ore (GMR +7). Confini: a nord e a est col Laos e la Cambogia, a ovest con il Myanmar e a sud con la Malesia. Le sue coste si affacciano sul Golfo di Thailandia e sul mare delle Andamane. Forma ricorda la testa di un’elefante o la forma di un’ascia. Area: 513,115 kmq. che e’ quasi la grandezza della Francia, un po’ piu’ grande della Spagna, pari allo stato del Texas, negli Stati Uniti, e ancora un po’ piu’ piccola dello Yemen. E’ al cinquantesimo posto fra i paesi al mondo. Lunghezza fra il confine nord e il confine sud di 1860 km, la larghezza e’ circa 800 km. Punto piu’ stretto e’ a sud, dove confina con la Birmania, e’ largo appena 15 Km, si chiama Istmo di Kra. Geologia: Una porzione cospicua del suo territorio e’ data da una depressione invasa in Era Cenozoica dalle acque del Golfo e colmata in epoche successive dai depositi fluviali del Menam Chao Phraya. Quest’area e’ oggi una pianura molto fertile e densamente popolata. Geografia: Il paese comprende colline e montagne coperte di foreste, una pianura centrale contenente il delta del Chao Phraya e un altopiano nel nordest. Fiumi: Ha 3 milioni di chilometri di fiumi, di cui solo 10 mila chilometri navigabili. Fiumi piu’ lunghi: Chi 765 km., Mun 750 km., Nan 740 km., Chao Phraya 370 km. Cascate sono di modesta altezza, di rado oltrepassano la ventina di metri. Grotte: molte, alcune di notevole ampiezza e divise in diverse “sale”. Isole: le piu’ grandi sono Phuket 543 kmq., Ko Chaing 429 kmq., Ko Samui 247 km. Montagne: le piu’ alte sono Doi Inthanon 2,565 mt., Doi Luang 2,175 mt., Phu Soi Dao 2,100 mt. Clima: Monsoni: giugno-ottobre; fresco: ottobre-marzo; caldo marzo-giugno. Temperature: variano da 39◦ a 19◦. La media e’ 29◦. Umidita’: da 66% a 82.8%. Popolazione (stima 2002): 63,430,000, 1/3 in aree urbane, il 9.15% in Bangkok. La popolazione ha una predominanza di thai con un significativo numero di cinesi, minoranze khmer e malesi. “Thai” e’ la parola thai per libero. L’identita’ thai si formo’ nel tardo XIII secolo a Sukhothai e non deve essere confusa con thai, il nome del gruppo etnico di persone che migrarono dallo Yunnan nel XII e XIII secolo. Il carattere della nazione thai oggi puo’ essere apprezzato solo esplorando i suoi 2000 anni di storia scritta e la cultura delle varie popolazioni che vivono qui. Lingua: thai (ufficiale). Ordinamento: monarchia costituzionale con due camere legislative, il capo di stato e’ il re, il capo del governo e’ il primo ministro. Bandiera: a striscie orizzontali rosse, bianche e blu che rappresentano rispettivamente la nazione, il buddismo e la monarchia. Costituzione: dal 1932 il paese e’ diventato una monarchia costituzionale. Il Senato deve votare qualsiasi cambiamento costituzionale. La costituzione contiene articoli che permettono di monitorare gli ufficiali eletti e la protezione dei diritti umani. Ci sono diverse organi e commissioni di sorveglianza compresa la Corte costituzionale, la Commissione anti-corruzione e la Commissione per i diritti umani. Monarchia: Il re non ha un ruolo attivo nel governo ma in una societa’ che continua a essere basata fortemente sullo status egli e la famiglia reale rimangono fra i piu’ rispettati membri della societa’, percio’ la sua opinione e’ molto importante per tutti i thai e la sua condotta va presa ad esempio. La continuazione della monarchia e’ assicurata dal diritto ereditario. Il re attuale e’ xxxxxxxxxxxx il decimo re della Casa dei Chakri, il fatto che regna dal 1946 lo rende il capo di stato in carica da piu’ tempo al mondo e il sovrano che ha regnato piu’ a lungo nella storia thai. Il re e’ il capo dello stato, il capo delle forze armate, il sostenitore del buddhismo e il difensore di tutte le religioni. Anministrazione: La Thailandia e’ uno stato unitario diviso in changwat, provincie, amphur, distretti, tambon o tambol, sottodistretti, e muu baan, gruppi di villaggi. Ci possono essere divisioni per altri scopi come sukhaphiban, distretti sanitari. Provincie piu’ grandi: Nakhon Ratchasima 20,493.96 kmq., Chiang Mai 20,107.06 kmq., Kanchanaburi 19,483.15 kmq. Partiti: la Thailandia ha un sistema multi-partitico, Attualmente nessun partito e’ illegale. I quattro maggiori