Logo di sawadee

Mae Hong Son tour

Mae Hong Son tour

Mae Sot si trova nella provincia di Tak , in Thailandia . Ha un’altitudine di circa 210 m e nel 2010 una popolazione di circa 36.000.

Capire il tour Mae Hong Son


Il Mae Hon Son Loop è un modo completo per scoprire una delle province più autentiche della Thailandia. Per coloro che vogliono uscire dalla scena turistica di Chiang Mai e sperimentare l’autentica cultura della minoranza thailandese e Shan settentrionale, il Mae Hong Son Loop è l’antidoto perfetto. Mae Hong Son è la provincia più montuosa della Thailandia e riceve pochi visitatori a causa della sua posizione relativamente remota e del tempo necessario per raggiungerla.

Il giro è lungo circa 600 km e richiede un minimo di 4 giorni per essere completato, questo esclude il tempo per visitare la città e le attività lungo il percorso, quindi si consiglia di aggiungere qualche giorno in più per questo. Il Mae Hong Son Loop è un percorso circolare che parte da Chiang Mai e ti porta attraverso la provincia di Mae Hong Son fino a Chiang Mai. Il Mae Hong Son Loop può essere intrapreso in senso orario (Chiang MaiMae SariangMae Hong Son-Pai-Chiang Mai) o antiorario (Chiang Mai- Pai- Mae Hong Son- Mae Sariang- Chiang Mai).

Dopo il giro, puoi andare a est verso la provincia di Chiang Rai come per 8 giorni da Mae Hong Son e Chiang Rai o da Chiang Mai a Chiang Rai in 3 giorni .

Giorno 1 – Chiang Mai a Mae Sariang


Percorso diretto da Chiang Mai prendi la strada 108 a sud-ovest, che ti porta fino alla città di Mae Sariang via Chom Thong e Hod. La distanza è di circa 180 km e il tempo di percorrenza di circa 4 ore. Se desideri interrompere il viaggio con un po ‘di visite turistiche e uno spuntino (quasi a metà distanza), ci sono alcune attrazioni non lontane dal 108 che fanno delle soste utili prima di arrivare a Chom Thong. Ciò aumenterebbe il tempo di viaggio di 2-3 ore.

In primo luogo c’è il Ganesh Himal Museum  ; in parte museo e in parte tempio dedicato al dio dalla testa di elefante; l’ingresso è gratuito e probabilmente puoi trascorrere qui 45 minuti buoni. (A circa 5 km dalla 108 subito dopo il fiume Wang e ben segnalato). Sono esposte statue provenienti da tutta l’Asia.

La seconda attrazione consigliata è il Wat Phra That Doi Noi che può essere raggiunto in auto / bicicletta o salendo i 241 gradini. Il tempio fu costruito dalla regina Jamathewi nel 658 d.C. e offre una varietà di chedi, edifici, immagini di Buddha e altre statue, tuttavia l’attrazione principale è la vista panoramica del fiume Mae Ping e delle colline e valli circostanti. (10 km a nord di Chom Thong appena fuori dalla 108 tra i Km. 43 e 44).

La tappa successiva è Wat Phra That Si Chom Thong, uno dei templi più antichi e venerati del nord della Thailandia. Secondo la leggenda locale, il Buddha una volta visitò la collina dove ora sorge il tempio. È comodamente situato lungo la 108 nella città di Chom Thong, quindi è un luogo ideale dove fermarsi anche per il pranzo: ci sono alcuni venditori situati all’estremità sud del parcheggio.

È quindi un viaggio dritto lungo la 108 verso Mae Sariang

Il percorso panoramico (attraverso il Parco Nazionale Doi Inthanon ) dalle autostrade 108 e 1009 di Chiang Mai ti porterà alla montagna più alta della Thailandia, Doi Inthanon. Nota che c’è una tassa di 300 baht a persona per entrare nel parco, con un supplemento di 20 baht per una motocicletta. Questo costo è valido per l’intero parco per un giorno. La strada tortuosa fino alla vetta del Doi Inthanon a 2.500 m sul livello del mare è anche un parco nazionale. Ci sono alcune cascate notevoli lungo questo percorso, tra cui le cascate di Mae Ya e Wachiratharn , oltrepasserai anche molte bancarelle del mercato delle tribù delle colline lungo la strada che vendono prodotti locali. Poco prima della vetta c’è un degno punto panoramico con due imponenti Royal Chedis(40bt / persona). Questo punto a volte offre una buona visuale della valle sottostante, tuttavia la maggior parte delle volte la visibilità è mascherata dalle nuvole a causa dell’altitudine elevata. Alla sommità c’è una piccola area boschiva con poche statue religiose ma nessuna vista sulla zona circostante.

