Logo di sawadee
Miele e champagne

Miele e champagne

Miele e champagne

Preistoria: Ben ha vinto un tour VIP a Bangkok con tutto incluso. Dopo un lussuoso volo di prima classe, fu incontrato all’aeroporto di Suvarnabhumi da Anna, la sua guida personale a Bangkok. Una limousine li portò in un ristorante esclusivo prima che facessero una crociera privata sul fiume, che si concludeva al molo dell’hotel dove alloggiava.

Raccomandazione: prima di iniziare questo gioco, dovresti portarla fuori per una buona cena.

Dopo un drink nello sky bar, lo accompagna nella sua suite: – Questa sarà la tua casa per i prossimi giorni, signor Ben.

Entra e si guarda intorno, colpito: – Wow! È fantastico! Questa è sicuramente la migliore esperienza della mia vita!

Lei, con un grande sorriso: – Andrà meglio, signor Ben. Ti piacerebbe usare la jacuzzi?

Lui: – Sì, grazie. Sarebbe splendido.

Scompare nel bagno e quando torna: – Vuoi un massaggio rilassante mentre aspettiamo che la vasca idromassaggio si riempia?

Lui: – Sì, sarebbe meraviglioso.

Lei: – Lascia che ti aiuti con i tuoi vestiti.

Comincia a spogliarlo lentamente e lui si eccita.

Nota il rigonfiamento sui pantaloni: – Oh mio Dio. È una pistola, signor Ben?

Lui: – Mi dispiace. Non avevo intenzione di …

Lei: – Signor Ben, hai vinto “tutto incluso” …

Lo bacia, e così via …

Postfazione: Ben lavora nel settore della difesa ed è stato ingannato per comprare un biglietto in una “lotteria” organizzata dal Comitato di sicurezza estera della Federazione Russa (SVR RF), precedentemente noto come KGB.

Alcune settimane dopo, Ben fu informato che aveva vinto un tour VIP a Bangkok. Anna è stata assunta per fornire i servizi, ma non sapeva chi fosse l’appaltatore.

La sua suite era equipaggiata con telecamere e microfoni. L’idea era di filmare John e ricattarlo per consegnare documenti segreti da progetti di difesa con cui era coinvolto. In altre parole, era una trappola per miele.

Ma Ben era stato sospettoso e aveva informato i servizi di intelligence a casa. Lo seguirono segretamente a Bangkok e fecero ombra ad Anna per la sua persona a contratto, che lavorava nell’ambasciata russa. Negli anni seguenti, Ben fornirà ai russi alcune verità e mezze verità, ma per lo più informazioni false su progetti militari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.