Quando partire per la Thailandia

Quando partire per la Thailandia?

NON PARTITE SENZA…
Mappa della ThailandiaOrganizzatevi con con abiti leggeri e facili da lavare, ma non dimenticatevi di portare con voi una maglia o una giacca leggera indispensabili per proteggervi dal freddo della sera e del mattino che potreste incontrare nella Thailandia settentrionale nel pieno della stagione piu’ fredda (dicembre e gennaio).
Per le scarpe, si raccomanda di portarsi dietro mocassini comodi e dei sandali, che mantengono il piede fresco e sono  facili da togliere prima di entrare dentro un tempio o in una casa thailandese; ricordate che è sempre obbligatorio togliersi le scarpe nei templi buddisti e qualche volta anche in certi negozi

Prima di tutto, una premessa: per un viaggio in Thailandia ogni stagione è indicata per recarvisi, ogni stagione ha la sua tipicità e le proprie feste.

Fatta la dovuta premessa, la stagione più bella per andare in Thailandia è durante la stagione secca, che va da metà novembre a matà marzo, quando le temperature meno elevate e il tasso d’umidità ci consentono una migliore vivibilità. I monsoni giungono ( ricordiamoci che è un paese tropicale), generalmente, in luglio e rimandgono fino ad ottobre portando un clima umido accompagnato da numerose ed intense piogge. Nella parte meridionale della Thailandia (zona Phuket) il periodo delle piogge è più breve che nel resto della Thailandia.

Nel periodo aprile-ottobre le spiagge del golfo della Thailandia (kho Samui) sono da preferire alle altre località, dato che in questo periodo insiste il monsone di sud-ovest. Nel periodo novembre-marzo le località sul mare delle Andamane presentano condizioni meteorologiche migliori rispetto ad altre parti, visto che in questo periodo insiste il monsone da nord-est .

Febbraio-Marzo rimane comunque il periodo migliore per viaggiare in Thailandia perchè, oltre a presentare un’ottimo clima, offrono una minore pressione turistica.

Come abbiamo già visto, e vi siete resi conto, il clima in Thailandia è molto vario e caratterizzato da una stagione molto calda e secca alternata alla famigerata stagione delle piogge, quando fa freddo e le precipitazioni sono abbondanti, se non cicloniche.

meteo della Thailandia    temperature in Thailandia

Il periodo migliore per le zone turistiche della Thailandia

Abbiamo già detto che il periodo migliore rimane Febbraio-Marzo, ma non è detto perchè, essendo, la Thailandia, un paese che si estende in maniera longitudinale, attraversa diverse fasce climatiche che possono far cambiare anche di molto gli aspetti che riguardano le temperature e le precipitazioni nel corso dell’anno. 

Se la meta della vostra vacanza è l’area turistica della Thailandia che si affaccia Mare delle Andamane, cioè la zona dove si trovano (tra le altre cose) le famosissime spiagge di Phuket e Krabi, il periodo migliore per la vostra vacanza è quello compreso tra i mesi di Novembre e Maggio. In questo periodo troverete clima caldo (ma mite) e poche precipitazioni.

Lo stesso, però, non si può dire per l’area affacciata, dall’altra parte, sul golfo del Siam, dove si trovano Koh Samui e Koh Tao, che in questo periodo sono spesso soggette a precipitazioni di tipo temporalesco.

Il periodo più bello per poter visitare queste bellissime isole della zona del Golfo della Thailandia, cioè Koh Samui, Koh Phangan e Koh Tao, è quello che va da Giugno a Settembre. Se, invece, siete naturalisti e amanti degli animali, potete approfittare dei mesi tra Maggio e Ottobre (quando piove  in altre zone della Thailandia) per recarvi alle Cascate di Erawan oppure alla cascate nel Parco Nazionale di Khao Sok. Sia le cascate che le foreste tropicali tailandesi proprio in questi mesi si offrono al meglio di se ai visitatori, con fitta vegetazione, fiori profumati e corsi d’acqua in piena.

Se la vostra meta è invece la città di Bangkok (Krung Thep) ricordatevi che a fine Agosto inizia la stagione delle piogge, che può portare con precipitazioni molto abbondanti che nulla hanno a che vedere con quelle a cui siamo abituati in Italia. Il periodo dei monsoni rende off-limits, o quasi, tutto il Nord del Paese, compreso il famoso “triangolo d’oro” e le più famose mete turistiche come Phuket.

Il mese di Aprile è in assoluto il più caldo dell’anno in Thailandia, quindi è sconsigliato ai turisti, soprattutto a quelli che non sono abituati alla canicola tipica di questi Paesi del sud-est asiatico. Attenzione che anche se il sole scotta, per i più avventurosi ed audaci, va ricordato che in Aprile si festeggia il caratteristico Capodanno thailandese, detto Songran. Proprio a causa delle temperature elevatissime, il Capodanno si celebra con il lancio di gavettoni pieni di acqua e farina.

Un ultimo consiglio riguarda l’isola paradisiaca di Koh Samet che vanta il primato di non essere quasi mai (salvo rare eccezioni) soggetta alle forti piogge che caratterizzano il Paese. Koh Samet può essere raggiunta da Bangkok in un paio di ore, sia in autobus o macchina. L’isola di Koh Samet, anche se negli ultimi anni ha migliorato le sue strutture ricettive, è comunemente visitata dai thailandesi che vivono a Bangkok e che qui si spostano per le vacanze estive o per un week-end al mare.

Siete pronti per la vostra vacanza da sogno in Thailandia? Let’s go to Thailand