Logo di sawadee

Ko Muk

PIÙ AD ESSO CHE ALLA GROTTA DI SMERALDO

Lo stile di vita di pesca sobrio incontra il turismo di basso livello a  Ko Muk , un’ottima alternativa alle isole più affollate del Mare delle Andamane in Thailandia. Questa isola di medie dimensioni al largo della costa della provincia di Trang offre vibrazioni amichevoli e belle spiagge a breve distanza in barca da un’affascinante grotta marina.

La fama di Muk, Tham Morakot o Emerald Cave, inizia con una nuotata o un kayak attraverso un passaggio oscuro dove risuonano gli echi delle onde e, a volte, le urla dei viaggiatori spaventati. Un’ombra color smeraldo cattura l’acqua, illuminandosi mentre ti avvicini a un bioma dolina con una striscia di sabbia corallina bordata da scogliere calcaree verticali. La sua bellezza e il suo dramma sono indimenticabili, quindi non sorprende che barche cariche di viaggiatori si avventurino qui da Ko Lanta , Pakmeng e altri luoghi in alta stagione. Rimanere su Muk rende possibile raggiungere la grotta quando non è piena zeppa di persone.

Piloti Codalunga inoltre si frusta per le magnifiche spiagge e le scogliere di  Ko Kradan  e  Ko Ngai , o più lontano per i gemelli Parco nazionale delle Isole di Ko Rok , ei prezzi per le imbarcazioni private sono molto ragionevoli. Sebbene Muk non sia un centro turistico su larga scala, è la più trafficata delle isole della provincia di Trang e costituisce una base fantastica per visitare le isole. La sensazione accattivante e affiatata dell’isola mantiene anche i lunghi soggiorni in giro.

Le due spiagge principali di Muk non sono male, anche se non troverai barriere coralline al largo delle loro coste. Un banco di sabbia noto come l’ala di Ao Kham esposta a est offre una vista eccezionale sulle scogliere carsiche di Pakmeng e Hat Chao Mai sulla terraferma. Sulla costa occidentale, l’Haad Farang, più corto ma più ampio, è semplicemente bellissimo, con acque profonde indipendentemente dalla marea e una grossa striscia di soffice sabbia bianca. Da qui, i tramonti incorniciati da Ko Kradan possono essere speciali.

Un altro pomeriggio di basso profilo a Farang Beach.
Un altro pomeriggio di basso profilo a Farang Beach.

Alla fine del 2018, l’autorità del parco nazionale thailandese ha chiuso il Charlie Resort di lunga data nel centro di Haad Farang, che era stato il secondo resort più grande dell’isola. Il resort era abbandonato a partire dal marzo ’19 ed è difficile immaginare che le autorità smantellino e rimuovano tutto quel cemento. Gli aspiranti ospiti di Charlie, alcuni dei quali sembravano un po’ disorientati, stavano traboccando in altri alloggi tra cui un mucchio di piccoli posti nuovi sparsi per l’isola. Abbiamo parlato con viaggiatori che hanno trascorso le vacanze a Charlie quasi una volta all’anno per un decennio o più, e non erano contenti.

Sulla costa orientale, l’erosione ha trasformato la parte “l’ala” di Ao Kham in nient’altro che acqua di mare con l’alta marea, costringendo il Sivalai Resort a costruire una diga in legno attorno a parte della sua spiaggia. Sebbene quest’area rimanga attraente, la sabbia si è allontanata rapidamente negli ultimi anni. È probabile che la tendenza continui.

Fai una lenta passeggiata lungo Ao Wua Nawn.
Fai una lenta passeggiata lungo Ao Wua Nawn.

Altrove su Ko Muk, o “Pearl Island”, vedrai villaggi di pescatori  dove molti dei 3.000 isolani abitano in palafitte sopra l’alta marea. Capre, farfalle e cani da spiaggia si aggirano. Gli uomini martellano le riparazioni sulle barche mentre le donne aprono le noci di cocco e i bambini, locali e stranieri, giocano insieme a un pallone da calcio. A nord puoi camminare nella giungla su un sentiero poco conosciuto, che termina su spiagge dove probabilmente si uniranno a te solo paguri e buceri.

Mentre l’industria del turismo locale è cresciuta costantemente negli ultimi anni, Muk ha mantenuto un equilibrio, per ora, in cui i viaggiatori possono godersi la tranquillità senza interferire troppo con gli stili di vita locali. Alcuni degli isolani per lo più musulmani conducono tour in barca o vendono cibo o souvenir realizzati con legno di cocco e conchiglie, tornando alla pesca e all’agricoltura durante i mesi piovosi. Muk è ancora un posto dove quasi tutti si salutano.

Esplora l'interno.
Esplora l’interno.

I rifiuti spesso bruciano o giacciono abbandonati intorno ai villaggi, purtroppo comuni sulle isole abitate di tutta la regione. Le vicine Kradan e Ngai sono più pulite, ma Muk è più grande e offre una selezione più ampia di alloggi economici insieme a prezzi più economici per i tour in barca, più opportunità per esplorare a terra e cibo e bevande migliori e più convenienti . Muk non ha un rappresentante per la vita notturna, ma dai un’occhiata e troverai alcuni personaggi interessanti.

Se Ko Muk suona bene ma potresti andare ancora più tranquillo, potresti anche scavare  Ko Jum ,  Ko Libong  e  Ko Bulon Lae .

Orientamento

Ko Muk, scritto anche Mook, si trova a tre km dalla terraferma e di solito vi si accede tramite il molo di Kuan Thung Khu, che è collegato alla  città di Trang  con un minibus. Ko Kradan e Ko Ngai si trovano entrambe a circa cinque km a ovest (Ngai nord, Kradan sud), ed è un viaggio di 25 km a nord fino alla punta meridionale di Ko Lanta. I motoscafi di alta stagione collegano queste e molte altre isole.

Tieni d'occhio le piccole cose
Tieni d’occhio le piccole cose

Villaggi, allevamenti di gomma e località balneari riempiono gran parte della metà orientale di Muk. Impenetrabile in alcuni punti, l’aspra metà occidentale contiene una notevole porzione di giungla insieme ai massicci carsici che conferiscono a Muk il suo profilo drammatico da altre parti del Mare delle Andamane. Questa zona più selvaggia, inclusa, fa parte del Parco Nazionale di Hat Chao Mai, anche se Emerald Cave è l’unico posto sull’isola in cui viene riscossa la tassa di ingresso al parco di 200 baht.

Il villaggio principale, Baan Ko Muk, si estende nell’entroterra ea nord dal molo principale delle isole sulla costa orientale nelle vicinanze di Ao Kham. Direttamente nell’entroterra del molo troverai una piccola striscia di caffè, negozi, piccoli resort, minimarket, uffici di viaggio e il primo bancomat dell’isola, installato all’inizio del 2019. Una stretta corsia di due km collega il villaggio a Haad Farang a ovest costa.

Ko Muk offre anche sul fronte del tramonto
Ko Muk offre anche sul fronte del tramonto

Una piccola clinica medica si trova a nord del molo del villaggio, ma un grave infortunio richiederà un viaggio a Trang. Un minuscolo ufficio di polizia si trova nel villaggio della costa orientale vicino ad Ao Wua Nawn, anche se non abbiamo mai visto un ufficiale di polizia in uniforme da nessuna parte sull’isola. Il servizio cellulare è forte nella maggior parte dei luoghi e le carte SIM prepagate dei fornitori tailandesi possono essere ricaricate in molti dei minimarket che punteggiano l’isola. L’elettricità ora funziona 24 ore su 24 in ogni luogo in cui soggiornare. Il WiFi gratuito è onnipresente ma spesso instabile.


Dove alloggiare a Koh Muk

A nostro avviso, Haad Farang è la migliore spiaggia di Ko Muk. I viaggiatori che cercano un’atmosfera più locale dovrebbero prendere in considerazione il villaggio e Ao Kham a ovest del molo, o Ao Kuan , mentre quelli che cercano più comfort possono guardare a Sivalai Beach e Haad Wua Nawn . Le prenotazioni anticipate sono consigliate durante le vacanze di Natale / Capodanno e sono una buona idea in qualsiasi momento dell’alta stagione se ti trovi in ​​un resort specifico. Alcuni resort chiudono per tutta o parte della stagione delle piogge da maggio a ottobre; sono previsti sconti presso quelli che restano aperti.


introduzione

Se non sei sicuro di dove vuoi stare su Ko Muk, ecco un primer per farti andare.

Dove alloggerai a Ko Muk?

Ko Muk è un’isola a due lati, con spiaggia e alloggi che si trovano principalmente su due estremità opposte lungo le coste est e ovest. Sebbene negli ultimi anni siano spuntati una manciata di nuovi resort, la maggior parte dei visitatori sceglie ancora una parte o l’altra.

Le due spiagge principali dell’isola, Haad Farang a ovest e Ao Kham di fronte alla terraferma sulla costa orientale, erano dominate ciascuna da un singolo resort. Le cose sono cambiate quando l’autorità del parco nazionale ha ordinato al Charlie Resort di chiudere Haad Farang alla fine del 2018. Nonostante questa chiusura, Haad Farang e la stradina sterrata che corre dietro hanno ancora una discreta quantità di bungalow.

