Ci sono poche cose nella vita così gioiose come sfrecciare su un sentiero su due ruote, il sole che fa capolino dal fogliame sopra e una brezza costante tra i capelli mentre gli uccelli e le api sfrecciano da un albero all’altro e da un fiore all’altro (non possiamo essere gli unici?). Nonostante la concorrenza di forme di sport sempre più avventurose e nuove, il ciclismo occupa ancora un posto speciale nei nostri cuori.In Thailandia, mettere il pedale sul metallo fa parte della vita di tutti i giorni e per distanze più brevi molti locali preferiscono la bicicletta allo scooter; se non altro per il divertimento di essere attivi! Vuoi venire con te per il giro? Ecco alcuni ottimi percorsi per iniziare.

Giù alle viste impressionanti di Pai

Giù alle viste impressionanti di Pai
Giù alle viste impressionanti di Pai

Un piccolo villaggio nascosto negli altopiani del nord della Thailandia, Pai offre ai turisti avventurosi una fuga con un’atmosfera alternativa. È qui che il paese è più degno di essere coperto dal National Geographic e molte delle attrazioni di Pai si possono ammirare meglio in bicicletta.

Pedala lungo la Mae Hong Son Road adiacente alla giungla a est del fiume Pai e svolta a sinistra subito dopo l’incrocio con il torrente Pong Mai per visitare le famose sorgenti termali della regione (perfette se hai già bisogno di rilassare i muscoli!). Tornando a Mae Hong Son, è solo un po ‘più lontano fino a raggiungere il famoso ponte commemorativo della seconda guerra mondiale di Pai. Attraversa il ponte – dopo aver scattato alcune foto, cioè – e torna al villaggio, esplorando la sua attrazione più memorabile lungo la strada: il maestoso Pai Canyon! Una parola di saggezza prima di partire: lascia le ruote all’ingresso del canyon …

Intorno agli antichi templi di Ayutthaya

Intorno agli antichi templi di Ayutthaya
Intorno agli antichi templi di Ayutthaya

Se pensavi che la bicicletta fosse riservata esclusivamente agli amanti della natura, allaccia le cinture di sicurezza perché sarà un giro culturale: l’antica capitale thailandese di Ayutthaya è predestinata per un tour in bicicletta, anche se ti fermerai molto per ammirare il panorama …

Percorri l’isola principale della città, abbracciata da tre fiumi su tutti i lati (in sostanza, è una strada costiera panoramica!) E assicurati di fermarti per i luoghi iconici di Wat Phra Sri Sanphet, Wat Chaiwatthanaram e Wat Mahathat, insieme al suo ultraterreno Testa di Buddha – sai, quella ricoperta dalle radici di un albero di Banyan.

Non sei ancora a corto di vapore? Segui Ayutthaya Ang Thong Road nel nord-ovest dell’isola e prosegui finché non hai superato il serbatoio alla tua sinistra. Svoltare a sinistra qui e voilà: il monumento del re Naresuan il Grande e, un po ‘più in basso, lo splendido perizoma bianco Wat Phu Khao ti aspettano!

In tutta l’isola verde di Bangkok Bang Krachao

isola verde di Bangkok Bang Krachao
isola verde di Bangkok Bang Krachao

Andare in bicicletta a Bangkok? Non solo è possibile, ma in realtà è piuttosto sorprendente! Prendi una barca a coda lunga fino all’isola Bang Krachao della capitale, dove il tempo si è fermato, con conseguente assenza di grattacieli e tuk-tuk migliorati solo dall’abbondanza della natura.

Le persone tendono a trascorrere un’intera giornata qui, sfrecciando senza meta per le innumerevoli strade sterrate e passerelle di Krachao, costeggiate da bambù e palme fitte del suono dei grilli. Ci sono anche alcuni piccoli templi qui, ma se ci chiedi, l’isola ufficiosamente conosciuta come ‘il polmone verde di Bangkok’ (anche se pensiamo che assomigli più a uno stomaco, visto su una mappa!) È tutta incentrata sulla natura. Vabbè, e cibo: vedrai cosa intendiamo quando il pranzo viene servito alla Bangkok Tree House di Krachao – meglio che ti metta subito in sella!