Logo di sawadee

Matrimoni in Thailandia: consigli per le coppie straniere che si sposano in Thailandia

La Thailandia è una destinazione meravigliosa per un matrimonio o una luna di miele ed è facile vedere l’appello per le coppie che vogliono sposarsi qui. Sebbene sia possibile che le coppie organizzino il loro matrimonio da sole, a meno che tu o il tuo partner non parliate tailandese, probabilmente avrete bisogno di aiuto lungo la strada. Molte coppie non thailandesi scelgono di utilizzare i servizi di un wedding planner specializzato per rendere l’intero processo più agevole. Qualunque opzione tu usi, essere a conoscenza delle procedure legali dovrebbe aiutare a rendere tutto meno stressante.

Se ti piacciono il fascino e il fascino di una cerimonia buddista, questa è meglio organizzata da qualcuno che abbia conoscenze locali e possa organizzare la benedizione per te. Naturalmente, non è necessario organizzare una cerimonia buddista ed è possibile organizzare matrimoni cristiani, indù e musulmani in Thailandia. Qualunque opzione tu scelga, ti preghiamo di prestare molta attenzione alle formalità legali. Di seguito sono descritti i vari passaggi che dovrai compiere se ti sposi in Thailandia.

Sommario
  • Formalità legali per il matrimonio in Thailandia
  • Visita la tua ambasciata
  • Affermazione di sposarsi
  • Autentica del Ministero degli Affari Esteri thailandese
  • Visita l’ufficio amphur (registrar distrettuale)
  • Certificato di matrimonio thailandese
  • Legge thailandese per il matrimonio
  • Matrimonio buddista
  • Galateo del matrimonio in Thailandia
  • Cosa indossare a un matrimonio thailandese
  • Domande frequenti

Per le coppie che si sposano in Thailandia, il matrimonio sarà legalmente riconosciuto nel tuo paese d’origine solo se hai seguito le procedure legali tailandesi. Parte di questo processo prevede il completamento di alcuni documenti presso l’ambasciata o il consolato thailandese (di solito a Bangkok). Se non è valido secondo la legge thailandese, è probabile che non sia valido secondo la legge del tuo paese d’origine.

Una cerimonia religiosa può far parte del matrimonio, ma questa cerimonia di per sé non rende il matrimonio legalmente vincolante. In Thailandia, un matrimonio è legale solo una volta che le pratiche burocratiche sono state completate e ufficialmente registrate presso l’ufficio distrettuale (noto come “amphur” o “khet”). Anche se potrebbe sembrare poco romantico, in Thailandia sei legalmente sposato solo dopo che il matrimonio è stato registrato presso l’ufficio distrettuale.

Se vuoi evitare di trascorrere 4 o 5 giorni a Bangkok visitando ambasciate e compilando documenti, puoi sempre scegliere di organizzare un matrimonio a basso costo nel tuo paese d’origine (il che rende tutto legale e vincolante) e avere una benedizione di matrimonio o cerimonia in Thailandia. Se questa non è un’opzione, dovrai assicurarti di seguire le procedure legali corrette una volta che sarai in Thailandia.

Visita la tua ambasciata

Se vuoi sposarti in Thailandia ma non sei un cittadino thailandese, devi visitare l’ambasciata o il consolato del tuo paese in Thailandia. Per la stragrande maggioranza delle persone, questo significherà rimanere alcuni giorni a Bangkok, sebbene alcuni paesi abbiano strutture di consolato in altre città della Thailandia, in particolare Chiang Mai, che potrebbero essere in grado di elaborare gran parte dei documenti per te. I wedding planner possono avere accordi con le ambasciate per accelerare il processo, ma in generale dovresti consentire 4 o 5 giorni a Bangkok per risolvere i documenti e legalizzare il matrimonio.

Assicurati che il tuo passaporto sia aggiornato e abbia una validità minima di 6 mesi. Nota anche le date dei fine settimana e dei giorni festivi in ​​Thailandia quando le ambasciate, i consolati e gli uffici governativi sono chiusi.

È importante notare i limiti dell’aiuto disponibile presso la tua ambasciata, sebbene possa variare leggermente da paese a paese. La tua ambasciata a Bangkok non è autorizzata a celebrare matrimoni o eseguire servizi di traduzione per te.