Siamo grandi fan di Coco.
Siamo grandi fan di Coco.

Il più grande resort di Ao Kham, Sivalai rimane una solida scelta di lusso con linee di grandi ville indipendenti in stile balinese che sostengono una bella spiaggia, anche se l’erosione è un problema in alcuni punti.

Non lontano dal molo di Ao Kham troverai  i bungalow economici in stile naturale del Coco Lodge sparsi tra amache appese all’ombrellone e alberi di cocco. Se non ti dispiace affidarti pesantemente alle zanzariere di qualità, questi bungalow creano un’atmosfera da isola tropicale con soffitti a volta in paglia e pavimenti in bambù legati insieme con spago, tutti costruiti per il massimo flusso d’aria. Lettini di bambù siedono accanto alle capre sulla spiaggia del villaggio di fronte, e la parte migliore di Ao Kham, così come Ao Wua Nawn e Ao Kuan, sono facilmente raggiungibili a piedi.

Rilassati sul tuo terrazzo all'Infermiera.
Rilassati sul tuo terrazzo all’Infermiera.

Un paio di centinaia di metri a nord di Coco Lodge, appena oltre il molo, negli ultimi anni sono spuntati una manciata di bungalow gestiti da isolani. Di questi, abbiamo preso in simpatia  Nurse House grazie ai suoi bungalow sul mare semplici ma comodi per 800 baht e al personale molto accogliente. Quando non è in giro per l’affascinante ristorante, il proprietario lavora nella vicina clinica sanitaria del villaggio, il che lo rende una scelta particolarmente buona se sei soggetto a lesioni.

Sul lato di Haad Farang, distanti l’uno dall’altro su una collina piena di alberi della gomma, le capanne da 1.000 a 1.500 baht di Nature Hill sfoggiano interni originali e grandi portici. In alta stagione, aspettati di avere problemi a trovare una stanza al Nature Hill o al Mountain View, il resort vicino gestito da un cugino del proprietario di Nature View, senza prenotazione.

Un po’ più vicino a Haad Farang, il locale storico di Mayow rimane uno dei preferiti grazie al cibo eccezionale e alle vibrazioni positive. Dalla nostra ultima visita, zio Mayow ha aggiunto un paio di comodi bungalow in cemento con aria condizionata per unirsi alla sua vecchia collezione di capanne da 500 baht. Il defunto Charlie Resort del 2019 occupa ancora la maggior parte del lungomare di Haad Farang, lasciando solo una dozzina di baracche a Long Beach Bungalows (ex Sawaddee) come l’unica opzione rimasta sulla sabbia.


Haad Farang

La “Spiaggia straniera” esposta a ovest ospita un solo posto, Long Beach, che offre vecchi bungalow direttamente sulla sabbia, mentre la maggior parte degli alloggi si trova un po’ più in alto sulla stradina sterrata che costeggia la spiaggia. Grandi tramonti, un’atmosfera rilassante e nuotare indipendentemente dalla marea sono i tratti distintivi del lato di Haad Farang.

Had Farang Bungalows

#Haad Farang, Ko Muk
T:(087) 884 4785
info@kohmookhadfarang.com
http://www.kohmookhadfarang.com

Gli Had Farang Bungalows sono in realtà sparsi su una collina a 300 metri a piedi dalla spiaggia da cui prendono il nome.

Qui troverai diverse opzioni tra cui scegliere, tra cui tende con ventilatori, materassi sul pavimento e bagni in comune che sono tra le opzioni più economiche di Ko Muk (350 baht). Le prossime sono le stanze dei ventilatori standard in un edificio annesso in cemento che ricorda un bunker, con lavandini posizionati stranamente all’esterno in modo da poter mettere su un display per lavarsi i denti al mattino (500 baht).

Prendi un'amaca e rilassati
Prendi un’amaca e rilassati

Molto meglio sono i bungalow in cemento e legno posti su una collina con amache infilate tra portici e alberi (800 baht). Come le opzioni simili di Rubber Tree, queste hanno della muffa sulle pareti, anche se il bambù intrecciato su due lati fornisce un tocco di carattere. I bagni sono semplici affari di acqua fredda con servizi igienici con sciacquone.

Il personale sfacciato offre anche bungalow con aria condizionata con letti più morbidi e una camera familiare (1.800 baht) con quattro posti letto in una struttura di cemento più grande. Tutte le opzioni tranne le tende sono dotate di zanzariere, finestre e portici. Troverai anche un piccolo ristorante, scambio di libri e WiFi, ma questo posto non ha il carattere di Ting Tong o Mayow . È tranquillo qui però.


Ko Yao Viewpoint

# Haad Farang, Ko Muk
koyaobungalow@gmail.com
https://www.facebook.com/pages/Ko-Yao-Restaurant-Viewpoint-Koh-Mook/472956192742953

Prende il nome dalle isole da cui provengono i suoi proprietari, Ko Yao Viewpoint si è espanso oltre il ristorante nel 2016 per aprire una manciata di grandi bungalow in bambù e legno situati in cima a una collina con vista sul tramonto.

Costruiti su alte palafitte su un pendio boscoso che si erge come confine meridionale di Haad Farang, i bungalow hanno pavimenti in legno e pareti in bambù intrecciato insieme a letti decenti con zanzariere e ventilatori. I bagni bagnati sono dotati di acqua calda e nuovissimi servizi igienici con sciacquone, e hai persino un frigorifero. È come se guardassero i bungalow di bambù di Charlie (quando esistevano ancora) e li ingrandissero, con una vista migliore e una posizione molto più riservata.

Ambiente giungla.
Ambiente giungla.

Con questo confronto il valore al Ko Yao Viewpoint è ragionevole, ma queste camere non sono così lussuose come ci si potrebbe aspettare per i cartellini dei prezzi di alta stagione di 1.500 baht. Mentre i due bungalow anteriori vantano una vista eccezionale su Ko Kradan da alcuni dei migliori portici dell’isola, quelli costruiti più indietro si affacciano sui rami degli alberi che ostruiscono la vista.

Tuttavia, ogni veranda è dotata di sedie e un’amaca, e ci è piaciuto il senso di isolamento che troverai qui.

Hai anche un facile accesso all’ottimo ristorante Ko Yao Viewpoint e il morbido Mong Bar è proprio sotto i gradini. Da qui puoi vagare sulle rocce con la bassa marea per trovare Mermaid Beach.


Long Beach Bungalows

# Haad Farang, Ko Muk
T: (091) 656 6691
gpysy.kantang@gmail.com

L’unico posto su Haad Farang che offre sistemazioni fronte mare dalla chiusura di Charlie,  Long Beach (ex Sawaddee) ha un vecchio e fatiscente posto a pochi passi dalla sabbia e dall’acqua color acquamarina.

A parte un po’ di vernice gialla sulle ringhiere del portico, il posto sembrava lo stesso di sempre, nonostante il cambio di nome e la nuova gestione. È ancora un posto solo in alta stagione con una linea di piccoli bungalow fatti di legno e bambù intrecciato.

Long Beach Bungalows
Long Beach Bungalows

Le stanze logore (1.000 baht, chiuse in bassa stagione) hanno letti rigidi drappeggiati in zanzariere, ventilatori e servizi igienici con scarico a secchio in bagni bagnati con acqua fredda. Troverai gli stessi arredi in un paio di bungalow in cemento situati al piano terra nell’angolo più lontano della spiaggia. Tutte le camere dispongono di sedie di plastica sui portici con vista sul mare.

Long Beach ha approfittato della chiusura del Charlie offrendo un piccolo bar sulla spiaggia che brillava di luce nera dopo il tramonto, e la cucina era aperta nella reception all’aperto e nel padiglione del ristorante con tavoli minimi. Le due donne che ci hanno accolto a marzo 2019 sono state accoglienti e disponibili. Le prenotazioni sono una buona idea in alta stagione.


Mayow Bungalows

#Dietro Haad Farang, Ko Muk
T:(087) 885 7582
Somboon_27@hotmail.com

Se preferisci un posto a conduzione familiare, fai un  salto nei Mayow Bungalows, che si  trovano di fronte a Rubber Tree ea pochi passi dalla migliore spiaggia dell’isola.

La mezza dozzina di capanne originali (bassa stagione 400 baht alta stagione 500 baht) siedono intorno a un prato di quadrifogli (non vi scherziamo). Sono fatti quasi interamente di assi di legno nodose e sono dotati di letti a molle, zanzariere, ventilatori e ampi bagni con servizi igienici a secchio, docce con acqua fredda e beccucci al posto dei lavandini. Queste capanne sono un po’ fatiscenti, costruite nei primi giorni della vita turistica di Muk, ma sono vicine alla spiaggia e costano circa la metà di quello che pagherai per opzioni simili nelle vicinanze.