partiti in termini di rappresentanza sono: Democratico, Nuova Ispirazione, Sviluppo Nazionale e Nazione Thai. Elezioni: La Camera dei Rappresentanti ha 500 membri. E’ eletta, insieme col primo ministro tramite elezioni ogni 4 anni. Il voto e’ obbligatorio. Giustizia: tutti i giudici che siedono nella Suprema corte della Thailandia sono designati dal re. Istruzione: l’istruzione publica e’ gratuita per 12 anni, 9 dei quali sono obligatori. Religione: Buddismo (ufficiale), con frequenti manifestazioni di animisno. Economia: La sua economia di mercato e’ basata largamente su servizi, industrie leggere e agricoltura. E’ un grosso produttore di tungsteno e stagno. Fra i principali prodotti agricoli ci sono riso, mais, gomma semi di soia e ananas. Le industrie comprendano: tessili, beni in scatola e cemento. Il turismo e’ anche importante. Insieme con altre economie del Sudest Asiatico subi’ pesantemente le cause della crisi finanzia regionale che inizio’ a meta’ degli anni ’90. del secolo scorso. Moneta: thai baht. Prodotto interno netto: 524.8 miliardi di dollari. Industrie: turismo, tessili e indumenti, processi agricoli, bevande, tabacco, cemento, piccole manifatture leggere, come gioielli, apparecchi e componenti elettronici, computer e parti integrate come circuiti, mobili, plastica, tungsteno e stagno. Esportazioni agricole: riso, tapioca, fiori, gomma, noci di cocco, zucchero, mais, ananas, cotone, olio di palma. Esportazioni industriali: tessili, gemme, gioielli, industria della pesca, cemento, automobili, camion, computer e apparecchiature elettroniche. Importazioni: beni capitali e intermedi, materie prime, beni di consumo, combustibili. Orari dei negozi: molti uffici sono aperti dalle 08:30 alle 17:00 dal lunedi’ al venerdi’. Le banche sono aperte da lunedi’ al venerdi’ dalle 09:30 alle 15:30, quelle all’interno di complessi commerciali fino a piu’ tardi. Carte di credito: sono accettate nei migliori negozi, supermercati, ristoranti e hotel. Viene normalmente aggiunto un 3% sul prezzo. Possono essere usate per ritirare soldi nelle maggiori banche. Carte di debito: possono essere usate nelle macchinette ATM in qualsiasi luogo della Thailandia per prelevare soldi dal conto corrente di casa. Senza, qualche volta con un piccolo sovrapprezzo. Cheque: non largamente usati. Depositi bancari: gli stranieri, se non residenti, possono aprire libretti di risparmio senza interessi. Storia: la regione della Thailandia e’ stata occupata per 20,000 anni. La sua terra ospito’  le prime forme di agricoltura e lavorazione del bronzo. Fu’ parte dei regni Mon e Khmer dal IX secolo dopo Cristo. Popolazioni che parlavano thai immigrarono dalla Cina nel X secolo. Durante il XIII secolo emersero due stati: : il regno di Sukhothai fondato nel 1220 d.C. dopo il successo di una rivolta contro i khmer, e Chiang Mai, che si evolse nel regno del Lanna con Chiang Mai come sua capitale, fondata nel 1296 dopo aver sconfitto i Mon. Nel 1861 il regno di Ayutthaya successe a Sukhothai. I birmani erano i piu’ terribili rivali, occuparono brevemente il regno nel XVI secolo e lo distrussero nel 1767. La dinastia Chakri arrivo’ al potere nel 1782, mosse la capitale a Bangkok e estese il suo impero lungo la penisola malese, nel Laos e in Cambogia. L’impero fu chiamato Siam nel 1856. Nonostante crescenti influenze occidentali durante il XIX secolo i governanti del Siam evitarono la colonizzazione facendo concessioni agli stati europei; fu il solo stato del Sudest Asiatico capace di fare questo. Nel 1917 il Siam entro’ nella I guerra mondiale a fianco degli alleati. A seguito di un colpo di stato militare nel 1932 divenne monarchia costituzionale e riprese il nome ufficiale di Thailandia nel 1939. Fu occupata dai giapponesi nella II guerra mondiale. Partecipo’ alla guerra di Corea come membro delle forze ONU e fu alleato con il Vietnam del Sud nella guerra del Vietnam. Elettricita’: 220 volt, 50 cicli in tutto il paese. Acqua: bere solo quella in bottiglia o bollita. Vestiti: Il cotone sottile e’ il miglior tessuto. Una giacca o un maglione leggero puo’ essere necessario nella stagione fredda, specialmente in montagna e nelle aree del Nord e Nordest.