Affermazione di sposarsi

Le autorità thailandesi richiedono che ogni cittadino straniero che desidera sposarsi in Thailandia ottenga un’affermazione di libertà di sposarsi. Nella maggior parte dei casi questa affermazione non può essere ottenuta nel tuo paese d’origine; dovrai fare domanda presso l’ambasciata del tuo paese a Bangkok. L’affermazione è una forma che sostanzialmente conferma che sei legalmente libero di sposarti. L’affermazione (che deve essere dattiloscritta) deve essere firmata in presenza di un funzionario consolare della tua ambasciata. La procedura normale è che poi torni il giorno successivo per ritirare l’affermazione che sarà stata controfirmata da un funzionario dell’ambasciata. La tua ambasciata ti addebiterà questo servizio. L’ambasciata richiederà il passaporto e la prova della cessazione di eventuali matrimoni precedenti (ad es. Certificato di divorzio, certificato di morte).

Una volta ottenuta l ‘”affermazione della libertà di sposarsi”, il modulo deve essere tradotto in thailandese (la tua ambasciata non lo farà per te). Ci sono una serie di servizi di traduzione e uffici che si trovano vicino alle principali ambasciate e il costo tipico è di circa 1.000 baht.

Autenticazione del Ministero degli Affari Esteri thailandese

Ora che hai l’affermazione di sposarti e la traduzione in thailandese, devi presentare questi moduli al Ministero degli Affari Esteri (vedi indirizzo sotto) che si trova a nord di Bangkok vicino all’aeroporto Don Muang. Il ministero autentica i moduli e te li restituisce il giorno successivo. È previsto il pagamento di una tariffa per questo servizio e normalmente è possibile pagare una “tariffa espressa” aggiuntiva per completarlo lo stesso giorno. Da maggio 2003 è possibile inviare i moduli per posta invece che di persona.

Legalization and Naturalization Department
of Consular Affairs
Ministry of Foreign Affairs
3rd Floor, 123 Chaeng Wattana Road,
Tung Song Hong, Laksi District
Bangkok
Orario: 08.30-14.30 dal lunedì al venerdì
Sito web: https://www.mfa.go.th

Visita l’ufficio amphur (registrar distrettuale)

Dopo aver completato tutti i documenti, è necessario visitare l’ufficio distrettuale che è simile a un municipio o all’ufficio del registro. In Thailandia è conosciuto come “amphur” (chiamato “khet” a Bangkok). Affinché il matrimonio sia valido secondo la legge thailandese, deve essere registrato presso l’ufficio amphur. Una cerimonia religiosa da sola non è riconosciuta valida dalla legge thailandese. Tieni presente che sei ufficialmente sposato il giorno in cui ti registri presso l’ufficio amphur.

Di solito non è necessario fissare un appuntamento, ma avrai bisogno della tua affermazione e dei documenti tradotti. Dovresti anche andare con qualcuno che parli tailandese. Si noti che la registrazione del matrimonio può essere presentata presso qualsiasi amphur (ufficio distrettuale) o ufficio distrettuale minore in Thailandia indipendentemente dal luogo di nascita della coppia; non devi farlo a Bangkok. In quanto straniero che si sposa in Thailandia, ti verrà richiesto di presentare una copia del tuo passaporto, la dichiarazione autenticata e la traduzione certificata. Se hai un partner thailandese, gli verrà richiesto di presentare la carta d’identità e il certificato di registrazione della casa. Una volta completata la registrazione del matrimonio, a ciascuna parte verrà consegnata una copia del certificato di registrazione del matrimonio come conferma.

Certificato di matrimonio thailandese

Il certificato di matrimonio thailandese sarà solo in thailandese. Le coppie potrebbero voler ottenere una traduzione giurata del certificato da un ufficio di traduzione in modo che il documento possa essere utilizzato per scopi legali nel proprio paese di origine.

Legge thailandese per il matrimonio

Affinché il matrimonio sia riconosciuto nel tuo paese d’origine, dovresti prendere in considerazione le leggi sul matrimonio del tuo paese e quelle della Thailandia. I requisiti della legge thailandese sono elencati di seguito.