Mayow Bungalows
Mayow Bungalows

Dalla nostra ultima visita la famiglia ha aggiunto un paio di bungalow piastrellati con aria condizionata (bassa stagione 1.000 baht alta stagione 1.500 baht) con pareti in cemento e bagni con acqua calda. Uno è a misura di famiglia, rappresentando alternative ragionevoli per i visitatori che soggiornavano a Charlie.

Il proprietario amante del reggae, Mayow, è originario di Trang e fa sentire gli ospiti i benvenuti senza nemmeno provarci. Siamo arrivati ​​e abbiamo trovato lui e lo staff della famiglia, inclusa una dolce nonnina di 80 anni, rannicchiati intorno a una TV a guardare una partita di muay thai tesa. Dopo essere stati invitati (o forse istruiti) a prendere posto, abbiamo quasi dimenticato perché ci siamo fermati in primo luogo.

Nativo della provincia di Trang
Nativo della provincia di Trang

La banda gestisce anche uno dei migliori ristoranti tailandesi dell’isola insieme a Dugong Family Travel, che è una fonte affidabile per gite in barca e biglietti per altre isole. Anche Mong Bar su Haad Farang è associato a Mayow. Fai due chiacchiere con questi gatti anche se non soggiorni nei bungalow: sono alcune delle personalità più interessanti dell’isola.

Se ti piace il suono di Mayow e non ti dispiace stare nell’entroterra, Bamboo Bungalows è un altro posto di ispirazione reggae con capanne altrettanto semplici per un po’ meno. Dall’altra parte della corsia di Mayow, anche le vecchie capanne in cemento dei fan di Rubber Tree andranno bene, ma salta le edizioni con aria condizionata.


Nature Hill
#200 m da Haad Farang, Ko Muk
T:(089) 014 1614
https://www.naturehillkohmook.com/t-en-gb/

Gli eleganti bungalow in stile naturale di Nature Hill si trovano a poche centinaia di metri oltre Haad Farang su una collina avvolta da alberi di gomma condivisa con Mountain View, i cui bungalow sono di proprietà di un membro della stessa famiglia.

Dopo esserci fermati per la prima volta poco dopo la sua apertura nel 2016, siamo stati lieti di vedere Jungle Hill prosperare nel marzo ’19. La proprietaria Su gestisce ancora il piccolo resort insieme al Ting Tong Bar, di cui è co-proprietaria con il cugino Om, proprietario della vicina Mountain View. Entrambi nativi della provincia di Trang, sono due persone adorabili che incarnano l’atmosfera rilassata e amichevole che fa tornare i lunghi soggiorni a Ko Muk. Non sarebbe la stessa isola senza Su e Om.

Nature Hill
Nature Hill

I bungalow di Nature Hill (baht 1.000 baht in bassa stagione, 1.500 baht in alta stagione) sono costruiti su palafitte con soffitti inclinati e porte dal pavimento al soffitto che si aprono su ampi portici con cuscini sul pavimento, luoghi in cui non sarai disturbato. Sono tutte dotate di letti comodi, zanzariere e bagni in cemento spazzolato con acqua fredda. La maggior parte è costruita per due, ma esiste almeno un’edizione per famiglie. Mentre è ancora un posto divertente dove rilassarsi fino a tarda notte, il Ting Tong Bar ora mantiene la musica bassa dopo le 22:00.

Mountain View ha bungalow in legno altrettanto robusti, puliti e comodi, anche se con un design più tipico, che recuperano 500 baht in meno rispetto a quelli di Nature View. Entrambe sono buone scelte e le prenotazioni sono essenziali in alta stagione. Se sono pieni, i bungalow di Mookie’s non sono una cattiva alternativa. Mookie’s è un locale a conduzione thailandese precedentemente di proprietà di uno svedese con una famigerata reputazione a Muk; bevi qualcosa e vedi se Su o Om ti raccontano una storia o due.


Ao Kham, Ao Kuan e il villaggio

Dalla piccola spiaggia di Ao Kuan al molo e giù per il villaggio fino ad Ao Kham e Ao Wua Nawn, la costa orientale di Ko Muk si è riempita di nuovi resort solo dal 2012. Il Sivalai di fascia alta rimane l’unico grande resort, con la maggior parte degli alloggi arriva in piccole proprietà a conduzione familiare che si rivolgono principalmente a backpackers.

 

Coco Lodge
#Ao Kham (a ovest del molo), Ko Muk
T:(089) 978 3261
contact@kohmook-cocolodge.com
http://www.kohmook-cocolodge.com

Con 30 bungalow disseminati tra alberi con amache e cocco, anacardi, papaya e tutti i tipi di fiori, Coco Lodge è senza dubbio il luogo più suggestivo in cui soggiornare a Ko Muk.

I bungalow in bambù intrecciato con ventola (bassa stagione 600 baht, alta stagione 800 baht) sono semplici ma progettati in modo intelligente con finestre multiple e spazi coperti nei soffitti a volta in paglia per consentire il massimo flusso d’aria. I materassi posizionati su piattaforme sono molto comodi e le zanzariere possono essere fatte scorrere contro il muro, come le tende, per tenerle lontane quando non vengono utilizzate.

Coco Lodge
Coco Lodge

Altri tocchi includono trombe d’acqua a portata di mano, lampadine collocate in lanterne vecchio stile, tavoli di bambù e molti posti dove appendere i vestiti bagnati. Accessibili tramite gradini di tronchi che sono più simili a piccole scale, i bagni parzialmente all’aperto sono dotati di pavimenti in sabbia e pietra, docce con acqua fredda, servizi igienici con sciacquone e persino alcune orchidee.

I bungalow familiari sono più grandi e dispongono di letti singoli aggiuntivi, inclusi alcuni su strutture a castello. Troverai anche tre bungalow di base in cemento con aria condizionata (bassa stagione 1.200 baht, alta stagione 1.500 baht) situati dietro il ristorante sulla spiaggia, che serve piatti tailandesi decenti. Le tende non sono più disponibili al Coco: vai al Garden Beach Resort per una di quelle.

Pareti intrecciate, atmosfera fresca.
Pareti intrecciate, atmosfera fresca.

I bungalow sono sparsi abbastanza distanti in tutta la proprietà rilassante, dove i dolci cani da spiaggia sonnecchiano sotto i viaggiatori che pendono da amache appese tra gli alberi. Le gentili donne tailandesi anziane gestiscono il resort insieme al proprietario Chet. È tranquillo e non è scortese se non parla molto; aspetta un po’ e vedrai che è un ragazzo dolce. Offrono la connessione Wi-Fi gratuita, uno scambio di libri, il noleggio di biciclette e gite in barca.

Ci piace la posizione a ovest del molo ea pochi passi da diversi ristoranti del villaggio, anche se la migliore spiaggia di Sivalai è a 15 minuti a piedi.

Se arrivi con il traghetto locale da Trang, puoi facilmente raggiungere a piedi Coco dal molo: svolta a destra e sarà sulla sinistra appena passato il villaggio sulla spiaggia. Coco è molto popolare, quindi prenota se vuoi essere sicuro di avere una stanza da dicembre a marzo.


Koh Mook Garden Beach Resort
#Ao Kuan, Ko Muk
T:(081) 748 3849
https://www.facebook.com/DADARestaurant/

Uno degli unici due posti dove stare ad Ao Kuan, il Garden Beach Resort è un altro posto a conduzione familiare che serve alcuni dei letti più economici su Muk in tende e capanne semplici e bungalow familiari a due piani.

Il resort copre un pezzo di terra abbastanza grande con molta ombra e amache sparse su colline leggermente in pendenza appena indietro dall’angolo orientale della spiaggia. C’è anche uno stagno di loto di fronte ai bungalow con ventilatore. I budgeter possono montare una tenda (250 baht) su una collina con vista sul mare e utilizzare bagni comuni con acqua fredda di base.

Koh Mook Garden Beach Resort
Koh Mook Garden Beach Resort

Chi ha un po’ di più da spendere può optare per un bungalow in legno e bambù (400 baht) con tetto in metallo, letto rigido con zanzariera, bagno in cemento con acqua fredda con wc a secchio e ampio portico con amache e sedie. Questi sono ben indossati, ma è difficile discutere con i cartellini dei prezzi di 400 baht che li rendono alcuni dei bungalow più economici su Muk.

Se sono troppo traballanti, dirigiti un po’ più in alto sulla collina per un bungalow altrettanto attrezzato ma più robusto, oppure opta per un’edizione in legno a due piani con vista sul laghetto di loto. Troverai anche camere pulite con aria condizionata in cemento e piastrelle (1.500 baht) con due ventilatori portatili. Questi sono simili alle camere con aria condizionata del Coco Lodge, che è più popolare e spesso dirige i suoi ospiti overflow qui.

La connessione Wi-Fi è gratuita e il personale offre gite in barca a tariffe più economiche rispetto alla maggior parte dei posti. Insieme all’annesso ristorante Adda e al Sabai Bar, il resort si trova a pochi passi da un villaggio di pescatori su palafitte e da alcune mangrovie. Sono 20 minuti a piedi da qui alle migliori opportunità di nuoto che si trovano a Sivalai Beach, ma il sentiero per le remote spiagge di Lo Dung e Sabai inizia dietro il resort.