Dopo aver disceso da Doi Inthanon a Mae Chaem, ci sono 2 percorsi che potresti prendere: la strada 1263 per Khun Yuam o la strada 108 per Mae Sariang .

Città di Mae Sariang

La città di Mae Sariang conserva gran parte del fascino, della cultura e del carattere che spesso mancano nelle zone turistiche. Una pittoresca cittadina di valle circondata da montagne e uno splendido scenario, ha visto molti bar e pensioni aperti lungo il fiume negli ultimi anni. I percorsi di trekking qui sono probabilmente i più autentici del nord e sono popolari tra i viaggiatori che cercano un trekking meno commercializzato.

Poco prima di raggiungere Mae Sariang ci sono le sorgenti termali di Mae Um Long Luang (11 km di strada asfaltata e 1,5 km di strada sterrata ripida e ruvida su per la collina); ci sono due bagni enormi che riempiono di acqua calda più una graziosa area picnic e alcune cabine per dormire. Quando raggiungi la città di Mae Sariang, dove la 108 si interseca con la 105, c’è il Museo Mae Sariang (purtroppo bruciato nell’ottobre 2015 ma potrebbe riaprire); dall’altra parte della strada c’è Wat Prah che Chom Chaeng ; e molto utile a causa della splendida vista è Phrathat Chom Thong a meno di 200 metri lungo la 105.

Intorno alla città ci sono molti luoghi da vedere e gite di un giorno da fare, come Mae Sam Laep , il villaggio commerciale in stile birmano in riva al fiume dove è possibile noleggiare una barca a coda lunga per la giornata in crociera lungo il fiume Salween . Ad ovest della città, dall’altra parte del fiume, si trova il Parco nazionale di Salawin ; ricca di foreste di teak e sequoia asiatica, ospita quello che si pensa sia il secondo albero di teak più grande della Thailandia . C’è una mappa vicino all’inizio del sentiero che mostra il circuito escursionistico. Più a sud lungo la 105 si trova il Parco Nazionale di Mae Ngao ; composto da alte catene montuose che sono la fonte di molti fiumi che sfociano nel fiume Salween del Myanmar.

Vicino alla locale scuola Mae Sariang Boripat Suksa, c’è uno stadio all’aperto di Muay Thai dove puoi anche prendere lezioni di Muay Thai. Lungo la strada per Mae Hong Son, c’è un centro culturale con arti e mestieri dove puoi persino imparare a intagliare il legno. Mae Sariang è un ottimo posto per noleggiare una bicicletta ed esplorare le risaie circostanti.

Se desideri passare la notte qui ci sono molte pensioni e hotel lungo il fiume che vanno da circa 250bt a 3000bt a notte. La Northwest Guesthouse ha camere semplici ma adeguate (a partire da 250 bt) con un eccellente bar / ristorante, Sawadee, dall’altra parte della strada che si affaccia sul fiume.

Giorno 2 – Da Mae Sariang a Mae Hong Son


La prossima destinazione è la capitale di questa affascinante provincia, la città di Mae Hong Son , che è anche il punto a metà del percorso. Il percorso ti porta attraverso Khun Yuam e offre l’opportunità di fare altre visite turistiche lungo la strada.

Campi di Thung Bua Tong a Doi Mae U Kho
Campi di Thung Bua Tong a Doi Mae U Kho

Prendi la 108 direzione nord; a circa 25 km fuori città c’è un bel bar e un belvedere in un posto chiamato Mae La Noi che vale la pena fermarsi per una breve pausa. Nelle vicinanze ci sono alcuni villaggi della tribù delle colline e Kaew Komon, un’antica grotta di cristalli di calcite se hai tempo. NOTA questa grotta è aperta solo da ottobre ad aprile (stagione delle piogge non aperta), è su Google Maps con il nome “Kaeo Komon Cave Forest Park”. Ingresso 50 Baht / persona.