  • Una coppia deve essere maggiorenne (17 anni) al momento del deposito per la registrazione del matrimonio, altrimenti l’autorizzazione deve essere concessa da un tribunale.
  • Il permesso dei genitori è richiesto per le parti minori di età.
  • Entrambe le parti non devono essere registrate come sposate con nessun altro (la registrazione di matrimoni multipli è vietata).
  • Le parti non devono essere parenti di sangue diretti né essere sorella o fratello attraverso uno dei genitori.
  • Ai genitori adottivi non è consentito sposare il proprio figlio adottivo.
  • Non è richiesta alcuna commissione di servizio.
  • Una vedova o divorziata potrà risposarsi non meno di 310 giorni dopo la scadenza del matrimonio precedente, a meno che:
    • ha dato alla luce un bambino
    • risposare la stessa persona
    • non incinta, come certificato dal medico (in caso di nuovo matrimonio precoce)
    • si ottiene l’approvazione di risposarsi da un tribunale

Matrimonio buddista

La maggior parte dei wedding planner e degli hotel possono organizzare una semplice cerimonia buddista per il tuo matrimonio. Se c’è una parte particolare della tradizionale cerimonia nuziale thailandese e delle usanze che desideri includere, spiegalo chiaramente alla persona che organizza il tuo evento. Un buon wedding planner dovrebbe essere in grado di personalizzare un pacchetto in base alle proprie esigenze individuali. In Thailandia ci sono molte variazioni regionali sulla cerimonia di matrimonio, ma come linea guida un tipico pacchetto di matrimonio thailandese offerto dagli hotel includerà una benedizione da parte dei monaci, una cerimonia di merito, la cerimonia del rod nam sang, sai monkhon e fiori e ghirlande. Si prega di dare un’occhiata alla sezione del matrimonio tradizionale thailandese di questo sito in modo da avere una comprensione di ciò che coinvolgono le diverse parti della cerimonia.

Galateo del matrimonio in Thailandia

Circa il 95% della popolazione thailandese è buddista e i visitatori in Thailandia dovrebbero notare che ci sono alcune cose da fare e da non fare quando si tratta di buddismo. Il monaco buddista è al livello più alto della società thailandese e dovrebbe essere rispettato. Le donne non dovrebbero toccare i monaci e né dovrebbero consegnare loro nulla direttamente. I monaci buddisti non sono autorizzati a maneggiare denaro, quindi quando vengono fatte donazioni finanziarie il denaro viene messo in buste e offerto su vassoi. Non sederti a gambe incrociate davanti ai monaci, ma inginocchiati con i piedi dietro di te. Durante una cerimonia di benedizione del matrimonio, gli ospiti saranno seduti o inginocchiati sul pavimento mentre i monaci saranno solitamente seduti su sedie o su un palco rialzato in modo che le loro teste siano ad un livello più alto rispetto agli ospiti. Cerca di tenere la testa più bassa di quella dei monaci durante la cerimonia nuziale e questo vale anche se stai scattando fotografie che dovrebbero essere prese da posizione inginocchiata o accovacciata. I thailandesi al tuo matrimonio ti mostreranno il modo corretto di comportarti, quindi cerca di non preoccuparti troppo, ma scoprire in anticipo le buone maniere e l’etichetta ti farà guadagnare molto rispetto in Thailandia.Read more
Leggi di più Cosa fare e cosa non fare in Thailandia »
Consigli per gli invitati al matrimonio thailandese»

Cosa indossare a un matrimonio thailandese

Gli ospiti invitati a un matrimonio thailandese dovrebbero indossare qualcosa di ampio e comodo e lo stesso vale per la coppia sposata che può scegliere di indossare abiti da sposa tradizionali tailandesi. Molto spesso questo può essere assunto, soprattutto se si utilizzano i servizi di un wedding planner o di un hotel. In alternativa, puoi sempre avere qualcosa inventato a mano in modo relativamente economico e veloce praticamente ovunque in Thailandia.

È considerato sfortunato indossare una camicia o un vestito nero per un matrimonio in Thailandia perché è il colore indossato ai funerali. Molti thailandesi tendono ad essere superstiziosi e si pensa che vestirsi di nero a un matrimonio porti sfortuna agli sposi.