L’unico altro posto dove stare su questa spiaggia è il piuttosto stanco Koh Mook Resort, che offre bungalow in cemento con aria condizionata a partire da 1.700 baht. Al Garden non abbiamo avuto una risposta chiara sulle tariffe di bassa stagione, ma ci si può aspettare degli sconti.


Nurse House
#Ao Kham (a ovest del molo sulla strada per Ao Kuan), Ko Muk
T:(094) 315 4114
kohmooknursehouse@hotmail.com
https://www.facebook.com/pages/Kohmook-Nurse-House/ 1397032467202569

La Ban Koh Mook Nurse House sembra una specie di struttura medica, ma in realtà il nome di questo piccolo bungalow sulla spiaggia deriva dal fatto che il proprietario, il signor Bell, lavora nella clinica del villaggio: è un piccolo posto fantastico per un’esperienza più familiare e intima.

Il simpatico nativo di Trang offre quattro bungalow in bambù intrecciato con vista sul mare (bassa stagione 600 baht, alta stagione 800 baht) con tetti di paglia che si affacciano su un piccolo prato con tanto verde, e un altro direttamente sulla spiaggia a pochi metri dal navigare con l’alta marea. Ognuno ha un comodo letto avvolto in una zanzariera insieme a morbide lanterne, ventilatore portatile, decorazioni realizzate con gusci di cocco e bagni migliori della media con lavandini adeguati, servizi igienici con sciacquone e docce con acqua fredda.

L’edizione fronte mare ha un’amaca a rete attaccata ma sono solo sedie di plastica sui portici di altri bungalow. Le porte in vetro offrono una vista sul mare direttamente dal letto, mentre le finestre su entrambi i lati consentono il flusso d’aria.

Nurse House si trova in una posizione tranquilla a tre minuti a piedi da Ao Kuan e dal villaggio su palafitte più pittoresco di Muk. Come con la maggior parte di Ao Kham e Ao Kuan, qui non è possibile nuotare con la bassa marea e non è eccezionale nemmeno con l’alta marea, ma la vista è bella e la spiaggia di Sivalai è a 15 minuti a piedi a est.

Il personale della famiglia parla pochissimo inglese; chiameranno Bell, che parla un inglese chiaro, se non è presente quando le tue domande si fanno troppo complicate.

La connessione Wi-Fi è gratuita e il cuoco prepara una buona gamma di piatti della Thailandia meridionale nella cucina e nella sala da pranzo sul mare.


Koh Mook Hostel
#Baan Ko Muk (circa 300 m nell’entroterra dal molo), Ko Muk
T:(089) 724 4456
kohmookhostel@gmail.com
https://www.facebook.com/Kohmookhostelfanpage/

Inaugurato nel villaggio alla fine del 2016, Koh Mook Hostel è un affascinante posto gestito da isolani che è l’unica opzione di dormitorio sull’isola al momento della scrittura.

L’edificio blu senza pretese a un piano sfoggia due spaziose camere dormitorio con aria condizionata (380 baht), una per sole donne e l’altra per uomini misti. I letti a castello hanno un alto livello di privacy grazie alle tende e ai divisori in legno, e ciascuno ti offre una lampada da lettura e una presa elettrica insieme a un materasso rigido.

Due unità di aria condizionata e ventilatori a soffitto ti manterranno fresco di notte. Quando la natura chiama, puoi entrare in un bagno con acqua fredda annesso alle stanze, o camminare sul retro della proprietà per diverse altre docce pulite in stalle di cemento spazzolato.

La connessione Wi-Fi è gratuita e i proprietari gestiscono anche un bar che serve panini alla cannella fatti in casa e caffè appena fatto. Ci siamo fermati per trovare alcuni viaggiatori zaino in spalla che chiacchieravano e leggevano mentre l’adorabile bambina del proprietario li distraeva.

Tieni presente che gli abitanti dei villaggi musulmani possiedono il posto e l’alcol è vietato in loco, anche se puoi camminare a pochi passi verso altri caffè per una birra. Ao Wua Nawn e Sivalai Beach sono a non più di cinque minuti a piedi da qui.


Sivalai Resort
#Ao Kham e Ao Wua Nawn, Ko Muk
T:(089) 723 3355
contact@komooksivalai.com
http://www.komooksivalai.com

Sivalai è la versione tailandese della parola inglese, civilized, che ti dice qualcosa sugli ospiti che questo grande resort di lusso cerca di attirare.

Con le ville più economiche che gestiscono 5.000 baht in alta stagione, questo non è un ritrovo per backpacker. Il resort, gestito senza intoppi ma impersonale, si estende su una macchia cigolante di sabbia bianca su entrambi i lati di un banco di sabbia che si protende per ben 30 metri nell’acqua verde acqua con la bassa marea. Sebbene sia ancora uno dei punti più belli di Muk, l’erosione ha causato problemi negli ultimi anni e ora troverai sacchi di sabbia e piccole barriere di tronchi intorno ai lettini da spiaggia di Sivalai.

Le ville in legno e cemento in stile balinese sono spaziose e arredate con gusto con ampie finestre di vetro, lanterne morbide, tocchi di rattan e cuscini di seta su letti lussuosi. Tutte le camere indipendenti misurano almeno 35 metri quadrati e sono dotate di TV LCD, minibar, splendidi bagni con acqua calda e ampi ponti con sedie a sdraio imbottite. Questo è il resort più grande di Muk e le ville si estendono per una certa distanza lungo Ao Kham e Ao Wua Nawn.

I prezzi dipendono principalmente dalla vicinanza alla parte migliore della spiaggia e le ville più grandi sono perfette per le famiglie. Il ristorante/bar tailandese-europeo gode di una vista privilegiata e troverai due piscine: quella piccola originale vicino al ristorante e una seconda, molto più grande, più lontana. Il personale gentile offre il noleggio di biciclette e kayak e trasferimenti privati ​​dalla terraferma con i motoscafi di proprietà di Sivalai. L’alta stagione inizia il 1 novembre, quindi è un buon rapporto qualità-prezzo se sei qui a fine ottobre.


Mappa di dove alloggiare ad Ao Kham, Ao Kuan e il villaggio

Mappa di dove alloggiare ad Ao Kham
Mappa di dove alloggiare ad Ao Kham

Legenda mappa

Clicca sul nome dell’hotel per aprire la sua posizione nelle mappe di Apple o Google.


Dove mangiare

Muk ti farà bene se vieni dai ristoranti scarsi e costosi che si trovano a Ko Ngai o Ko Kradan. Mentre quasi tutti i resort hanno il proprio ristorante, gran parte del cibo migliore può essere ottenuto nei ristoranti indipendenti gestiti dagli isolani.

Haad Farang

Situato proprio dietro il relitto del Charlie Resort, Mayow Thai Kitchen è stato presumibilmente il primo ristorante dell’isola e continua a sfornare cibo tailandese eccezionale. Lo yum muu yang (insalata di maiale alla griglia) aveva un preciso equilibrio tra succo di lime acido e peperoncini piccanti temperati da cetrioli e pomodori freschi: era il miglior piatto singolo che abbiamo avuto durante la nostra visita più recente a Muk. Anche il curry di massaman era favoloso e è difficile resistere a un’intera pagina di pesce fresco e piatti di granchio. I prezzi sono ragionevoli e adoriamo l’atmosfera rilassata impostata su blues, reggae e altra musica scelta dallo stesso signor Mayow.

Se non ti dispiace pagare un po’ di più per un tavolo drappeggiato in uno degli splendidi tramonti di Haad Farang, dirigiti al Ko Yao Viewpoint e al suo ponte di legno costruito sulle rocce all’estremità orientale della spiaggia. Offrono panini e fish and chips, ma l’ampio menu tailandese è la strada da percorrere. La zuppa tom yum con pesce e som tam tailandese era sia piccante che saporita, anche se l’MSG ci ha lasciato in bocca un formicolio in seguito. Sono disponibili anche cocktail e birra, rendendolo un’opzione ideale per il tramonto.

Spostandosi nell’entroterra, l’ Hilltop Restaurant è un altro locale di lunga data che lo renderà piccante se lo chiedi. Il loro motto è “Economico economico ma diverso”, che ha senso solo dopo aver incontrato la risata cordiale e la personalità eccentrica del proprietario. È anche un’eccellente chef, che prepara alcuni piatti insoliti come l’anatra al vapore con salsa di soia insieme a dozzine di standard tailandesi serviti in grandi porzioni. Anche se non così piccante come speravamo, il nam tok muu (insalata di maiale alla cascata) aveva un sapore eccellente. Il proprietario si diverte a mostrare ai clienti il ​​menu e a fare domande per restringere la scelta. È un posto rilassato con un grande frigorifero pieno di birra; accontentarsi di una lunga attesa quando è occupato.