Circa a metà del percorso si trova la piccola città mercato di Khun Yuam , che serve i villaggi locali situati nella valle del fiume Yuam. Oltre al museo Thai-Japan Friendship Memorial Hall non c’è molto da vedere qui, ma è un buon posto per interrompere il viaggio in quanto ci sono alcuni caffè locali dove puoi mangiare e 2 o 3 hotel se lo desideri desidera pernottare.

Da qui puoi fare una deviazione lungo la 1263 East per vedere i campi di Thung Bua Tong a Doi Mae U Kho (campi di fiori selvatici del sole, che sbocciano per due settimane solo nel mese di novembre) e le cascate di Mae Surin.(200 Baht) (Un singolo getto d’acqua che salta da una scogliera e si tuffa con grazia sulle rocce 100 metri più in basso. Puoi vedere la cascata attraverso la valle da diversi punti di vista. Cammina verso sinistra per accedere alle scale in basso.). Questa deviazione è di circa 37 km / 45 minuti a tratta più il tempo trascorso a goderti i siti, quindi aggiungerai almeno 2-3 ore al tuo viaggio a Mae Hong Son e molto più a lungo se fai un po ‘di trekking. Il numero di turisti presumibilmente oscilla notevolmente durante l’anno. Ad esempio, nel marzo 2017, la fermata della cascata di Mae Surin aveva più di 5 bancarelle di ristoranti, ma tutti vuoti senza assistenti o cibo. Invece di tornare indietro fino in fondo, è possibile seguire la strada a nord-ovest dalla cascata lungo una strada sterrata che si collega a una strada asfaltata (4009). (Vedi la mappa maps.me per il percorso.)

Circa 10 km a sud di Mae Hong Son passerai attraverso il villaggio di Pha Bong che ha una sorgente calda e termale ben sviluppata chiamata Pha Bong Hot Spring ; qui puoi immergerti i piedi, fare un tuffo in piscina, noleggiare un bagno privato e persino fare un massaggio a prezzi che vanno da circa 20bt a 200bt.

Città di Mae Hong Son

Mae Hong Son
Vista della città di Mae Hong Son da Wat Doi Kong Mu

La città di Mae Hong Son si trova in fondo a una valle tra le catene montuose che formano il confine tra Birmania e Thailandia. La sua posizione remota gli conferisce un’atmosfera appartata e tranquilla, mentre la sua vicinanza alla Birmania dà origine al mix di persone che risiedono lì come i gruppi birmani, Shan, thailandesi e delle tribù delle colline. Questa interessante miscela di persone e culture conferisce a Mae Hong Son un’atmosfera molto diversa dalle altre città della Thailandia.

La città vanta numerosi templi in stile birmano e Shan, il più famoso dei quali e un’attrazione “da non perdere” è Wat Doi Kong Mu che si trova su una collina e offre spettacolari vedute aeree della città sottostante – un luogo ideale per ammirare il tramonto ! Il centro della città è costruito intorno al lago Nong Jong Kham, dove troverete una serie di pensioni e ristoranti; questo è anche il luogo di Wat Chong Klang che si illumina come un albero di Natale dopo il tramonto. Qui ogni giorno si tiene anche un piccolo mercato notturno dove la gente del posto e le tribù delle montagne vengono a vendere le loro merci, è un ottimo posto per acquistare oggetti di artigianato e souvenir come sculture in legno, argenteria, pietre preziose e oggetti d’antiquariato. C’è anche un po ‘di vita notturna; le barre includonoCrossroads , Baiyoke Chalet e Plearn .

Altre attrazioni e attività nella zona includono Hill Tribe Treks , Long Neck Karen Villages , Elephant Riding , Bamboo Rafting e Phu Klon Country Club (un centro benessere con fanghi)

Giorno 3 – Da Mae Hong Son a Pai 


L’ultima tappa del circuito sull’autostrada 1095 da Mae Hong Son a Chiang Mai via Pai , è senza dubbio una delle strade più panoramiche del nord, ma anche non per i deboli di cuore, questa strada di montagna afferma di avere oltre 1.864 curve al suo interno . I sussulti e le curve di questa strada ne fanno il luna park del nord, ma ne varrà la pena per i panorami sempre spettacolari. Il viaggio a Pai offre un’intera giornata di visite turistiche, quindi parti presto se desideri fermarti a tutte le principali attrazioni.