Leggi altri consigli per gli invitati al matrimonio thailandese

Domande frequenti

  • Abbiamo bisogno di un visto?
    Dipende da quale paese vieni e per quanto tempo rimarrai in Thailandia. I visitatori provenienti dalla maggior parte dei paesi occidentali che rimarranno in Thailandia per meno di 30 giorni e che hanno un biglietto aereo di ritorno normalmente non richiedono un visto. Ci sono alcune eccezioni, quindi è sempre consigliabile verificare la situazione attuale con l’ambasciata o il consolato thailandese nel tuo paese d’origine. Nota anche che se stai per sposare il tuo partner thailandese, il matrimonio normalmente non è una garanzia che il tuo coniuge sarà autorizzato a tornare con te nel tuo paese d’origine. Controlla sempre la situazione con la tua ambasciata.
  • Quanto tempo ci vuole per completare tutte le pratiche legali per il matrimonio?
    In genere, questo richiede dai 4 ai 5 giorni lavorativi. Un wedding planner potrebbe essere in grado di accelerare le cose per te, ma come punto di riferimento preparati a trascorrere almeno 4 giorni a Bangkok per completare tutte le pratiche burocratiche. Dovresti anche prendere in considerazione le date dei  giorni festivi thailandesi  quando gli uffici sono chiusi.
  • Possiamo prima sposarci e poi completare i documenti?
    Il matrimonio è legale solo quando completi il ​​processo presso l’ufficio Amphur, quindi non c’è nulla che ti impedisca di fare una cerimonia prima e di passare in seguito tutte le pratiche burocratiche. Tuttavia, una cerimonia religiosa di per sé  non renderà il matrimonio legale.  È il completamento delle pratiche burocratiche che rende legale il tuo matrimonio.
  • Puoi consigliare un wedding planner?
    No. Questo sito funge da guida indipendente e non può consigliare alcun wedding planner in particolare. I collegamenti e le informazioni fornite sono lì per aiutarti a confrontare i diversi servizi disponibili in modo da poter prendere una decisione informata.
  • Qual è il posto migliore per farsi realizzare un abito o un vestito?
    Come per i wedding planner, non posso raccomandare un servizio in particolare rispetto a un altro. Tutte le principali aree turistiche e resort in Thailandia hanno negozi di sartoria che possono realizzare abiti, abiti e altri indumenti su ordinazione. La qualità può variare ed è davvero un caso di attenzione dell’acquirente. Ogni sartoria ti fornirà un catalogo da sfogliare in modo che tu possa evidenziare uno stile particolare che ti piace. Tuttavia, se hai visto il tuo vestito ideale a casa, è una buona idea farne una foto e portarlo con te in Thailandia per dare alla sarta qualcosa con cui passare. Mentre i vestiti possono essere realizzati su ordinazione, le scarpe di taglie occidentali più grandi possono essere difficili da trovare, quindi potrebbe essere meglio portarle con te. Ciò vale sia per gli uomini che per le donne.
  • Il mio compagno è tailandese e mi è stato detto da amici che dovrò pagare una dote. È vero?
    Il sistema della “dote”,  sinsod , fa parte della cultura thailandese ed è pagato ai genitori della sposa. Se la tua futura sposa è thailandese, la sua famiglia potrebbe chiederti di pagare sinsod . Le circostanze varieranno quindi è impossibile dare una risposta definitiva qui, ma se stai per sposare una donna thailandese dovresti essere consapevole che c’è una possibilità che potresti essere obbligato a pagare sinsod .

Ulteriori informazioni su Sinsod e sul matrimonio con un partner thailandese »

Nota, non sono  un wedding planner  quindi non posso organizzare il tuo matrimonio per te. Le informazioni fornite sono state raccolte con l’assistenza di numerosi amici e colleghi thailandesi. Consiglio a chiunque stia pianificando un matrimonio in Thailandia di verificare i requisiti legali attuali con la propria ambasciata o consolato. Cerco di mantenere questo sito il più aggiornato e accurato possibile, ma le cose possono e cambiano rapidamente in Thailandia.