Ao Kham e il villaggio

Passeggia nel villaggio appena nell’entroterra dal molo per trovare la più forte selezione di ristoranti indipendenti di Ko Muk. Uno di spicco è Ma Kin Ni (“Vieni a mangiare qui”), che si apre dalla mattina alla sera e propone alcuni morsi occidentali insieme a gustosi piatti tailandesi. Il pad see ew era gustoso e abbondante per 70 baht, ma il gustoso tort man pla (torte di pesce fritte) e il massaman cotto lentamente con pollo con l’osso ci hanno lasciato programmare la nostra prossima visita. Sono disponibili anche caffè e birra freschi. Non siamo riusciti a provare il vicino De Local , ma il suo barbecue lungo la strada attira una folla ogni sera.

Un po’ più a sud del molo di fronte alle barche di sabbia e longtail di Ao Wua Nawn, Sugar’s è un’altra buona opzione che offre caffè fresco, frullati e cibo tailandese. I pacati proprietari servono pla neung manao (pesce intero al vapore con salsa di lime e aglio) per soli 120 baht, meno della metà di quello che pagherai a Sivalai. Troverai anche una buona gamma di piatti tailandesi per meno di 80 baht e patatine fritte allo zenzero o peperoncino e aglio servite su piatti d’acciaio sfrigolanti per 120 baht. Se sei qui al mattino, passeggia per alcune porte lungo il vicolo per trovare l’autentico khao tom mut (farina di riso con banana e altri ripieni cotti a vapore in gusci di cocco) insieme a ciambelle in stile tailandese in una piccola sala da tè.

A due passi da Sugar’s si trova De Tara , un piccolo resort che vanta anche il ristorante più elegante di Muk. Fanno cocktail solidi (anche se la loro affermazione di “miglior margarita del mondo” è un po’ troppo) insieme a gustosi piatti tailandesi, tra cui alcune specialità del sud come il gai tom kumin (zuppa di pollo al cumino) e pad pong karee , pesce mescolato fritto con uova e curry indiano in polvere. Merita una menzione anche il ristorante Good Luck , che serve grandi piatti di cibo tailandese in un accogliente ristorante a ovest del molo sulla strada per Ao Kuan. I proprietari hanno un atteggiamento fantastico e il pad prik Thai talay (friggere in padella con frutti di mare in salsa di pepe nero) è davvero azzeccato per circa 100 baht.

Vita notturna

Sebbene non sia certamente una destinazione per feste, Ko Muk ha la sua parte di bar funky che sono come calamite per chi viaggia da solo.

Situato sulla strada sterrata che corre nell’entroterra da Haad Farang, Ting Tong è facilmente il miglior bar dell’isola. La manager Su e il suo cugino più giovane, sempre a torso nudo, Om, sono nativi della terraferma di Trang che parlano entrambi un inglese eccezionale e potrebbero essere solo il miglior duo di baristi di questa parte di Phuket. Preparano ottimi mojito e margarita mentre chiacchierano tra la folla insieme ad alcuni tizi francesi e tedeschi che fanno capolino anche dietro il bar. Mentre alcuni dei barflies occidentali di lunga data possono essere un po’ rumorosi e orgogliosi dopo un sacco di birre, Su e Om sembrano sempre mantenere le cose positive e rendono davvero il posto speciale. Sostengono di rimanere aperti “fino a quando l’ultima persona non se ne va”.

Se preferisci un’atmosfera reggae dolce da accompagnare alla vista del tramonto, dirigiti al Mong Bar nell’angolo orientale di Haad Farang. Il proprietario Mong serve cocktail e birra ai viaggiatori che si sistemano in posti a sedere imbottiti nel piccolo bar o su lettini di bambù sparsi sulla sabbia. Mong e suo padre Mayow (di Mayow Thai Kitchen) sono amici intimi del leggendario cantante reggae tailandese, Job 2 Do, anche lui originario di Trang: se hai frequentato praticamente qualsiasi bar sulla spiaggia in Thailandia, ci sono buone probabilità che tu abbia sentito la sua canzone “Doo Doo Doo”. Si esibisce con Ko Muk alcune volte a stagione e si esibisce al Mong Bar.

Segnaletica allettante a Ting Tong.
Segnaletica allettante a Ting Tong.

Il lato Ao Kham dell’isola è più tranquillo ma troverai alcuni piccoli pozzi d’acqua. Sulla striscia del villaggio vicino al molo, The Ku ha un tema sportivo con il calcio su alcuni schermi piatti sopra il bar. Appena passato il Team Restaurant sulla corsia laterale che collega la striscia del villaggio alla strada che attraversa l’isola, Xoy Xoy sembrava essere il punto di riferimento per una scena ispirata al reggae.

C’è anche Go Go (non un vero bar go-go), una baracca di legni e bambù vicino al Coco Lodge che sarebbe la nostra scelta per qualche drink dopo il tramonto sul lato di Ao Kham dell’isola. È leggermente distante dal resto del villaggio, che è prevalentemente musulmano: ci è sembrato un po’ insapore martellare birre sulla striscia del villaggio mentre puoi sentire il canto dell’imam nella moschea durante l’ora della preghiera. Ti suggeriamo di andare sul lato di Haad Farang per lasciare che tutto si svolga.


Cosa vedere e cosa fare

Spiagge a Ko Muk

Ko Muk vanta un sacco di spiagge, che vanno dal classico stile resort alle spiagge dei villaggi con case su palafitte e remote distese di sabbia accessibili solo via mare o tramite sentieri escursionistici. Le migliori non corrispondono esattamente a quelle che si trovano su isole come Kradan, Ngai o Lipe, ma le spiagge di Muk tendono ad avere più carattere.

Haad Farang
Conosciuto anche come Haad Yao o Charlie Beach, Haad Farang è uno dei nostri posti preferiti per rilassarsi in Thailandia. Nonostante la lunghezza di poche centinaia di metri, la sua distesa eccezionalmente ampia di sabbia fine biancastra è riparata da uno sperone roccioso a sud e da un massiccio calcareo a nord. Puoi nuotare comodamente nell’acqua limpida color smeraldo in qualsiasi momento. I tramonti possono essere incredibili, da gustare al meglio da Mong Bar nell’angolo sud. Con un nome che significa “Spiaggia straniera”, Haad Farang è cambiato quando l’autorità del parco nazionale ha chiuso il Charlie Resort alla fine del 2018 e mentre la spiaggia rimane splendida, la piscina abbandonata e i bungalow erano seduti mentre gli occhi si libravano al momento della ricerca.

Mermaid Beach
Situata appena a sud di Haad Farang e accessibile in kayak o 20 minuti a piedi su rocce appuntite con la bassa marea, questa spiaggia rocciosa prende il nome dall’immagine di uno spirito sirena che si crede vegli sui pescatori locali. Non c’è sviluppo e in realtà non c’è molta spiaggia, ma le formazioni rocciose sono impressionanti e le strisce di sabbia raccolgono molto vetro marino. Potresti mettere i pezzi più belli sulle ginocchia della sirena come offerta.

Ao Panka
Questa spiaggia fangosa fiancheggiata da mangrovie sulla costa sud-est ha un solo posto dove stare, un midranger chiamato The Sun Great Resort, e non potremmo stare qui a meno che altre opzioni non siano esaurite. Anche se non va bene per nuotare, potresti fare un salto qui con la bassa marea per guardare centinaia di piccoli granchi sfrecciare prima di tuffarsi nei buchi per evitare gli intrusi umani.

Tempo lunatico su Ao Wua Nawn.
Tempo lunatico su Ao Wua Nawn.

Ao Wua Nawn
Situata più a nord lungo la costa orientale, “Sleeping Cow Bay” si estende per circa un chilometro di fronte a un villaggio e ad alcuni resort di fascia media poco brillanti prima di culminare in un banco di sabbia simile ad un’ala di fronte al Sivalai Resort. La lunghezza del chilometro e la sabbia bianca e scricchiolante la rendono la migliore spiaggia di Muk per lunghe passeggiate, ed è anche il posto dove guardare l’alba sulla terraferma. Il nuoto è limitato all’alta marea a causa delle vaste distese di limo. Con l’alta marea la spiaggia è più ampia qui che dietro l’angolo di Sivalai su Ao Kham, ma non così ampia come Haad Farang.

Sivalai Beach
Conosciuta anche come Ao Kham East, questa spiaggia lunga un chilometro inizia al molo e termina nell’ala di sabbia bianca di fronte al Sivalai Resort, dove puoi girare l’angolo e continuare a camminare verso sud lungo Haad Wua Nawn. La sezione che fronteggia le ville occidentali di Sivalai, più vicina al molo, si restringe a una sottile striscia con l’alta marea e si espande per rivelare un’enorme fascia di distese di limo con la bassa marea. L’ala di fronte al ristorante di Sivalai è l’unica sezione balneabile con la bassa marea. Diventa piuttosto sporco più vicino al molo e l’erosione è diventata un problema.

Le capre adorano Ao Kham West.
Le capre adorano Ao Kham West.

