Logo di sawadee
koh tao

Ko Tao

Ko Tao


Una volta chiamata scherzosamente un’isola con problemi di immersione subacquea, Ko Tao si è evoluta ben oltre le immersioni con lo zaino in spalla e l’alcol in spiaggia e oggi l’isola attira allo stesso modo famiglie, flashpacker e drogati di sport.

koh tao
koh tao

I visitatori troveranno sentieri escursionistici di vari livelli di difficoltà che si concludono con la promessa di panorami pittoreschi, arrampicate su roccia, jam session dal vivo in cui residenti e turisti mettono in mostra i loro talenti, barbecue sulla spiaggia accompagnati da spettacoli di fuoco e persino lezioni di trapezio. L’attrazione però per molti visitatori rimane la subacquea. Con dozzine di siti di immersione, molte scuole di immersioni e costi di certificazione subacquei particolarmente economici, Ko Tao è il luogo più popolare per imparare a immergersi in Thailandia

Tuttavia, non sono sempre stati boccagli e crema solare a Ko Tao. Per lo più disabitata a parte i pescatori che occasionalmente si rifugiarono qui, Ko Tao divenne una prigione politica nel 1943 quando più di 100 prigionieri furono trasferiti da Ko Tarutao .

La prigione ospitava diversi eminenti thailandesi tra cui il romanziere Nimittramongkhon Nawarat, autore di The Dreams of an Idealist . Nel 1944 i prigionieri ottennero la grazia generale e furono rilasciati sulla terraferma. Molti erano stati incarcerati per un decennio o più e il loro rilascio a Surat Thani è stato accolto con ciotole di cibo e auguri di buona fortuna da parte dei residenti locali.

Per altri due anni l’isola è rimasta per lo più disabitata, fino a quando due fratelli si sono diretti qui per iniziare una vita per se stessi. Le loro famiglie si unirono in seguito e molte altre famiglie seguirono l’esempio. Alcuni dicono che l’abbondanza di tartarughe in questo momento ha dato all’isola il nome di Turtle Island. Altri dicono che sia stato chiamato per la sua forma vista da Ko Pha Ngan. In ogni caso, le tartarughe si sono spostate in gran parte altrove poiché il turismo è decollato.

I viaggiatori occidentali si imbatterono per la prima volta in Ko Tao negli anni ’80, provocando la costruzione dei primi traballanti bungalow di bambù. Entro un decennio, l’isola divenne un’alternativa consolidata a Ko Pha Ngan e Ko Samui . In anni più recenti, lo sviluppo è esploso , con più di 100 resort e hotel e molte altre attività correlate che ora operano sull’isola. Gli alloggi ora vanno da baracche sulla spiaggia semi-economiche a resort e ville boutique, il che significa che c’è qualcosa per tutti.

Come un certo numero di isole minori della Thailandia, Ko Tao non ha gestito particolarmente bene questo sviluppo e l’enorme afflusso di visitatori . Le interruzioni di corrente sono comuni. La gestione dei rifiuti è un problema enorme con cumuli di spazzatura seduti sul ciglio della strada e una montagna di spazzatura nel mezzo dell’isola a causa della cattiva gestione dei rifiuti in tutta l’isola e delle lotte politiche. I conducenti sono spericolati, le strade non sono sicure e, cosa più tragica, sulle coste di Ko Tao sono arrivati ​​i crimini violenti . L’ omicidio del 2014 di Hannah Witheridge e David Miller e l’accertamento del crimine su due lavoratori birmani (ampiamente apprezzati dai patsies) hanno attirato molta attenzione dei media sull’isola, in gran parte negativa.

Fuori dalla spiaggia e sott’acqua, la situazione rimane difficile. Mentre vari negozi di immersione lavorano per cercare di gestire il numero di subacquei, in alta stagione può essere pazzesco occupato sott’acqua . Quando abbiamo chiesto di fare un corso di aggiornamento a metà 2016, dopo aver detto allo staff dove ci eravamo tuffati in precedenza, ci ha detto “di non preoccuparci di bagnarci”, suggerendo che la folla e le condizioni generali ci avrebbero lasciato con un’esperienza poco brillante. Altri maestri di immersioni non sono d’accordo, dicendo, correttamente, che quando stai imparando ad immergerti, non hai davvero nulla con cui confrontarlo, quindi Ko Tao – specialmente se combinato con la scena sociale inebriante – può sembrare un’esperienza straordinaria .

