Logo di sawadee
prostituzione maschile in thailandia

La prostituzione in Thailandia La prostituzione maschile

La prostituzione in Thailandia: La prostituzione maschile

Non e’ da credere che il turismo sessuale riguardi solo i turisti, sono un buon numero le donne che si muovono per lo stesso motivo. Secondo una nuova ricerca, il numero di prostituti maschi nel Paese è triplicato negli ultimi due anni. Il mercato che fino a poco tempo era quasi esclusivamente concentrata su una clientela gay o bisessuali maschi, è diventato sempre più popolare tra le donne occidentali, in Europa e soprattutto nel Regno Unito. Alcune donne preferiscono gli uomini thailandesi agli uomini del proprio paese. Ci sono più di dieci club a Bangkok per soddisfare principalmente le clienti femminili, clienti provenienti da altri paesi asiatici, la maggior parte dal Giappone ma anche Europa e Stati Uniti. In Thailandia i lavoratori sessuali maschi provengono per lo più dalle zone povere del paese e sono spesso l’unico sostegno delle loro famiglie composte da coltivatori di riso.
Un documento di ricerca dal 2000 accenna al fatto che la maggioranza dei lavoratori del sesso maschile si identifica come eterosessuali, ma comunque effettua prestazioni sessuali con gli uomini.
Secondo uno studio del 2002 di si afferma che alcune donne dell’elite thailandese pagavano anche 10.000 baht a notte per i servizi di prostituti maschi neri importati dall’Africa e dalla Giamaica.