Ao Kham West
In direzione ovest dal molo lungo la costa nord-orientale, questa parte di Ao Kham ospita Coco Lodge e Nurse House insieme a gruppi di palafitte e barche a coda lunga. Camminare qui sembra una passeggiata in un villaggio piuttosto che una vera passeggiata sulla spiaggia, e le stradine e le case di cemento si uniscono a un canale per far sembrare una spiaggia meno coesa di Sivalai Beach. Qui trovi anche gli appartamenti di limo con la bassa marea, ma lo scivolo di sabbia che costeggia il Coco Lodge è molto carino con l’alta marea.

Ao Kuan
La “Jungle Beach” si nasconde dietro un pittoresco villaggio su palafitte appena a ovest dell’estremità occidentale di Ao Kham, con una sezione di mangrovie e rocce che creano il confine. Anche in questo caso, la bassa marea rivela centinaia di metri di pianure fangose, che sono costanti su tutta la costa nord. Ci piace la sensazione appartata e la piccola mezzaluna di sabbia granulosa e abbronzata sembra adorabile con l’alta marea. Gli unici posti dove stare qui sono Garden Beach Resort e Koh Mook Resort. È una buona base se hai intenzione di percorrere i sentieri escursionistici, che iniziano proprio dietro Ao Kuan.

Una vista della giungla di Jungle Beach.
Una vista della giungla di Jungle Beach.

Coco 2 Beach
Non siamo riusciti a trovare un nome locale per questa spiaggia della costa nord-orientale, quindi abbiamo deciso di chiamarla Coco 2 dopo l’unica struttura trovata qui, contrassegnata come Coco Lodge 2 Coffee. Non è più aperto ma qualcuno sembra accamparsi nel vecchio padiglione di legno e bambù. C’è anche un’amaca per due persone, con zanzariera, legata a un ombrellone sopra il surf: dubitiamo che al campeggiatore dispiaccia se lo provi. La costa qui è un mix di rocce, mangrovie, fango e sabbia, e il sentiero per Haad Lo Dung e Haad Sabai inizia dietro la spiaggia.

Haad Lo Dung
Prendi il sentiero a nord da Coco 2 Beach e dopo circa un chilometro raggiungerai Haad Lo Dung, una sorprendente mezzaluna di sabbia color cachi sulla costa nord circondata solo da una fitta giungla e una spettacolare scogliera carsica. Se riesci a guardare oltre la spazzatura di marea che si raccoglie sotto l’ombrellone e gli alberi di banyan, questo è un posto privilegiato per sederti e guardare i paguri mentre ti godi la solitudine. L’acqua era cristallina quando eravamo qui e nuotare è possibile con l’alta marea, ma portatevi calzature impermeabili per evitare di sbattere i piedi sulle rocce al largo.

Hat Lo Dung.
Hat Lo Dung.

Haad Sabai
La più remota delle spiagge di Muk è Haad Sabai, situata sulla costa occidentale e accessibile solo in barca o con un’escursione di due ore da Coco 2 Beach. La spiaggia di sabbia abbronzata è piccola e raccoglie grandi mucchi di rifiuti di marea, il che la rende piuttosto deludente dopo la lunga escursione. Tuttavia, è probabile che tu sia l’unica persona qui e l’acqua color smeraldo protetta da scogliere su entrambi i lati è ottima per nuotare.

Tham Morakot
Oh sì, la Grotta dello Smeraldo ha una spiaggia tutta sua.


Mappa: Spiagge di Ko Muk

Legenda mappa

Fare clic sul nome del punto di interesse per aprire la sua posizione nelle mappe di Apple o Google.

(1) Ao Kham West
(2) Ao Kuan
(3) Ao Panka
(4) Ao Wua Nawn
(5) Coco 2 Beach
(6) Haad Farang
(7) Haad Lo Dung
(8) Haad Sabai
(9) Spiaggia delle sirene
(10) Spiaggia di Sivalai
(11) Tham Morakot

Tham Morakot (Grotta di Smeraldo)

Una delle principali attrazioni del Mare delle Andamane in Thailandia, Tham Morakot lascia i visitatori a bocca aperta. Se non ti dispiace nuotare o remare attraverso una grotta marina buia, sarai trattato in una spiaggia nascosta diversa da qualsiasi altra che abbiamo sperimentato.

Partendo da Haad Farang, la nostra barca a coda lunga ha sorvolato le immense scogliere calcaree che costituiscono la maggior parte delle coste meridionali e occidentali di Muk. In non più di 15 minuti, siamo arrivati ​​a quello che sembrava un tipico tratto della costa rocciosa, tranne un’altra longtail ancorata e un cartello attaccato a una roccia con le parole “Tham Morakot”, scritte in caratteri thailandesi e romani.

Anche quando ci siamo tuffati nell’acqua verde mare, non siamo riusciti a capire dove iniziasse la grotta, uno dei tanti motivi per cui visitare con una guida locale è una buona idea. Con un faro impermeabile legato alla sua fronte, il nostro autista longtail si è tuffato e ci ha fatto cenno di seguirlo. Mentre passavamo sotto la roccia bassa che segna l’ingresso della grotta, potevamo sentire un bambino che piangeva forte più avanti.

La nuotata di 50 metri conduce attraverso una caverna buia con un tetto che si erge a diversi metri di altezza con la bassa marea ma sommerge l’alta marea. Un bivio nel corso d’acqua è un altro motivo per cui è bene avere una guida: se prendi la svolta sbagliata potresti rimanere bloccato contro un muro senza uscita dalla corrente, che fa risuonare un’eco minacciosa attraverso la grotta. Se segui attentamente la tua guida e non soffri di claustrofobia o paura estrema del buio, starai bene.

Un debole bagliore di luce solare ha afferrato la superficie dell’acqua dopo che abbiamo superato la sezione più buia della grotta. Ancora qualche rana e siamo emersi in una magnifica cattedrale dal design naturale, vaste scogliere calcaree avvolte attorno a una piccola mezzaluna perfettamente simmetrica di sabbia color cachi. L’acqua limpida che lambiva dolcemente la spiaggia aveva davvero una tonalità smeraldo.

Nascosta tra le aspre rocce di Muk, questa parte della Grotta di Smeraldo è in realtà una dolina formatasi molte lune fa. Numerose piante tropicali, viti e alberi ricevono abbastanza luce per crescere proprio dietro la spiaggia, dando la sensazione di un bioma chiuso che supporta anche una serie di uccelli e occasionali scimmie. Si dice che la gente del posto alla ricerca del nido di rondine, la prelibatezza servita nella zuppa cinese di nidi di uccello, abbia scoperto per la prima volta questa “dolina di smeraldo”.

Decenni prima che Tham Morakot diventasse un’attrazione turistica alla fine del XX secolo, i pirati lo trovarono il luogo perfetto per riporre il loro bottino. È facile capire perché: l’ingresso della grotta non sembra altro che un’altra fessura, e per arrivarci via terra è necessario attraversare la fitta giungla prima di respingere le pareti rocciose che torreggiano con un angolo preciso di 90 gradi su tutti i lati.

Come qualcosa uscito da un film ambientato in un remoto paradiso, questa è stata una delle meraviglie naturali più accattivanti che abbiamo visitato in Thailandia e oltre. Il bambino che abbiamo sentito piangere prima stava ora sguazzando allegramente con la sua guida barcaiolo. Ci siamo seduti in un angolo, prendendo tutto, senza pentirci di aver dimenticato la nostra sacca da sub (e quindi la nostra macchina fotografica).

Siamo stati in grado di condividere Tham Morakot con una piccola famiglia di altri viaggiatori e le nostre guide, ma molti viaggiatori non sono così fortunati. È una tappa importante negli itinerari di innumerevoli tour in barca da Ko Lanta, Pakmeng e altri luoghi, e arrivare nelle ore di punta durante l’alta stagione significherà essere guidati insieme a dozzine di altre persone. La grotta/dolina non è enorme e sarebbe molto meno attraente se condivisa con una folla.

Questo è uno dei motivi per cui ti consigliamo di soggiornare a Ko Muk o nelle vicine isole di Ko Ngai o Ko Kradan , che ti permetteranno di visitare Tham Morakot in privato, guidati da qualcuno che sa quando sarà libero dalla folla, dalla marea e dal Funzionari del Parco Nazionale Chao Mai che fanno pagare a casaccio agli stranieri una quota di iscrizione di 200 baht. Prima delle 10:00 è un buon momento per andare, seguito dal tardo pomeriggio, anche se il barcaiolo che guida un altro viaggio ha fatto scivolare i suoi passeggeri durante una finestra di 20 minuti quando non c’era nessun altro, subito dopo mezzogiorno.

Un viaggio di andata e ritorno diretto da Haad Farang a Tham Morakot costa 600 baht (per la barca, non a persona) e salirà leggermente per quattro o più persone. Aspettati di pagare un po’ di più se vieni da Ao Kham. Le barche a coda lunga possono essere organizzate tramite resort o direttamente con i barcaioli su una delle spiagge principali. (Vedi l’elenco delle escursioni sull’avena per informazioni su altre opzioni.) È anche possibile remare in kayak quando la marea è giusta.