L’altro problema su Ko Tao, è un atteggiamento mercantile e accaparratore di denaro , che, sebbene si manifesti più facilmente attraverso la legione di accuse di pizzicore per tutto, dal parcheggio di una moto al camminare su una spiaggia, pervade gran parte dello sviluppo dell’isola. . È spesso un tipo di atmosfera “cash oggi, chi se ne frega del domani”, che abbiamo trovato sia stonante che sgradevole. L’operatore di traghetti veloci Lomprayah ne è un fantastico esempio, tratta i passeggeri come bestiame senza apparentemente alcun riguardo per il comfort dei clienti: il fatto che stare in coda a Lomprayah per un’ora è spesso l’ultima esperienza del visitatore sull’isola è un addio appropriato .

Quando andare a Ko Tao

I periodi di maggiore affluenza a Ko Tao sono tra luglio e inizio settembre, Natale, gennaio e febbraio . L’isola è affollata, i bar sono pieni ed è un ottimo momento per incontrare nuovi amici e godersi le spiagge. Negli ultimi anni l’isola è diventata molto popolare tra le famiglie, quindi se sei limitato alle vacanze scolastiche, non lasciarti scoraggiare. Scegli semplicemente di stare in un posto diverso da Sairee, dove si trova la più grande concentrazione di bar, ristoranti e resort. Il clima da luglio a settembre è caldo e soleggiato e la visibilità è ottimale per le immersioni. Natale, gennaio e febbraio possono vedere condizioni meteorologiche e di immersione variabili, ma nel complesso va bene, sicuramente meglio di un inverno europeo.

Il periodo più caldo è tra marzo e maggio. L’isola è notevolmente più tranquilla allora e la vita diventa notevolmente più lenta poiché sia ​​la gente del posto che gli espatriati appassiscono a causa del caldo. Questo è uno dei periodi migliori dell’anno per vedere gli squali balena ; la visibilità non è spesso delle migliori a questo punto, ma se lo fosse, gli squali balena non sarebbero arrivati.

Giugno è l’ideale: l’isola è più tranquilla, il mare è calmo, la temperatura è tornata alla normalità e le condizioni di immersione sono ottime. Allo stesso modo a settembre e ad ottobre l’isola ricomincia a calmarsi ma le condizioni di immersione e il tempo rimangono molto buoni; Settembre e ottobre sono anche i periodi migliori per avvistare gli squali balena.

Vieni alla fine di ottobre, il cambio del vento annuncia l’inizio del monsone. Le attività iniziano a chiudere e i visitatori se ne vanno. Novembre a Ko Tao non è raccomandato , ma ci sono stati anni recenti in cui il monsone non ha colpito. Se non hai scelta, tieni d’occhio una fonte meteorologica affidabile e decidi da lì. Tieni presente che con le onde grandi i traghetti non partono, quindi lasciati tutto il tempo per lasciare l’isola.

Ricorda che Ko Tao è solo una breve corsa in traghetto da Ko Pha Ngan, sede della festa della luna piena , quindi tieni a mente queste date quando prenoti i trasporti e gli hotel. Ko Tao si riempie subito dopo ogni festa e di solito è tranquillo nei giorni prima, nel giorno e nel giorno immediatamente dopo. Viaggiare a Ko Tao dopo le feste più affollate di luglio, agosto, dicembre, gennaio e febbraio è avventato senza prenotare il traghetto e la stanza.

Quanto tempo rimanere a Ko Tao

Scontando i giorni di arrivo e partenza, tre giorni sarebbero un buon momento per esplorare e svolgere alcune attività. Ricorda che una singola escursione di snorkeling ti costerà un’intera giornata e se vuoi provare anche le immersioni, è davvero un altro giorno. Se stai pensando di immergerti, assicurati di avere abbastanza tempo per fare il tuo corso in acque libere che è di tre giorni e mezzo. Se arrivi con un trasferimento mattutino, puoi iniziare quel pomeriggio, quindi avrai bisogno di altri tre giorni per poter partire il giorno dopo.

Ko Tao è uno dei posti più economici per imparare ad immergersi in Thailandia , quindi se hai tempo ne vale sicuramente la pena. Detto questo, se hai intenzione di venire e fare il tuo corso in acque libere, rimani più a lungo della durata del corso. Perché? Perché o ti innamorerai delle immersioni e vorrai immergerti di più o vorresti avere più tempo per esplorare il resto dell’isola.

Se hai poco tempo o forse hai scelto di soggiornare su una delle isole vicine di Ko Samui o Ko Pha Ngnan , è possibile fare una gita di un giorno a Ko Tao , anche se non lo consigliamo davvero. Ti darà solo poche ore sull’isola, ma abbastanza tempo per dare un’occhiata in giro o visitare una delle spiagge. Entrambe le isole organizzano escursioni di snorkeling a Ko Tao e Ko Nanag Yuan.

