Logo di sawadee

Ko Surin

Ko Surin
Ko Surin

MOZZAFIATO SOPRA E SOTTO L’ACQUA

Se le isole tropicali della Thailandia sono i gioielli incoronati del paese, Ko Surin potrebbe essere la più brillante di tutte. Protetto come Parco Nazionale Mu Ko Surin, Ko Surin è costituito in realtà da due isole relativamente piccole – Ko Surin Nuea (nord) e Ko Surin Tai (sud) – oltre a una manciata di isolotti e alcuni magnifici paesaggi marini sottomarini.

Sebbene molti scelgano di visitarla in una gita di un giorno, Ko Surin merita davvero di trascorrere una o due notti per assorbire adeguatamente la bellezza naturale incontaminata sia a terra che sott’acqua, comprese alcune delle più belle spiagge di sabbia bianca e scintillanti acque color smeraldo che si trovano ovunque in Asia.

Insieme a Ko Tao nel Golfo della Thailandia, Ko Surin e l’area circostante (inclusa Richilieu Rock) è considerata una delle migliori destinazioni per immersioni e snorkeling della Thailandia (e dell’Asia). Gli squali balena sono spesso avvistati al largo della costa settentrionale di Ko Surin Nuea e pesci angelo, pesci farfalla, murene, pesci chirurgo, squali e tartarughe marine, solo per citarne alcuni, sono costantemente avvistati nelle acque costiere.

Orientamento

Ko Surin si trova nel Mare delle Andamane a circa 60 km al largo della costa occidentale della provincia settentrionale di Phang Nga, in Thailandia, a ovest della città di Khuraburi . Si ha davvero la sensazione di essere gettati in un luogo selvaggio e isolato mentre si è a Ko Surin. A meno che non visitino un’operazione di immersione, ognuna delle quali ha le proprie barche e orari, i visitatori di Ko Surin arrivano prima in motoscafo ad Ao Kong Khad, che si trova su una penisola sud-occidentale al largo dell’isola settentrionale. Qui troverai un centro visitatori, un ristorante, un negozio, la maggior parte dei cottage e uno dei campeggi.

Il centro visitatorinon fornisce molte informazioni, ma distribuiscono mappe di base in bianco e nero delle isole, offrono attrezzatura per lo snorkeling a noleggio e organizzano gite di mezza giornata intorno alle isole. Qui si può trovare anche una piccola mostra di parte della vita marina trovata nella zona. Mentre i cottage si trovano nell’entroterra a pochi passi dalle spiagge, l’area del campeggio di Kong Khad dispone di tende installate su una piccola spiaggia di sabbia bianca esposta a ovest.

Di gran lunga la migliore area di campeggio , tuttavia, si trova a un breve giro in barca a coda lunga per Ao Mai Ngam a nord-ovest di Ko Surin Nuea (assicurati di dire al tuo equipaggio di motoscafo quale posto preferisci stare o potrebbero presumere di lasciarti a Kong Khad) . Immerso in una baia tranquilla e silenziosa con una piccola ma idilliaca spiaggia di sabbia corallina,il campeggio di Mai Ngam è uno di quei posti così belli da lasciare senza fiato . C’è anche un piccolo centro visitatori, un negozio, un ristorante e un paio di cottage appartati per i fan per gruppi più grandi a Mai Ngam.

Alcuni dei siti di snorkeling più noti di Ko Surin includono il vicino isolotto di Ko Satok , che è un luogo particolarmente adatto per avvistare i pesci tropicali; Ko Torinla e Ao Pak Khad, note per i loro numerosi avvistamenti di squali; e Ao Mai Yai, Ko Pachumba e Ao Sab Pa Rod, tutti noti per il loro corallo. Ao Mai Ngam è anche considerato un eccellente sito per lo snorkeling a sé stante, e piccoli e innocui squali di barriera possono essere trovati ogni giorno in acque poco profonde vicino alla spiaggia di Mai Ngam con la bassa marea.

Mentre il parco nazionale è in grado di fornirepronto soccorso limitato , Ko Surin è una destinazione remota, quindi qualsiasi cosa importante richiede di essere trasportata in motoscafo verso la terraferma, e il parco nazionale è in grado di fornire questo servizio (in collaborazione con un piccolo accampamento della marina thailandese) rapidamente in caso di emergenza.

Non sorprende che non ci siano banche o sportelli bancomat, quindi assicurati di portare abbastanza contanti per il tuo soggiorno.

C’è, tuttavia, una cassetta postale dall’aspetto molto fuori posto a Mai Ngam se non vedi l’ora di tornare sulla terraferma per inviare quella cartolina a mamma a casa. L’elettricità funziona solo dalle 18:00 alle 22:00 ogni sera e Ko Surin chiude ogni anno dal 1 maggio al 1 novembre .

Purtroppo, le preziose barriere coralline di Ko Surin sono state duramente colpite nel 2010 dallo sbiancamento causato dalle temperature dell’acqua oceanica insolitamente elevate, attribuite al riscaldamento globale. Sebbene gran parte delle alghe colorate all’interno del corallo si siano estinte, parte del corallo ha mantenuto il suo colore e Ko Surin è ancora un luogo eccellente per immergersi e fare snorkeling. C’è una selezione apparentemente infinita di attività subacquee nelle regioni di Ranong, Phang Nga, Khao Lak e Phuket che offrono viaggi a Ko Surin e Richilieu Rock. Alcune compagnie turistiche e il parco nazionale organizzano anche gite in barca giornaliere per gli amanti dello snorkeling.

Sebbene sia meglio conosciuta per la sua fauna marina, Ko Surin ospita anche popolazioni sane di scimmie, serpenti, varani, granchi di innumerevoli varietà e un’abbondante avifauna. La giungla incontaminata copre la maggior parte delle isole e, sebbene un sentiero accidentato attraversi l’interno montuoso di Ko Surin Nuea, la maggior parte di Ko Surin non è solo virtualmente impenetrabile, ma è anche ufficialmente vietata ai visitatori .

Molto prima che il governo thailandese lo dichiarasse parco nazionale (o addirittura lo rivendicasse come proprio territorio), Ko Surin era un centro della vita degli zingari del mare Moken. Mentre alcuni dei Moken sono diventati cittadini thailandesi, molti sono ancora “esseri apolidi” che sono un popolo nomade che parla una lingua unica, che è un discendente del malese. Un piccolo villaggio Moken si trova sull’isola meridionale di Ko Surin e le prove della cultura Moken – comprese le loro tipiche barche con tetto di paglia e le mistiche statue di pilastri di legno costruite come dediche agli antenati – possono essere trovate in tutte le isole. Se visitate il villaggio di Moken, che negli ultimi anni è diventato una specie di spettacolo turistico, siate rispettosi della loro cultura tradizionale.

A parte il villaggio di Moken, tutta Ko Surin Tai è vietata ai visitatori e, a parte le aree di campeggio Mai Ngam e Kong Khad a Ko Surin Nuea, non è permesso nemmeno mettere piede nella maggior parte dell’isola settentrionale. Le tartarughe marine nidificano ancora nell’isola meridionale e, nel complesso, Ko Surin è davvero un paradiso per piante e animali selvatici , quindi queste normative sono in vigore esclusivamente per proteggere l’ecosistema. Se trovato infrangere le regole e camminare su un terreno limitato, aspettati di essere multato di 2.000 baht e cacciato dalle isole. È tuttavia ancora possibile esplorare le acque intorno a tutte le parti delle isole e ammirare le spiagge e le baie incontaminate di Ko Surin, la costa rocciosa e le foreste di mangrovie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.