Mappa di localizzazione di Tham Morakot (Grotta di Smeraldo)

Clicca sulla mappa per aprire la sua posizione nelle mappe di Apple o Google.
Clicca sulla mappa per aprire la sua posizione nelle mappe di Apple o Google.

Viaggi in barca

Oltre a Tham Morakot, una gita in barca intorno a Ko Muk presenta alcune eccellenti opportunità di snorkeling e relax in spiaggia.

Al largo della barriera corallina meridionale di Ko Kradan e intorno agli isolotti di Ko Chueak, Ko Waen e Ko Maa al largo della costa di Ko Ngai si può godere di una buona visibilità e di una vasta gamma di vita marina . Coralli colorati si trovano anche intorno a Tham Yai (“Grande Grotta”) sulla costa nord-occidentale di Muk. Sia Kradan che Ngai vantano anche spiagge migliori di Muk. Chi è alla ricerca di più di un’avventura potrebbe fare la crociera di sola andata di 90 minuti a Ko Rok per la sua spiaggia incontaminata di sabbia corallina e gli eccezionali paesaggi marini.

Taxi dell'isola.
Taxi dell’isola.

In generale, le gite in barca organizzate su Ko Muk saranno private e intraprese da longtail: qui non troverai i grandi tour in motoscafo di Ko Lanta. Per risparmiare, chiedi in giro nei negozi di viaggio e nei resort per vedere se qualcuno vuole unirsi a te, soprattutto se sei interessato a un viaggio più lungo. Il personale ti informerà spesso se un altro gruppo sta cercando passeggeri extra per un viaggio nel prossimo futuro.

I prezzi si intendono per la barca, non per persona, e salgono leggermente per più di quattro persone. Il pranzo di solito non è incluso, ma la maggior parte delle barche ha una fornitura gratuita di acqua potabile, boccagli e maschere. I tour più lunghi si fermeranno in un’isola vicina per il pranzo, oppure potresti prepararne uno in anticipo.

La maggior parte dei viaggi include Tham Morakot come prima tappa. Aspettati di pagare circa 1.200 baht per una gita di tre o quattro ore che potrebbe includere anche Sabai Beach e Big Cave, o Ko Kradan. Un’escursione da cinque a sei ore potrebbe includere molti dei siti di snorkeling intorno a Ko Ngai, nonché una sosta a Ngai stessa, per 2.500 baht. Aspettati di pagare da 3.500 a 4.000 baht per un viaggio di un’intera giornata a Ko Rok.

Tutti questi siti sono coperti dai parchi marini nazionali di Hat Chao Mai o Koh Lanta, il che significa che potresti dover sborsare da 100 a 400 baht a persona per i biglietti se i rispettivi funzionari del parco ti fermano. Abbiamo evitato la tassa di Hat Chao Mai colpendo Tham Morakot al mattino, ma i ranger di Koh Lanta si sono presentati su una barca per richiedere 200 baht prima che potessimo fare snorkeling al largo di Ko Maa. La tariffa per Ko Rok è di 400 baht a persona (anche se fa anche parte del Parco Nazionale di Koh Lanta), che di solito può essere evitata non mettendo piede sulla spiaggia. Altrimenti la tua guida in barca potrebbe essere in grado di negoziarlo fino a 200 baht.

Abiti rinomati che offrono gite in barca di buon valore includono Dugong Family Travel con sede a Mayow Thai Kitchen e Mong Bar su Haad Farang; Coco Lodge e Mr Yong Tour vicino al molo di Ao Kham; e Garden Beach Resort su Ao Kuan.

Mappa di localizzazione per gite in barca


Trekking nella giungla a Ko Muk

Uccelli esotici, fiori selvatici e fitte foreste raggiungono una serie di scogliere calcaree verticali nella selvaggia metà occidentale di Ko Muk. Un sentiero escursionistico che inizia dietro Ao Kuan, sulla costa nord-orientale, ti porta dritto attraverso la giungla fino a un paio di spiagge remote e non sviluppate.

Partendo dietro il Koh Mook Resort su Ao Kuan, prendi il sentiero di terra rossa a nord e dopo circa un chilometro di fattorie della gomma scendi a Coco 2 Beach . Da qui un altro sentiero taglia nell’entroterra, segnalato da utili indicazioni per Haad Lo Dung e Haad Sabai. Da qui in poi penetrerai nella giungla incontaminata con le sue serpeggianti radici di dipterocarpo, foglie di palma lunghe un’auto e fiori di campo.

Dopo un altro chilometro si arriva ad Haad Lo Dung , luogo ideale per una sosta per una nuotata e per rilassarsi sotto gli alberi di banyan. Una volta rinfrescato, torna indietro sul sentiero e continua a marciare in salita finché non vedi un cartello che indica a destra un sentiero più stretto verso Haad Sabai . Da qui si sale ripidamente in discesa e c’è un senso di appostamento nella giungla mentre la foresta scivola dai lati del tuo corpo. Stai zitto e potresti avvistare macachi, serpenti, buceri e altri uccelli.

Tornando nell’entroterra, svoltare a destra sul sentiero principale invece di tornare verso Haad Lo Dung e dopo circa mezzo chilometro il sentiero termina in una remota fattoria della gomma con vista su Haad Sabai. Abbiamo continuato a sbuffare ulteriormente tra gli alberi della gomma, sperando di trovare un sentiero per la Grotta di Smeraldo o almeno più in basso nella giungla, ma non ne è apparso nessuno.

L’escursione a Haad Sabai richiede una solida mezza giornata di andata e ritorno se si parte da Ao Kuan. Se ti va bene guidare su un sentiero sterrato stretto e accidentato, puoi accorciare la distanza in bicicletta o in motocicletta fino a Coco 2 Beach e iniziare la tua passeggiata da lì. Portare molta acqua e repellente per zanzare.

Mappa della posizione per il trekking nella giungla a Ko Muk

Mappa della posizione per il trekking nella giungla a Ko Muk
Mappa della posizione per il trekking nella giungla a Ko Muk

Visitare i villaggi di pescatori di Ko Muk

Ko Muk non ha le migliori spiagge o barriere coralline della Thailandia. Né è un centro per immersioni subacquee, sport acquatici, vita notturna, cure termali o trekking nella giungla. La Grotta dello Smeraldo è stupenda, ma è raggiungibile solo in barca ed è facilmente accessibile da altre isole. Quindi cosa rende Muk speciale? Un paio di affascinanti villaggi di pescatori sono sopravvissuti allo tsunami asiatico del 2004 per perpetuare uno stile di vita a ritmo con il mare.

Muk ha sostenuto le comunità di pescatori musulmane da molto prima che arrivassero i bagnanti. Oggi, alcuni direbbero che la gente del posto è una rovina per il turismo a causa della spazzatura a volte sparsa sotto le loro palafitte. Non c’è dubbio che l’isola sia trasandata in alcuni punti, ma i gentili abitanti del villaggio e i loro cimiteri di barche sono ciò che conferisce a Muk il suo carattere.

Haad Farang
Haad Farang è adorabile, ma in Muk c’è molto di più di questo.

Decisi a visitarli, siamo partiti da Haad Farang e abbiamo passeggiato per il vicolo sporadicamente sigillato che collega un lato dell’isola all’altro. Gli alberi di cocco costieri si assottigliavano in boschetti di gomma che si alternavano a macchie di giungla su gran parte dell’interno. Fiori e farfalle abbondano.

Oltrepassando Coco Lodge e le sue capanne di bambù, abbiamo scalato una collina prima di emergere nel villaggio di pescatori settentrionale di Muk . Più piccolo, più pulito e più carino del villaggio principale, un piccolo gruppo di case è arroccato su palafitte sulla sabbia che si immerge con l’alta marea. Costruiti con diversi tipi di legno, metallo, cemento, plastica, bambù e apparentemente qualsiasi altra cosa tu possa immaginare, gli interni si fondono in portici colorati da piante in vaso, vestiti stesi ad asciugare, gabbie per uccelli e cucine con pile di prodotti freschi.

bassa marea
Non si vedono molte porte chiuse da queste parti.

La maggior parte delle donne rimane dentro o intorno al villaggio e si occupa di essiccare al sole pesce e peperoncini, preparare il cibo, lavare i vestiti a mano e raccogliere noci di cocco. Gli uomini magri che non sono fuori a pescare oa condurre tour in barca di solito si trovano a costruire barche a coda lunga con legni duri nativi o a riparare quelle vecchie.

Dirigendosi a est verso il molo di Ao Kham, la spiaggia più lunga di Muk, le case sull’acqua iniziano a condividere lo spazio con alcuni piccoli bungalow di proprietà di isolani, come Nurse House, che sono spuntati negli ultimi anni. Trappole, reti, boe e parti di motore giacciono aggrovigliate con pezzi di vecchie barche che potrebbero avere ancora un certo valore per qualcuno.