Intorno all’isola
Sebbene Ko Tao sia un’isola relativamente piccola, centinaia di posti in cui soggiornare sono distribuiti su una dozzina di baie e spiagge diverse e, a meno che tu non arrivi in ​​kayak, il tuo traghetto attraccherà quasi sicuramente al villaggio di Mae Haad , il centro logistico e si incontrerà e saluta il centro per Ko Tao. Qui troverai vicino a un milione di negozi di immersione, ristoranti e bar, oltre a una serie di posti in cui soggiornare.

Intorno all’isola

Sebbene Ko Tao sia un’isola relativamente piccola, centinaia di posti in cui soggiornare sono distribuiti su una dozzina di baie e spiagge diverse e, a meno che tu non arrivi in ​​kayak, il tuo traghetto attraccherà quasi sicuramente al villaggio di Mae Haad , il centro logistico e si incontrerà e saluta il centro per Ko Tao. Qui troverai vicino a un milione di negozi di immersione, ristoranti e bar, oltre a una serie di posti in cui soggiornare.

Anche se c’è la spiaggia a Mae Haad, non è la migliore, e la maggior parte si dirige a nord verso Sairee Beach, che ha la più densa collezione di opzioni di alloggio – dai resort quasi di lusso alle baracche economiche – insieme a più della sua giusta quota di bar sulla spiaggia . Sairee Beach è, beh, la zona della spiaggia, mentre ben lontano dalla spiaggia si trova il villaggio di Sairee, sede di letti più economici, più ristoranti e più bar.

Proseguendo verso nord da Sairee intorno al promontorio si arriva infine a Mango Bay , un rifugio appartato, senza spiaggia di cui parlare ma un buon snorkeling, mentre al largo a nord di Sairee si trova l’affascinante ma costosa Ko Nang Yuan , una delle isole più fotografate della Thailandia – e sede di un unico posto mal gestito in cui soggiornare.

Luce tarda sulla spiaggia di Sairee
Luce tarda sulla spiaggia di Sairee

Di nuovo sulla terraferma, se ti dirigi a sud da Mae Haad, un sentiero si trasforma in un sentiero che ti porta intorno all’angolo sud-ovest dell’isola. Ci sono un sacco di baie e spiagge tranquille tra cui Jansom Bay, Haad Sai Nuan , Laem Je Ta Kang e Ao Jun Juea.

Mango Bay ecco che arrivano tutti
Mango Bay ecco che arrivano tutti

Il sentiero alla fine tocca Chalok Ban Kao , il più grande centro di immersioni dell’isola. Pensa a molte scuole di immersione, bar, ristoranti e letti, in quest’ordine. La spiaggia non è eccezionale qui, ma appena a est si trova Ao Thian Ok , che è un luogo molto appartato e attraente con un paio di pantaloni fantasiosi che si affacciano sulla spiaggia.

Di seguito c’è l’ultima spiaggia sulla costa meridionale, Sai Daeng , ed è una buona spiaggia . Un paio di posti in cui soggiornare si affacciano su una piccola spiaggia incantevole e su un’isola al largo.

Le spiagge della costa orientale richiedono un po ‘più di lavoro sulle gambe per essere raggiunte, ma ne vale la pena, anche se non hai intenzione di rimanere, vale la pena fare una gita di un giorno.

Ao Leuk è la più meridionale delle spiagge della costa orientale – e una delle più belle di Ko Tao – seguita dalla popolare tra le famiglie Ao Tanote , e poi, dopo l’abbandonata Laem Thian , dalla rilassata baia di Hin Wong .

Vola la bandiera ad Ao Leuk
Vola la bandiera ad Ao Leuk

Per ulteriori informazioni sulle singole spiagge, vedere la nostra pagina sulle spiagge più belle di Ko Tao .

Orientamento
Mae Haad, Sairee e Chalok Ban Kao dispongono tutti di bancomat. La stragrande maggioranza dei ristoranti e dei bar sono solo contanti e le zone rurali sono spesso prive di sportelli automatici. Mae Haad ha anche alcune banche reali.

La maggior parte dei ristoranti, hotel e ostelli offre WiFi gratuito, anche se l’affidabilità e la velocità di questo servizio sono variabili.

Una manciata di piccole cliniche può occuparsi di disturbi minori, ma lesioni o malattie più gravi richiederanno un viaggio all’ospedale di Samui. Il Koh Tao Health Center si trova a Mae Haad. Assicurati di portare un sacco di spray per insetti poiché la febbre dengue è un rischio su Ko Tao.

La stazione di polizia locale si trova tra Mae Haad e Haad Sairee sulla strada pedonale. La Polizia Turistica può essere raggiunta al numero T: 1155. L’ufficio postale è a Mae Haad.