A circa 10 km a nord della città di Mai Hong Son, situata nel villaggio di Ban Kung Mai Sak appena fuori dalla 1095, si trova il poco conosciuto ponte Su Tong Pae . Questo semplice ponte di bambù sulle rigogliose risaie verdi che conducono al tempio all’altra estremità del villaggio offre una delle più belle attrazioni naturali della zona. Non ci sono segnali stradali ma la posizione su google maps è precisa ei vicini possono indicare il farang perduto nella giusta direzione. Se entrate da ovest, assicuratevi di attraversare il ponte e proseguire su per la collina fino al tempio che offre una bella vista. (A marzo 2017) Sono esposte delle foto che mostrano l’aspetto del ponte in diversi periodi dell’anno. Nella stagione secca, la terra è piena di piante. Nella stagione delle piogge, il livello dell’acqua sale appena sotto il ponte.)

Si può tornare indietro alla 1095 o proseguire sulla strada secondaria verso nord per 5 km, quest’ultima avendo il vantaggio di superare il Pu Khlon Country Club & Mud Spa (l’ortografia varia) che offre una gamma di trattamenti e prodotti di bellezza. Una volta tornati sull’autostrada 1095, arriverete a Tham Pla (Fish Cave) (100bt); anche se non spettacolare questo è un piccolo parco piacevole con una grotta sottomarina (non può entrare) piena di grandi pesci azzurri che puoi nutrire per 20 bt. (Lo stesso pesce a Tham Pla può essere visto a Tham Lod, quindi salta questo se stai andando o sei stato a Tham Lod)

Da qui si può proseguire lungo la 1095 fino a Pangmapha o Pai o se si ha tempo per una deviazione si può tornare sui propri passi per circa 1 km e poi dirigersi verso Ban Rak Thai un villaggio del Kuomintang vicino al confine con il Myanmar. Questo è un villaggio cinese molto tranquillo circondato da piantagioni di tè e affacciato su un bellissimo lago. Lungo la strada passerai la cascata Pha Sua (100bt) che si dice sia la cascata più bella della provincia di Mae Hong Son; Giardini del Palazzo Pang Tong (gratuiti), zoo (leopardi nebulosi, gatto asiatico dorato, buceri, ecc.) E progetto reale per le pecore; e Pang Ung, un pittoresco villaggio della minoranza Shan situato lungo un grande lago. Tenda da campeggio disponibile. Senza fermate sono circa 30-35 minuti a tratta dall’autostrada 1095

Sulla rotta per Pai ci sono altri punti panoramici e grotte, ma la prossima grande attrazione è Tham Lod che significa “grotta di passaggio”, a causa delle due aperture e del fiume che lo attraversa. Questo è uno dei preferiti tra i turisti e si trova a 10 km da Soppong a Pangmapha quartiere. È famoso per le sue formazioni di stalattiti e stalagmiti, antiche bare di legno e migliaia di rondini e pipistrelli che volano rispettivamente dentro e fuori la grotta al tramonto. Se arrivi al momento giusto, puoi testimoniarlo. (Se vieni al tramonto per vedere gli uccelli ei pipistrelli, puoi entrare gratuitamente. Segui le indicazioni per l’uscita della grotta, a sud dell’ingresso. Porta una luce per il ritorno.) Una zattera di bambù e una guida possono essere assunto per esplorare la grotta, la guida è 150bt e la zattera 300bt e ciascuna deve essere assunta ogni 3 persone in un gruppo. Altre opportunità includono il trekking verso destinazioni naturali e nei numerosi villaggi etnici delle tribù delle colline o una gita al bellissimo piccolo villaggio Shan di Mae Lanna, situato in una piccola valle circondata da campi di riso.

Soppong conserva ancora la sua atmosfera tranquilla e tradizionale e ha anche diverse sistemazioni carine. Con la massiccia crescita turistica e l’eccessivo sviluppo di Pai, molti preferiscono fare di Soppong il loro prossimo pernottamento sulla via del ritorno a Chiang Mai.

Dopo aver lasciato Soppong e continuato per Pai, salirai al punto panoramico di Doi Kiew Lom , offrendo una magnifica vista sia delle montagne che delle valli circostanti, prima di scendere nella valle di Pai.

