Logo di sawadee

Som Tam (Papaya Salad)

Som Tam

Il som tam è un piatto originario della parte nord-orientale della Thailandia (Isaan), ma è diventato universalmente popolare in tutto il paese. Che tu sia a Bangkok, Chiang Mai o Krabi, vedrai qualcuno che vende som tam . Potresti non sapere cosa sia quando lo vedi per la prima volta, ma una volta che l’hai assaggiato non lo dimenticherai mai.

Se passi davanti a una bancarella di un venditore ambulante e noti un mortaio e un pestello, è probabile che la bancarella venda som tam . Potresti anche sentirlo chiamato “papaya bok bok” che prende il nome dal rumore che fanno il mortaio e il pestello quando si pestano gli ingredienti insieme. La papaya verde (che è acerba e ha un sapore aspro) viene mescolata con altri ingredienti tra cui pomodori, fagiolini, arachidi, gamberi secchi e l’importantissimo peperoncino crudo. I thailandesi tendono ad apprezzare il loro cibo molto piccante e questo è particolarmente vero quando si tratta di som tamdove sembra essere il caso in cui più caldo è, meglio è. Non è insolito per un thailandese mangiare insalata di papaya con 9 o 10 peperoncini mischiati e anche se può causare lacrimazione degli occhi e bruciore alla lingua, è proprio così che piace ad alcune persone. Naturalmente non c’è bisogno di tanti peperoncini e infatti, se non sei abituato al cibo tailandese, ti consiglio vivamente di non farlo. È perfettamente accettabile chiedere solo 1 o 2 peperoncini che daranno comunque al piatto una spinta sufficiente per la maggior parte dei palati. Se vuoi provare il som tam ma non vuoi bruciarti metà della bocca, basta dire “phet nit noi” quando ordini, che letteralmente significa “piccolo piccante”, ma è l’equivalente di dire “non troppo piccante”. Ricorda anche di aggiungere l’educato khap se sei un uomo e khase sei una donna in modo che diventi ‘phet nit noi khap’ o ‘phet nit noi kha’ (‘non troppo piccante per favore’). Som tam viene normalmente consumato con riso appiccicoso che aiuta a togliere parte della sensazione di bruciore dei peperoncini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.