Qualche altro passo e le modeste case vengono sostituite da ville lussuose al Sivalai Resort, il posto più grande e più costoso di Muk in cui soggiornare. Sebbene preferiamo i piccoli bungalow trovati altrove, Sivalai si affaccia su una distesa di sabbia conosciuta come The Wing che si protende verso la terraferma in un brillante lampo di bianco. Come tutte le spiagge della Thailandia, questa è una terra pubblica che può essere liberamente goduta da chiunque.

Ao Kham taglia poi bruscamente a sud verso il più grande villaggio sulla costa orientale di Muk , caratterizzato da barche più vecchie e dall’eccellente Sugar’s Coffee Shop. Dopo aver gustato uno sfrigolante zenzero saltato in padella con riso e un forte frullato di caffè, abbiamo seguito una corsia laterale che si snoda attraverso boschi di cocco e lungo i canali prima di entrare nel villaggio stesso.

Quando lo tsunami asiatico del 2004 ha colpito l’entroterra a 2,5 metri di altezza, ha devastato l’isola e i suoi abitanti. La maggior parte delle case costiere originali sono state spazzate via, alla fine sostituite da un variegato mix di strutture costruite in file su una palude di marea e legate insieme da corsie di cemento rialzate. Gran parte della foresta di mangrovie è scomparsa. Dieci anni dopo, alcune delle case più rudimentali sembrano pronte a crollare.

Apparendo sporco e impoverito, questo “villaggio dello tsunami” è più densamente popolato di quanto ci si aspetterebbe su un’isola rurale. Qui è facile vedere come quel tragico 26 dicembre abbia cambiato per sempre innumerevoli vite. Nessun maremoto ha colpito dopo un terremoto di magnitudo 8,7 ha colpito Sumatra nel 2012, ma i residenti di Muk non hanno corso rischi. Al suono dei clacson dell’isola, sia gli abitanti del villaggio che i turisti si sono precipitati su un’altura e sono rimasti lì per ore.

Visitare i villaggi musulmani di Muk in costume da bagno o bikini è molto irrispettoso, quindi porta un sarong se non sei completamente vestito. Tieni anche presente che le persone non sono attrazioni turistiche ; non avvicinarti a un abitante del villaggio, specialmente ai bambini, e scatta loro una foto senza chiedere se va bene. Sebbene gli isolani tendano a stare in disparte, li abbiamo trovati amichevoli con i viaggiatori che si avvicinano a loro con rispetto e con un sorriso.

Maggiori informazioni
Ci vogliono dai 20 ai 30 minuti per camminare da Haad Farang ad Ao Kham senza fermarsi e altri 15 per raggiungere il villaggio settentrionale. Da qui, puoi seguire un sentiero sabbioso lungo la costa che alla fine si collega all’appartata spiaggia di Ao Kuan, appena oltre il Koh Muk Resort. Se preferisci pedalare, le biciclette possono essere noleggiate nel villaggio della costa nord o al Charlie Resort. I taxi per moto sono anche facilmente disponibili su entrambi i lati dell’isola.

Mappa della posizione per visitare i villaggi di pescatori di Ko Muk

Mappa della posizione per visitare i villaggi di pescatori di Ko Muk


Come arrivare e partire

Barca

Un certo numero di uffici di viaggio vicino alla stazione ferroviaria nella città di Trang vendono trasferimenti in minibus/barca a Ko Muk. Fare riferimento alla sezione sui trasporti di Trang per informazioni su come arrivare e proseguire il trasporto via terra. Tutti i prezzi qui elencati sono per persona.

Da/per Trang
Tutto l’anno, un minibus parte dall’area della stazione ferroviaria di Trang alle 11:30 e si collega al traghetto locale per Ko Muk al molo di Kuan Thung Khu, al costo totale di 250 baht. Se arrivi al molo da solo, il traghetto locale parte alle 13:00 e costa 100 baht. Sbarca al molo principale al largo di Ao Kham a Ko Muk, dove puoi prendere un taxi per motociclette sidecar per Haad Farang per 50 baht a persona. Il traghetto torna a Kuan Thung Khu e un minibus in attesa diretto a Trang alle 08:00.

In alta stagione (all’incirca da novembre ad aprile), un minibus parte da Trang alle 11:00 e si collega a una barca longtail condivisa, sempre a Kuan Thung Khu, per 350 baht in tutto. A seconda della richiesta, ulteriori trasferimenti possono partire da Trang alle 09:00 e alle 16:00. Queste barche sbarcano anche al molo di Ao Kham e tornano a Kuan Thung Khu alle 09:00 e alle 14:00.

Un trasferimento privato tra la città di Trang e Ko Muk avrà un costo totale di 1.400 baht (per gruppo, non per persona). Barche private longtail per Ko Muk possono anche essere organizzate a Pakmeng per circa 1.500 baht.

Altre isole
Dalla fine di ottobre al 31 marzo (forse fino ad aprile per Tigerline e Petpailin), quattro diverse compagnie di barche collegano Ko Muk direttamente a un certo numero di altre isole. I biglietti possono essere prenotati tramite resort e agenzie di viaggio su Ko Muk; chi ti vende il biglietto dovrà chiamare in anticipo per dire alla tua barca scelta di fermarsi qui, quindi è meglio dare un preavviso. I motoscafi salpano ad Haad Farang mentre i traghetti più grandi attraccano al molo principale al largo di Ao Kham.

Dirigendosi a nord, i motoscafi Bundhaya e Satan Pakbara prendono il Muk alle 11:00 e raggiungono Koi Ngai alle 11:30 per 350 baht; e Koi Lanta alle 12:00 per 900 baht. Il motoscafo Satan Pakbara prosegue poi fino a Ko Phi Phi per 1.600 baht e Phuket per 2.400 baht. Bundhaya vende anche biglietti per Phi Phi e Phuket, ma questi richiedono il cambio di barca a Lanta.

Il traghetto Petpailin, più economico e più lento, parte da Muk alle 09:00 e va a Ko Kradan per 400 baht; Ko Ngai per 400 baht e Ko Lanta per 600 baht.

Dirigendosi a sud, i motoscafi salpano a Muk intorno alle 11:00 e raggiungono Ko Kradan alle 11:45 per 300 baht (solo Satun Pakbara); Ko Bulon Lae alle 12:30 per 900 baht; e Ko Lipe alle 13:30 per 1.400 baht.

I motoscafi per Ko Muk partono da Ko Lipe alle 09:00; Ko Bulon Lae alle 10:00; Ko Lanta alle 10:30; Ko Kradan alle 10:45; e Ko Ngai alle 11:00. Non sorprenderti se la tua barca è in ritardo.

Il traghetto ad alta velocità Tigerline collega anche Ko Muk direttamente a Ko Phi Phi, Phuket, al molo di Hat Yao vicino a Ko Libong e all’isola di Langkawi in Malesia, oltre a tutte le altre isole sopra elencate eccetto Ko Bulon Lae. Ko Jum, Ko Lao Liang e Ko Yao Yai e Noi sono stati aggiunti a un nuovo percorso Tigerline per la stagione 2018-19, ma lo ricontrolleremo prima di fare piani. Una barca Tigerline in direzione sud parte da Phuket alle 08:00 e prende Ko Muk alle 12:00, mentre una barca in direzione nord parte da Langkawi alle 09:00 e prende Muk alle 13:00.

In alta stagione, le barche longtail condivise corrono tra Haad Farang e Ko Kradan una o due volte al giorno per 300 baht. Puoi anche prendere una barca longtail privata per Ko Kradan o Ko Ngai per circa 1.000 baht (prezzo per l’intera barca). Aspettati di pagare circa 2.500 baht per un longtail privato a Ko Libong. Come con Ko Sukorn, Libong è spesso raggiunta tramite un minibus più economico e un trasferimento in traghetto locale organizzato nella città di Trang.

Bundhaya: T: (074) 783 111;(080) 549 4545 www.bundhayaspeedboat.com
Petpailin: T: (075) 667 033 ; (081) 979 9001
Satun Pakbara: T: (081) 959 2094 www.spcthailand.com
Tigerline: www.tigerlinetravel.com


Muoversi

L’unica strada che attraversa l’isola di Muk è un po’ lunga per camminare ma perfetta per pedalare. Le pushbike possono essere noleggiate al Koh Mook Resort e al Coco Lodge per 50 baht al giorno, mentre le mountain bike sono disponibili al Village Bungalows per 100 baht e al Charlie Resort per 200 baht al giorno. Le moto possono essere noleggiate per 250 baht al giorno in diversi punti del villaggio; DN Service (T: 082 261 2783) si trova accanto al Good Luck Restaurant e può consegnare ai resort. Charlie Resort noleggia moto per 400 baht al giorno.

Altrimenti puoi salire su un taxi moto sidecar per un giro fisso di 50 baht a persona attraverso l’isola; a meno che non sia passata la mezzanotte, questi sono prontamente disponibili dietro Haad Farang e vicino al molo di Ao Kham, tra gli altri posti. Gli unici altri modi per spostarsi sono in kayak (disponibile nella maggior parte dei resort per 100 baht all’ora o 500 baht al giorno) e in barca a coda lunga .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.