Pai

L’ultima destinazione del giro è la città di Pai , a 45 km più avanti da Pangmapha e una scoperta inaspettata in una remota valle di montagna. C’è così tanto da vedere e da fare nei dintorni di Pai che vale la pena trascorrere almeno 2 notti qui. Vent’anni fa la città di Pai era costituita da poche strade sterrate e negozi, poiché i turisti presto scoprirono la bellezza naturale del fiume Pai e della sua valle circostante, non molto tempo dopo seguirono attività commerciali e sviluppo e si trasformò nel vasto insediamento di viaggiatori con zaino e sacco a pelo che esso è oggi, ora con più di 300 alberghi e pensioni turistiche. Popolare tra i tipi hippy e artistici sia thailandesi che stranieri, l’atmosfera è ora molto più “new age” rispetto alla tradizionale thailandese settentrionale. Questa piccola città è piena di caffè in stile bohémien, ristoranti occidentali, librerie, negozi di souvenir, negozi di tatuaggi e pensioni economiche. Durante l’alta stagione nei mesi da ottobre a febbraio,

Alcune delle attrazioni più importanti includono il villaggio cinese (Santichon) che si trova sulla strada per la cascata di Mo Paeng ; Wat Klang , uno dei templi più significativi di Pai in quanto ospita statue di Buddha molto antiche e venerate; Chedi Phra That Mae Yen , un piccolo tempio su una collina a 2 km da Pai che offre una vista panoramica della città; The Land Split che offre una grande ospitalità sotto forma di succo di rosella fatto in casa e altri prodotti che si trova sulla strada da / per la cascata di Pam Bok ; e uscendo dalla città ci sono lo spettacolare Pai Canyon (Kong Lan) e il WWII Memorial Bridge .

Giorno 4 – Pai a Chiang Mai


Dopo una pausa rilassante a Pai, il giro è quasi completo, ma ci sono ancora molte attrazioni lungo il percorso di 120 km lungo l’autostrada 1095 attraverso le aspre montagne di Mae Hong Son e ritorno all’estensione urbana di Chiang Mai. La prima parte di questa strada ha molte curve ed è probabilmente la guida più impegnativa del circuito, ma offre anche alcune impressionanti visite turistiche. Uscendo dalla città, fai una breve sosta al Pai Canyon (gratuito) per vedere il mini canyon.

Geyser Pong Dueat

Geyser Pong Dueat

A circa 25 km a est di Pai si trova il Parco Nazionale Huai Nam Dang (300 bt / straniero a marzo 2017) con alcuni punti panoramici che offrono una vista a 360 gradi delle viste panoramiche. La seconda grande attrazione lungo questo percorso è Pong Dueat Geyser e Hot Springs ; per l’ingresso di 300 bt per i farang si cammina attraverso la foresta fino ai geyser stessi e si fa un bagno nelle piscine pubbliche. Se hai fame c’è una fermata dell’autobus a circa 1 km prima di raggiungere il bivio per Pong Dueat.

I recenti lavori stradali lungo questo percorso sono stati completati e la strada è ora ben asfaltata e ampliata.

Alla fine il 1095 si unirà ai 107 a circa 35 km a nord della città di Chiang Mai. Circa a metà di questo tratto passerai la valle di Mae Sa (nel distretto di Mae Rim) dove troverai trekking sugli elefanti, allevamenti di serpenti, poligoni di tiro, spettacoli di scimmie, fattorie di orchidee, cascate, avventure in quad ecc. Di solito si possono svolgere 2 o 3 attività insieme come una gita di un giorno da Chiang Mai, ma se hai tempo potresti voler dare un’occhiata

Attenzione


A causa del numero di curve lungo la strada ad anello di Mae Hong Son, solo i conducenti esperti nella navigazione su strade di montagna ventose in salita e in discesa dovrebbero provarlo. I conducenti dovrebbero anche essere esperti nello stile di guida thailandese. Se non hai esperienza nel traffico thailandese e / o nelle strade di montagna, fare il giro in senso orario è l’opzione migliore, poiché l’ultima parte è anche la più difficile. Le strade sono in ottime condizioni e l’asfalto è coperto e occorre prestare particolare attenzione durante la stagione delle piogge (maggio-ottobre) quando le strade sono scivolose.